Home / AI Intelligenza Artificiale / Astro di Amazon è arrivato

Astro di Amazon è arrivato

Nell’autunno del 1962, il pubblico che guardava la TV fu invitato a incontrare i Jetson, una famiglia del futuro che abita nello spazio e conduce un’auto volante e il loro cane, Astro. Oggi, Amazon vuole che tu incontri un Astro diverso, uno che non sia così fantastico o futuristico come i Jetson, ma in realtà disponibile nel nostro presente.

Astro di Amazon non è un cane; invece, è il robot dell’assistente domestico di lunga data dell’azienda. Sebbene Amazon neghi di aver preso ispirazione per il nome da The Jetsons , è stato difficile ignorare la somiglianza con un fedele animale domestico quando ho avuto modo di vedere l’Astro in azione la scorsa settimana.

L’Astro, che inizialmente costerà $ 999,99 e disponibile come prodotto Day 1 Edition che puoi richiedere un invito per il privilegio di acquistare, è il prodotto in casa più ambizioso di Amazon. Amazon lo vede come l’unione di molte parti diverse dell’azienda – robotica, intelligenza artificiale, monitoraggio domestico, servizi cloud – tutto in un unico dispositivo. Meglio descritto come il figlio dell’amore tra un Roomba e un display intelligente Echo Show, l’Astro è pensato per essere il prossimo passo in quello che Amazons crede essere l’apparentemente inevitabile robot domestico.

L’ASTRO È UN TENTATIVO DI COMBINARE UNA SERIE DI PUNTI DI FORZA DI AMAZON
Amazon afferma che Astro può fare un’ampia varietà di cose che potresti desiderare da un robot domestico. Può tracciare la tua planimetria e obbedire ai comandi per andare in una stanza specifica. Può riconoscere i volti e consegnare oggetti a una persona specifica. Può riprodurre musica e mostrarti il ​​tempo e rispondere a domande come qualsiasi display intelligente Echo. Può essere utilizzato per le videochiamate, tenendoti sempre inquadrato seguendo letteralmente i tuoi movimenti. Può vagare per casa tua quando non sei a casa, assicurandosi che tutto sia a posto. Può sollevare la sua telecamera a periscopio per mostrarti se hai spento il fornello. Può utilizzare accessori di terze parti per registrare dati come la pressione sanguigna.

Ma per quanto ambizioso sia l’Astro, è ancora un primo taglio su ciò che potrebbe essere un robot assistente domestico. Non ha braccia o appendici; non può pulire i tuoi pavimenti; non può salire le scale; non può uscire da casa tua; e probabilmente non può fare un’infinità di altre cose a cui non sto pensando al momento. Questo è uno dei motivi per cui Amazon sta limitando la sua disponibilità al momento del lancio: anche dopo anni di sviluppo, ha ancora molto da capire.


L’Astro ha un touchscreen da 10 pollici per un “volto” e una vasta gamma di sensori per gli occhi.
TluiIlAstro è alto circa due piedi e pesa circa 20 libbre. Le sue ruote motrici principali hanno un diametro di circa 12 pollici, abbastanza grandi da superare le soglie delle porte e muoversi attraverso il tappeto, mentre una singola ruota nella parte posteriore lo aiuta a mantenere l’equilibrio. L’Astro può sfrecciare a una velocità massima di un metro al secondo e ha la capacità di muoversi a 360 gradi, avanti, indietro o in qualsiasi direzione desideri.

All’interno del guscio rivestito di plastica ci sono cinque diversi motori: uno per ciascuna ruota motrice, uno per alzare e abbassare la sua fotocamera periscopio e due per torcere e inclinare la sua “faccia”.

Quella faccia è effettivamente lo schermo sollevato da un Echo Show 10 . Ha una serie di sensori nella cornice, oltre a una fotocamera standard per videochiamate da 5 megapixel. La maggior parte delle volte, lo schermo mostra due cerchi che si comportano come “occhi”, permettendoti di capire cosa sta facendo l’Astro o dove sta pianificando di andare. Può anche mostrare una personalità limitata attraverso questi cerchi, contorcendoli in diverse forme e angoli, simili alle espressioni dello sfortunato Jibo o dell’anch’esso sfortunato Cozmo .


Ma quei cerchi non sono ciò che l’Astro usa per vedere te o il suo ambiente. I suoi veri “occhi” sono la varietà di sensori e telecamere racchiusi nella base dell’unità, cose come sensori a ultrasuoni, telecamere del tempo di volo e altri strumenti di imaging che consentono al robot di sapere cosa c’è intorno e dove sta andando. Gli strumenti di navigazione di Astro sono tutti dentro di sé – non c’è bisogno di speciali indicatori di confine o altre linee guida esterne come fanno affidamento su alcuni robot aspirapolvere – e può dire quando sta per scendere una rampa di scale o colpire un oggetto.


In un’altra somiglianza con un aspirapolvere robot, l’Astro utilizzerà questi sensori per mappare la tua casa. Puoi etichettare ogni stanza e regolare i confini nell’app per smartphone Astro. Puoi anche impostare “punti di vista” specifici nella tua casa che il robot ricorderà. Da lì, puoi dire all’Astro di andare in una posizione specifica con un comando vocale o in remoto tramite l’app. Poiché l’Astro non può salire o scendere le scale, Amazon si aspetta che la maggior parte delle persone lo metta al piano principale della propria casa.

Amazon afferma che tutta l’elaborazione e l’archiviazione di queste mappe avviene localmente sul dispositivo. Quindi una “parte di quei dati viene inviata in modo sicuro al cloud” in modo che tu possa dire all’Astro dove andare usando l’app per smartphone. L’Astro può essere abbinato solo a un singolo telefono alla volta, una misura di sicurezza per aiutare a prevenire l’accesso o l’uso non autorizzato. Allo stesso modo, anche i suoi dati di riconoscimento facciale sono memorizzati localmente su Astro.


 
Tra i sensori sulla parte anteriore del robot ci sono un paio di altoparlanti da due pollici. C’è anche un risonatore passivo sul fondo per migliorare l’uscita dei bassi. Questi possono diventare piuttosto rumorosi durante la riproduzione di musica, e poiché l’Astro può letteralmente seguirti in giro e spostarsi sempre nella posizione ottimale, sarai quasi sempre in grado di ascoltarlo bene.

Per compensare le sue dimensioni ridotte, l’Astro ha una fotocamera a periscopio da 12 megapixel che può alzarsi fino a 42 pollici di altezza, abbastanza per vedere su un tipico bancone o tavolo. Questa fotocamera può essere utilizzata per le videochiamate o visualizzata tramite l’app del telefono in dotazione per vedere cosa sta succedendo all’interno della tua casa quando non ci sei. Intorno al palo telescopico ci sono i microfoni a campo lontano che vengono utilizzati per raccogliere i comandi vocali.

Sul retro c’è una piccola area di carico utile, in grado di trasportare 4,4 libbre (2 kg) di carico. Per impostazione predefinita, quest’area ha un inserto con due portabicchieri, ma che può essere facilmente sostituito con un cestino di base. Amazon immagina che quest’area sia qualcosa di cui terze parti trarranno vantaggio e per la quale progetteranno accessori. C’è una porta USB-C da 15 watt nell’area del carico utile che puoi usare per caricare il tuo telefono, ma la vera utilità è per gli accessori da collegare. I dirigenti di Amazon hanno parlato di un bracciale per la pressione sanguigna che lo utilizzerà, anche se non sono stato in grado di vederlo di persona.

Una fotocamera periscopica alta 42 pollici consente all’Astro di vedere sopra banconi o altri ostacoli alti.
Come un robot aspirapolvere (di nuovo), l’Astro ha un dock di ricarica a cui può collegarsi automaticamente. La ricarica della batteria da zero a 100 richiede circa 45 minuti e può durare circa due ore di movimento tra una ricarica e l’altra. L’Astro è progettato per gestire da solo la durata della batteria – se ha bisogno di ricaricarsi, andrà semplicemente al suo dock da solo – ma puoi anche dirgli di farlo tramite comandi vocali, tramite il touchscreen o nell’app. La batteria interna si trova sotto l’area del carico utile e può essere sostituita quando non mantiene più la carica, ma non è progettata per essere cambiata frequentemente.


Il cervello dell’Astro sono i chip Qualcomm, non il processore AZ2 progettato da Amazon che è nel nuovo Echo Show 15. La società afferma di aver utilizzato il silicio Qualcomm qui a causa del lungo tempo di sviluppo dell’Astro. Come le sue mappe, tutte le elaborazioni e i movimenti di Astro avvengono localmente, per motivi di privacy ma anche per praticità. Un sistema basato su cloud non sarebbe in grado di rispondere con la stessa rapidità quando l’Astro ha bisogno di aggirare un ostacolo sconosciuto.

Per chi è interessato, la funzionalità di Astro è basata su Fire OS e Linux. Amazon non annuncia oggi un SDK Astro ufficiale, ma afferma: “è facile immaginare un mondo in cui clienti e sviluppatori possono creare funzionalità uniche che consentono ad Astro di continuare a migliorare nel tempo e non vediamo l’ora di condividere maggiori dettagli nel futuro.”

Il design di Astro non è particolarmente bello o elegante: il suo aspetto utilitaristico sembra essere guidato più dalla funzionalità che dall’emozione. I dirigenti di Amazon mi hanno detto che sono stati testati molti diversi fattori di forma e design e questa forma è ciò su cui sono atterrati per ora. Ma il design non è nemmeno offensivo o intimidatorio, qualcosa che è importante fare bene se le persone accetteranno un robot ampiamente autonomo nelle loro case.

Le grandi ruote di Astro gli consentono di superare la maggior parte degli ostacoli che potrebbe incontrare in una casa, come soglie o cavi di alimentazione.
 Provare capire come tutte queste caratteristiche e capacità insieme potrebbero essere utili nella tua casa può essere una sfida. Amazon prevede una manciata di casi d’uso – monitoraggio della sicurezza domestica, assistenza remota agli anziani e comodità – ma ammette anche prontamente che potrebbero essercene altri che non sono stati ancora trovati.

Quel primo caso d’uso è forse il più ovvio. L’Astro può integrarsi con il sistema di allarme di sicurezza di Ring e funzionare in modo molto simile a una telecamera Ring. Può catturare videoclip di eventi e inviarli al cloud di Ring e può anche andare automaticamente sul sito di un disturbo, se ad esempio un sensore di movimento o porta di Ring si attiva quando non sei a casa. Puoi anche programmarlo per effettuare pattuglie autonome in base a un programma o indirizzarlo manualmente per controllare qualcosa tramite l’app Astro. Non è diverso dal tono del drone Ring Always Home Cam .

 
Il monitoraggio remoto della tua casa è forse il punto in cui la fotocamera periscopica di Astro è più utile. Puoi dirgli di sollevare la telecamera per vedere sopra un bancone o un ostacolo e passare facilmente dalla telecamera periscopio alla telecamera montata sopra lo schermo. I dirigenti di Amazon erano ansiosi di dirmi quanto sia utile controllare se il forno è stato lasciato acceso quando non sei a casa. L’Astro ha anche l’integrazione con Alexa Guard, che gli consente di avvisarti dei suoni di una finestra rotta o di un rilevatore di fumo, proprio come un altoparlante Echo.

L’Astro ha sensori e telecamere tutt’intorno che lo aiutano a navigare in casa.
  L’area di carico utile posteriore di Astro è personalizzabile: Amazon prevede che le società di terze parti realizzeranno accessori per questo.
Amazon prevede anche l’Astro come utile per il monitoraggio remoto dei parenti anziani. Grazie alla sua capacità di riconoscere i volti, può cercare una persona anziana e fornire notifiche di stato ai suoi caregiver. Le routine possono essere programmate in cui ricorderà alla persona di assumere farmaci o di controllare la pressione sanguigna quando necessario; la capacità dell’Astro di trovarli significa che può fornire questo promemoria anche se non si trovano nella stessa stanza. L’Astro sarà anche integrato nel nuovo servizio Alexa Together, che fornisce l’accesso a una linea di emergenza e supporto per i dispositivi di rilevamento delle cadute.

Infine, Amazon vede Astro come il livello successivo di come Alexa può integrarsi nella tua casa. Sebbene la parola sveglia di Astro per i comandi vocali sia “Astro” (per impostazione predefinita, può essere cambiata in Alexa, Echo o Computer, ma purtroppo non in Artoo), l’intelligenza alla base di tutto è Alexa. L’Astro è effettivamente un Echo Show su ruote: puoi chiedergli di seguirti mentre fai le cose; fargli riprodurre musica o podcast mentre svolgi le faccende; chiedigli di impostare promemoria, timer o di scattare una foto; usalo per le videochiamate tramite il servizio di chiamata di Alexa; e fai tutte le altre cose che un Echo Show può fare. Anche il software sullo schermo stesso viene effettivamente sollevato dall’Echo Show.

La capacità di Astro di riconoscere i volti significa che sa chi sta guardando e può riprodurre un saluto o accendere la tua musica preferita quando ti vede. È progettato per imparare le tue abitudini, quindi se finisci per usarlo la maggior parte del tempo in cucina, si parcheggia lì da solo.


Amazon ha anche creato più personalità nell’Astro di quanto siamo abituati da Alexa. Muoverà il suo corpo, cambierà la forma dei suoi occhi e regolerà il suo schermo per esprimere attenzione o emozioni. Puoi chiedergli di fare cose stupide come ballare, e si muove in un modo che ha lo scopo di rendere facile dire dove sta andando, quando sta per girare e così via. Amazon afferma che i beta tester hanno affermato che la personalità di Astro lo faceva sentire più parte della loro casa che un altoparlante intelligente o un altro gadget; sicuramente farà paragoni con il robot Jibo che ha generato simili attaccamenti .

L’Astro girerà la sua “testa” per guardarti o indicarti dove sta andando.
FoPertutte le cose che l’Astro può fare, tuttavia, c’è una lunga lista di cose che non può. In una demo del dispositivo prima del suo annuncio ufficiale, sono stato in grado di vedere Astro eseguire una serie di compiti, come andare in una stanza specifica, trovare una persona in particolare, scattare una foto e così via. Potevo chiedergli di seguirmi mentre camminavo da una stanza all’altra; non ha avuto problemi a navigare intorno a ostacoli casuali che sono finiti sul suo cammino.

Ma come detto, non può uscire; non può salire o scendere le scale; non ha bracci o appendici per aprire ante o stipetti; e non può aiutarti a muoverti o rialzarti se sei caduto. Certo, può consegnare una birra ghiacciata a una persona specifica, ma qualcuno deve ancora prendere la birra dal frigo e metterla nel retro dell’Astro prima di dirgli dove andare. Può mostrarti che il forno è stato lasciato acceso, ma non ha la capacità di premere i pulsanti per spegnerlo.

LA CONCORRENZA DI ASTRO SARANNO GLI ASSISTENTI SOFTWARE TANTO QUANTO GLI ALTRI ROBOT
Inoltre, non fa molte cose di tipo assistente che il software sta già iniziando a gestire. Non è possibile rispondere al telefono e trattare con i telemarketing (qualcosa che i telefoni Google Pixel stanno già facendo) o farlo funzionare con lo studio del medico per programmare il prossimo appuntamento. L’Astro può dirti quando qualcuno suona il campanello, ma non può andare avanti e firmare per quel pacco.

 
Amazon, da parte sua, ha gli occhi chiari sui limiti di Astro. Questo è uno dei motivi per cui lo sta rilasciando con un sistema limitato e solo su invito prima di lanciarlo al pubblico. L’azienda mi ha detto che cose come i bracci robotici e altre appendici potrebbero sicuramente sbloccare molte più capacità, ma in questo momento il costo è troppo alto per renderle pratiche o accessibili. C’è anche il problema di ciò con cui le persone si sentiranno a proprio agio nella loro casa in questa fase: l’attuale design di Astro non è un enorme salto da un aspirapolvere robot, ma aggiunge un mucchio di bracci di presa simili a R2-D2 e la capacità di aprire porte e persone potrebbero iniziare a sentirsi a disagio.

L’Astro utilizza i cerchi sul suo schermo per esprimere emozioni diverse.
TcappelliQuello èperché, mentre funziona in questo momento, l’Astro sembra più un animale domestico artificiale che un vero assistente robotico. Può fare alcuni trucchi, fornire un po’ di intrattenimento e aiutare un po’ qua e là, ma è lontano dal tipo di robot che la fantascienza ci ha condizionato ad aspettarci. Anche l’insistenza dell’Astro nel mettersi nella posizione migliore per vederlo e sentirlo (un paio di piedi davanti a te, lo schermo inclinato verso di te) è innegabilmente simile a un cane che implora per qualche graffio dietro le orecchie o un pezzo di a scatti. Di conseguenza, è difficile non trovare la cosa un po’ accattivante.

Amazon è convinta che tutti avranno un robot di qualche tipo in casa nei prossimi cinque-dieci anni. L’Astro è il tentativo dell’azienda di uscire davanti al campo, prima che sia troppo affollato di concorrenti. (Ha usato lo stesso identico approccio con grande successo con l’Echo.) È anche solo il primo dei suoi tentativi di mettere un robot nella tua casa e, date le risorse quasi infinite dell’azienda, non ha bisogno che l’Astro sia un enorme successo di vendita per continuare a sviluppare questa idea. Il prezzo di lancio di $ 999,99 include una prova di sei mesi di Ring Protect Pro, anche se Amazon afferma che il suo prezzo salirà a $ 1449,99 una volta raggiunto un rilascio più ampio.

MOLTE DOMANDE SULL’ASTRO RIMANGONO PER ORA SENZA RISPOSTA
La domanda per tutti noi, quindi, è quanto vogliamo testare le idee e gli esperimenti di Amazon nel nostro spazio più intimo? La società ha fatto molto per mitigare i problemi di privacy con l’elaborazione locale di Astro, ma non può assolutamente sapere in che modo qualcuno sentirà il proprio spazio personale violato da un robot nella propria casa finché non sarà già lì. Ecco perché ha bisogno di eseguire test su scala più ampia di quanto non sia in grado di fare in segreto.

Sono anche curioso di vedere come reagisce e si comporta in un ambiente reale, al di fuori dei beta tester di Amazon. Come funzionerà quando un bambino decide che sarebbe divertente sedersi sulla schiena e cavalcarlo? In che modo un cane nella vita reale affronterà questo intruso robotico nel suo dominio? Può evitare la cacca di cane ? Quanto sarà effettivamente utile quando è limitato a un solo piano di una casa a più piani? Quanta comodità può davvero aggiungere oltre agli altoparlanti intelligenti che sono già in casa mia?

Queste risposte dovranno aspettare fino a quando non saremo in grado di trascorrere più tempo con l’Astro e spingere le sue capacità in prima persona. Fino ad allora, dovremo accontentarci dei sogni di cani robotici.

 

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi