Home / AI Intelligenza Artificiale / Migliorare e monitorare la natura campagna di ricerca internazionale con 170 esperti guidati dall’Università di Leeds

Migliorare e monitorare la natura campagna di ricerca internazionale con 170 esperti guidati dall’Università di Leeds

Come i sistemi autonomi possono cambiare il mondo naturale

Una campagna di ricerca internazionale che ha coinvolto 170 esperti guidati dall’Università di Leeds ha fornito informazioni su come tecnologie come droni, robot e sistemi autonomi possono alterare radicalmente il mondo naturale.

La ricerca è stata pubblicata il 4 gennaio su Nature Ecology & Evolution . Comprendeva 77 accademici e professionisti come autori.

Migliorare e monitorare la natura
Più specificamente, i ricercatori hanno dimostrato come possiamo migliorare il modo in cui monitoriamo la natura con queste tecnologie. Possono aiutare a identificare i parassiti emergenti, aiutare a prendersi cura delle piante e consentire alle persone di coinvolgere maggiormente il mondo naturale.

Il maggiore uso di robotica, veicoli autonomi e droni potrebbe significare una riduzione della congestione del traffico e dell’inquinamento. Migliorando questi aspetti dell’ambiente urbano, le città diventeranno più piacevoli per i cittadini anche se la popolazione cresce.

Tuttavia, non è un automatico dato che questi andranno a vantaggio dell’ambiente, poiché esiste ancora il rischio che i progressi nella robotica e nell’automazione possano avere un impatto negativo. Nuovi robot e droni potrebbero anche significare nuove fonti di rifiuti e inquinamento, danneggiando questa natura urbana. Questi progressi potrebbero anche richiedere la riprogettazione delle città per fornire loro più spazio per operare e le aree verdi potrebbero essere sacrificate per questo spazio extra. Per quanto riguarda l’accesso allo spazio verde, le tecnologie potrebbero peggiorare le disuguaglianze esistenti.

Il dottor Martin Dallimer della School of Earth and Environment presso l’Università di Leeds è l’autore principale.

“La tecnologia, come la robotica, ha il potenziale per cambiare quasi ogni aspetto della nostra vita”, afferma Dallimer. “Come società, è fondamentale cercare in modo proattivo di comprendere tutti i possibili effetti collaterali e rischi del nostro crescente utilizzo di robot e sistemi automatizzati.

“Sebbene gli impatti futuri sugli spazi verdi urbani e sulla natura siano difficili da prevedere, dobbiamo assicurarci che il pubblico, i responsabili politici e gli sviluppatori di robotica siano consapevoli dei potenziali pro e contro, in modo da poter evitare conseguenze dannose e realizzare appieno i benefici . “

Ai partecipanti è stato chiesto di esprimere il loro punto di vista sulle potenziali opportunità e sfide riguardanti la biodiversità urbana e gli ecosistemi, in particolare il maggiore utilizzo della robotica e dei sistemi autonomi. Queste tecnologie sono state definite come quelle in grado di rilevare, analizzare, interagire e manipolare l’ambiente fisico.

Tecnologie specifiche potrebbero includere droni, auto a guida autonoma, robot in grado di riparare infrastrutture e reti di sensori wireless per applicazioni di monitoraggio. Altre potenziali applicazioni includono il trasporto autonomo, la raccolta dei rifiuti, la manutenzione delle infrastrutture, la polizia e l’agricoltura di precisione.

Secondo il dottor Mark Goddard, “Trascorrere del tempo negli spazi verdi urbani e interagire con la natura porta una serie di benefici per la salute e il benessere umano, ed è probabile che i robot trasformino molti dei modi in cui sperimentiamo e otteniamo benefici dalla natura urbana .

“Capire come la robotica e i sistemi autonomi influenzeranno la nostra interazione con la natura è fondamentale per garantire che le nostre città future supportino la fauna selvatica accessibile a tutti”.

La ricerca faceva parte del progetto Self Repairing Cities di Leeds. Il progetto mira a utilizzare queste tecnologie per mantenere le infrastrutture urbane senza causare disagi ai cittadini.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi