Home / Hardware AI / Ambarella CV28M nuovo chip di visione artificiale

Ambarella CV28M nuovo chip di visione artificiale

Ambarella lancia un nuovo chip per la visione artificiale, può competere con i leader del settore?

Con le recenti notizie, il produttore di chip Ambarella aveva annunciato il lancio del suo nuovo chip di visione artificiale per applicazioni di intelligenza artificiale edge. Progettato per offrire un’enorme potenza di elaborazione AI, questo chip ha affermato di essere utilizzato per applicazioni edge innovative come veicoli autonomi, fotocamere intelligenti e dispositivi di consumo come droni, robot, solo per citarne alcuni.

La società, Ambarella che è diventata pubblica nel 2012 con i suoi chip di visione artificiale per telecamere di sicurezza, ha lanciato questo nuovo sistema di telecamere CV28M su chip (SoC) da aggiungere alla sua famiglia CVflow, secondo la dichiarazione ufficiale dell’azienda . Il SoC combina potenza di elaborazione delle immagini avanzata con codifica video ad alta risoluzione e elaborazione della visione artificiale in un unico design a basso consumo. È un dato di fatto, considerando che la maggior parte dei processori dei data center subisce un traffico dati significativo che porta a ritardi nell’elaborazione dei dati, si è creduto che farlo localmente avrebbe omesso tali problemi. Così, il nuovo lancio di Ambarella di chip di visione artificiale per applicazioni di intelligenza artificiale edgenon può venire in un momento migliore. Con le aziende, così come gli individui, che si fanno cauti nella condivisione dei dati, l’elaborazione sui dispositivi periferici sarà la strada giusta.

Detto questo, senza alcun dubbio, l’industria dei chip AI è sempre stata massicciamente dominata da aziende come Google, Qualcomm, Graphcore e, naturalmente, Intel e NVIDIA , che, per molto tempo, hanno oscurato gli sforzi di Ambarella in questo settore. Pertanto, nel tentativo di acquisire una posizione nel settore dei chip AI , la società ha lanciato il suo sistema su un chip, basandosi sul suo portafoglio più forte.

Ambarella, un partecipante trascurato del settore dei chip AI
Ambarella si è specializzata in chip di visione artificiale a basso consumo energetico per applicazioni di intelligenza artificiale edge nel 2018 con il lancio della sua architettura CVflow . Con $ 220 milioni di entrate generate lo scorso anno, la società è stata gradualmente in grado di prendere posizione nel mercato dei chip AI, competendo con artisti del calibro di Intel e NVIDIA.

Detto questo, Intel ha dato una dura concorrenza ad Ambarella nel mercato dei droni, quando alcuni anni fa, uno dei suoi clienti – DJI Innovations ha optato per il chip di visione artificiale Myriad 2 di Movidius di Intel. Inoltre, con Intel che ha presentato Myriad X più avanzato e basato sul deep learning e Qualcomm con la sua piattaforma Snapdragon Flight Drone, Amberella ha avuto poche possibilità di sfruttare la crescita in questo spazio. Ma con questo chip appena lanciato, l’azienda intende posizionarsi in modo ideale per l’elaborazione dei bordi, in particolare per le applicazioni a bassa potenza.

Insieme a questo, il nuovo chip di Ambarella spera anche di trarre vantaggio dal mercato in forte espansione dei sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) nei veicoli. Ma con le capacità di deep learning di Intel e le sue soluzioni a bordo dei veicoli come i processori automobilistici Atom e gli ultimi chip EyeQ di quinta generazione di Mobileye, l’azienda ottiene un enorme vantaggio, consentendo una completa autonomia nei veicoli. Inoltre, con la partnership nel settore automobilistico e una tasca più profonda per la ricerca e lo sviluppo e il marketing, Mobileye di Intel detiene una posizione migliore nel mercato ADAS. Questo, a sua volta, ha reso Ambarella un partecipante trascurato del settore dei chip AI .

Oltre a Intel e Qualcomm, la società deve affrontare anche una forte concorrenza da HiSilicon Xilinx, Xperi, Texas Instruments ecc. Di Huawei nel mercato di fascia bassa e nel mercato automobilistico. Inoltre, due dei suoi principali clienti SoC cinesi – Hikvision e Dahua per le telecamere di sicurezza – sono stati inseriti nella lista nera lo scorso anno dal commercio statunitense , rendendo ancora più difficile per l’azienda tornare in gioco.

Tuttavia, l’azienda sta cercando di mappare la sua posizione competitiva nel settore con il suo nuovo sistema di telecamere CV28M su un chip. Ciò non solo fornirà prestazioni AI avanzate per le telecamere di sicurezza, ma consentirà anche la connessione con un’ampia gamma di sensori di elaborazione dei dati necessari per la navigazione nella robotica.

Con tali indicazioni in mano, si potrebbe quindi facilmente stabilire che sebbene il nuovo chip AI di Ambarella possa aiutare la società a mantenere i suoi clienti esistenti e ottenere qualche vantaggio, sarebbe davvero difficile competere con i suoi concorrenti più grandi. Tuttavia, in mezzo a COVID, la società ritiene che la crescente domanda di telecamere di sicurezza e scansione della temperatura corporea possa aiutare a far crescere la sua crescita. Inoltre, la sua partnership con Hella spera di aiutare l’azienda a far fronte alla scala del mercato dei veicoli semi-autonomi e autonomi.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi