Home / Società / Come i governi usano l’IA l’intelligenza artificiale per combattere il coronavirus COVID-19

Come i governi usano l’IA l’intelligenza artificiale per combattere il coronavirus COVID-19



I governi di tutto il mondo utilizzano l’intelligenza artificiale (AI) per aiutare a combattere la pandemia di COVID-19 in corso. La tecnologia viene utilizzata per varie cose diverse, tra cui l’accelerazione dello sviluppo di kit e trattamenti di test, che consente ai cittadini di accedere ai dati in tempo reale e di tracciare la diffusione del virus.

Ecco alcuni dei diversi paesi.

Corea del Sud

Il governo della Corea del Sud, che viene propagandato come esempio per combattere il virus, ha spinto il proprio settore privato a iniziare subito a sviluppare kit di test, subito dopo che i rapporti hanno iniziato a uscire dalla Cina.

Una di queste società era la società di biotecnologia molecolare Seegene, con sede a Seoul, che utilizzava l’IA per accelerare il processo di sviluppo di kit di test. La società è stata in grado di presentare la sua soluzione ai Korea Centers for Disease Control and Prevention (KCDC) appena tre settimane dopo che gli scienziati hanno iniziato il loro lavoro. Secondo Chun Jong-Yoon, fondatore e amministratore delegato della società, il processo avrebbe richiesto almeno due o tre mesi senza l’uso dell’IA.

Poiché i kit di test sono una parte così cruciale del controllo del virus, questo dimostra che la tecnologia AI può svolgere un ruolo enorme nella lotta.

Tradizionalmente, il processo di approvazione per le nuove apparecchiature mediche, compresi i kit di test, richiede circa 18 mesi. Il KCDC ha deciso di portare avanti il ​​processo e ha approvato i test in una settimana. I campioni dei pazienti del governo potevano essere utilizzati per la valutazione.

La società di telecomunicazioni KT ha anche collaborato con i ministeri del governo della Corea del Sud al fine di utilizzare i servizi sanitari basati sull’intelligenza artificiale per tenere traccia della diffusione del virus.

Il progetto di ricerca è stato condotto dal Ministero delle TIC e dal Ministero degli Interni e della Sicurezza, insieme a università e istituti di ricerca. KT sarà responsabile della fornitura di dati mobili, che possono aiutare a creare mappe. Queste mappe possono quindi fornire informazioni su come si muovono le popolazioni e sulla diffusione del virus.

Cina

Gli scienziati cinesi hanno usato l’IA per accelerare i processi scientifici. Attraverso l’uso della tecnologia, sono stati in grado di ricreare la sequenza del genoma del virus in un mese. Rispetto ai mesi che gli scienziati hanno impiegato per creare la sequenza del virus SARS nel 2003, è un grande passo avanti.

Taiwan

Anche a Taiwan è stata utilizzata la tecnologia . Audrey Tang, il ministro digitale di Taiwan, ha fatto affidamento sull’intelligenza artificiale per sviluppare aggiornamenti digitali in tempo reale. Questi aggiornamenti potrebbero avvisare i cittadini di determinate aree pericolose, in cui erano state precedentemente rilevate infezioni. Sono stati anche in grado di usarlo per creare una mappa dal vivo delle forniture locali di maschere per il viso.

stati Uniti

Negli Stati Uniti, l’Ufficio della politica scientifica e tecnologica della Casa Bianca ha chiesto lo sviluppo del set di dati di ricerca aperta COVID-19 (CORD-19) . Questo set di dati è una raccolta di migliaia di differenti pubblicazioni COVID-19 leggibili da una macchina. Ci sono oltre 44.000 articoli accademici che possono essere utilizzati dalla comunità di ricerca.

“Ci troviamo sul ponte mentre affrontiamo la pandemia di COVID-19”, ha dichiarato il dott. Eric Horvitz, direttore scientifico di Microsoft. “Dobbiamo riunirci come aziende, governi e scienziati e lavorare per mettere in campo le nostre migliori tecnologie su biomedicina, epidemiologia, IA e altre scienze. La risorsa e la sfida della letteratura COVID-19 stimolerà gli sforzi che possono accelerare il percorso verso soluzioni su COVID-19 “.

Mentre c’è ancora molto che si può ottenere con l’intelligenza artificiale (AI), questi sono alcuni degli esempi attuali di tutto il mondo. Se i governi sono convinti dai risultati, l’uso dell’IA durante una pandemia potrebbe diventare una delle prime opzioni di difesa in futuro.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi