Home / Economia / Altri 24 milioni di euro per le start-up olandesi nel campo dell’intelligenza artificiale, della tecnologia medica e della tecnologia dell’acqua

Altri 24 milioni di euro per le start-up olandesi nel campo dell’intelligenza artificiale, della tecnologia medica e della tecnologia dell’acqua

Il governo olandese stanzia 24 milioni di euro per start-up che possono crescere grazie alla conoscenza della ricerca. Sono coinvolte tre collaborazioni tra aziende innovative, università, altre istituzioni della conoscenza e investitori (venture) nel campo dell’intelligenza artificiale (AI), Medtech e tecnologia dell’acqua. Questa è la seconda gara del cosiddetto schema di trasferimento tecnologico tematico (TTT).

Nel settembre 2019, il governo olandese ha messo a disposizione lo stesso importo per collaborazioni nei settori della medicina rigenerativa, dei sistemi intelligenti e delle soluzioni circolari. Secondo il governo, questo sostegno ha ora portato ai primi investimenti come in una startup che sviluppa un farmaco biologico contro la trombosi.

L’Agenzia olandese per le imprese e l’Organizzazione olandese per la ricerca scientifica (NWO) hanno selezionato i tre consorzi. Ciascun consorzio riceverà 8 milioni di euro dei 24 milioni di euro disponibili.

La prima collaborazione si concentrerà sull’applicazione dell’intelligenza artificiale all’interno dei temi della sanità e della sicurezza. Coordinato dall’Università di Amsterdam, cinque università olandesi, quattro centri medici universitari, il Center for Mathematics and Computer Science e l’investitore di venture capital con sede a Eindhoven LUMO Labs parteciperanno.

TTT.AI è destinato a diventare lo sportello olandese per le startup AI che provengono da un istituto di conoscenza. “Con questo consorzio di intelligenza artificiale possiamo portare con successo più iniziative di intelligenza artificiale dalle nostre istituzioni della conoscenza al mercato e alla società”, afferma Peter Westerhuijs, capo progetto del consorzio e sviluppatore aziendale presso IXA-UvA.

Andy Lürling, socio fondatore di LUMO Labs, afferma che il suo fondo di investimento sta già lavorando a lungo con le istituzioni della conoscenza. “Grazie a questo consorzio TTT.AI, insieme siamo molto più in grado di identificare iniziative promettenti e dare loro un buon inizio. La ricerca pionieristica e lo sviluppo innovativo nel campo dell’IA possono così trovare la loro strada nella società più velocemente e meglio. Il finanziamento nella fase iniziale è indispensabile per passare dall’idea all’impatto”.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi