Come le città intelligenti possono difendersi dalle future pandemie
Mentre il virus che causa COVID-19 si diffonde in tutto il pianeta, le persone si chiedono se i governi e i funzionari abbiano i piani giusti preparati per gestire una minaccia come questa. Le aree popolose come New York City sono le più colpite, poiché la densità della popolazione rende il transfert apparentemente inevitabile.

Mentre abbiamo ancora molta strada da fare per eliminare la minaccia, il distanziamento sociale sembra funzionare appiattendo la curva. Altri paesi come la Cina hanno implementato con successo questa strategia mesi prima e hanno sfruttato la tecnologia intelligente come un modo per monitorare facilmente le ordinanze delle città e ottenere residenti e rifornimenti di cui hanno bisogno mentre si tengono a distanza.

Le città intelligenti ci consentono di servire un gran numero di persone in pochissimo tempo utilizzando i sensori di dati per raccogliere ed elaborare informazioni. I leader e gli scienziati delle città possono quindi utilizzare questi dati per tracciare le malattie, consegnare autonomamente, esaminare i cittadini infetti e fare previsioni sul comportamento umano.

Entro il 2050, si stima che oltre i due terzi della popolazione del pianeta vivrà in città. Ciò renderà la pianificazione urbana ancora più cruciale per le generazioni future mentre si preparano a proteggersi dalle future pandemie.

Tracciamento delle malattie
Il software di localizzazione delle malattie consente ai funzionari cittadini e agli scienziati di monitorare la diffusione dei virus in tempo reale attraverso l’intelligenza artificiale. Quindi, come funziona?

L’intelligenza artificiale può essere utilizzata per raccogliere grandi quantità di dati e informazioni pubbliche da migliaia di database e altre fonti . Questi dati vengono utilizzati per tracciare la diffusione dei virus e migliorare significativamente i tempi di risposta

Con informazioni come questa, i paesi non possono non solo monitorare se stessi ma anche altri paesi in tutto il mondo. Ad esempio, una società specializzata nel monitoraggio delle malattie con sede in Canada è stata la prima a parlare del picco di casi di polmonite specifici di Wuhan, in Cina. Ciò accadde più di una settimana prima che l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) pubblicasse qualcosa al pubblico.

Consegna robot
A causa del pericolo del virus e della sua capacità di diffondersi rapidamente, molti paesi hanno ordinato ai loro cittadini di praticare l’allontanamento sociale. Ciò significa stare a una distanza di almeno un metro e mezzo, non riunirsi in gruppi ed evitare luoghi affollati. Le città della Cina, dell’Italia e di altri paesi hanno emesso degli ordini di protezione, che richiedono ai cittadini di rimanere nelle loro case.

Molti conducenti di consegne, catene alimentari e negozi di alimentari hanno lavorato straordinariamente in condizioni pericolose per evadere gli ordini e tenere il passo con la domanda. Ciò diminuirà significativamente nelle città intelligenti man mano che i servizi di consegna dei robot diventeranno più disponibili.

Le città intelligenti possono dare la priorità alla distribuzione di medicine, cibo e altri beni attraverso la consegna autonoma. Le città che hanno già adottato robot e servizi di consegna autonomi come droni e automobili e camion senza conducente avranno un tempo molto più semplice per spostare cibo e forniture durante una pandemia.

Servizi di geolocalizzazione
I dati di geolocalizzazione hanno la capacità di prevedere il comportamento umano in un istante. È probabile che il tuo telefono tenga traccia dei tuoi movimenti in questo istante, quindi perché non utilizzare questa funzione di rilevamento dei dati per rallentare la diffusione di coronavirus e altre pandemie?

Dati come i ristoranti e i tempi di shopping popolari possono fornire ai funzionari della città informazioni su come dovrebbero creare i loro piani e strutturare le ordinanze per future pandemie.

Supervisione drone
Dopo molti discutibili incidenti, le persone hanno diritto ai loro problemi di privacy con i droni . Tuttavia, sono stati di grande aiuto in città come Wuhan, dove i droni hanno rimpiazzato la necessità di avere agenti di polizia sul campo per imporre il riparo negli ordini. Anche l’Italia ha usato la supervisione dei droni per avvisare i cittadini per le strade di tornare a casa e a distanza sociale.

Sorveglianza termica
Garantito che la loro affidabilità è ancora in discussione, ma le termocamere sono progettate per misurare la temperatura corporea delle persone mentre passano per verificare la presenza di febbre . Alcune di queste termocamere sono inoltre dotate di software di riconoscimento facciale.

La Cina ha telecamere termiche installate agli angoli delle strade in modo tale che se un cittadino ha la febbre, i capi delle città o le forze dell’ordine possono chiamare e rispondere rapidamente.

Uno dei primi e più comuni sintomi di COVID-19 è la febbre. Le termocamere sono una tecnologia smart city che può essere implementata anche nelle città di oggi per aiutare i funzionari a monitorare la diffusione delle malattie.

Energia intelligente
Durante il periodo di una pandemia, una delle maggiori preoccupazioni della gente sta usando il potere. Trovare modi per alimentare le città e fornire energia in un momento di crisi sarà la chiave per le città intelligenti durante le future pandemie.

Il futuro dell’energia andrà in una direzione completamente diversa rispetto al passato. Piuttosto che avere un piccolo numero di grandi impianti che distribuiscono energia, le piante future saranno ridimensionate più piccole e in numero maggiore. L’energia funzionerà a livello locale, permettendo a ogni persona di generare energia.

L’energia sta diventando qualcosa che possiamo controllare attraverso Internet. Gli apparecchi saranno presto progettati con interconnettività. Ciò significa che l’apparecchio stesso utilizza sistemi digitali in modo da avere il pieno controllo del modo in cui l’energia viene immagazzinata e utilizzata in ciascun apparecchio. Gli edifici diventeranno anche più efficienti in termini di energia .

Capacità di Internet
Il modo in cui comunichiamo e perfezioniamo le informazioni si è trasformato a causa del nostro mondo digitale in evoluzione. Ad esempio, mantenere aggiornati i residenti durante un periodo di crisi è cambiato nel tempo. La televisione è stata un grande cambiamento per le persone in quanto potevano ricevere notizie in poche ore. Ora puoi ricevere aggiornamenti e notizie pochi secondi dopo e si verificano utilizzando i social media come Twitter e Facebook.

Questo è qualcosa che non era possibile solo 15 anni fa. Quando le persone possono ottenere informazioni così rapidamente e nel palmo della loro mano, azioni come un ordine di soggiorno a casa possono essere emesse molto velocemente. La maggior parte delle città ha già il wi-fi in molti edifici e ristoranti per quasi un decennio, ma sii pronto a farlo quasi ovunque tu vada in città intelligenti.

Per le persone più anziane o quelle che non possono acquistare un dispositivo intelligente, molte città hanno chioschi intelligenti sparsi ovunque. Questi possono essere aggiornati rapidamente come uno smartphone in modo che le informazioni possano essere condivise con le persone che ne hanno bisogno.

La recente pandemia di COVID-19 ha scioccato cittadini e leader di tutto il mondo. Uno degli ostacoli più difficili per scienziati e ricercatori è stata la mancanza di informazioni sul virus. Le nuove tecnologie, tuttavia, possono tenere traccia dei dati in tempo reale e potrebbero essere il fattore decisivo per l’esito di questa pandemia. Le nazioni divise sono venute a lavorare insieme per migliorare le risposte alla pandemia e le città intelligenti saranno una parte importante di quel miglioramento.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi