Home / Archive by category "Guida Autonoma"

Guida Autonoma

Intelligenza artificiale e natura : ecolocalizzazione per i veicoli autonomi ?

I veicoli autonomi guidano con disinvoltura per le strade di sempre più città, ma i sistemi di navigazione di questi veicoli rimangono un concetto tecnologico in evoluzione. Poiché le aziende si contendono i diritti sui terreni urbani, in genere utilizzano sensori basati su proprietà ottiche (come onde luminose e video) o onde radio per mappare e navigare nell'ambiente. Queste opzioni potrebbero non fornire la migliore copertura, soprattutto in caso di maltempo. Un team di ricercatori dell'Università del Michigan si sta rivolgendo alla natura per sviluppare qualcosa di meglio. "Gli animali hanno la straordinaria capacità di orientarsi utilizzando il suono", ha affermato Bogdan Popa, assistente professore di ingegneria meccanica all'università e ricercatore principale del progetto. "Vogliamo sviluppare un sensore che utilizzi il suono come quello degli animali". Gli sforzi precedenti con il suono sono falliti perché le onde sonore non viaggiano nell'aria quanto la luce e le onde radio. Infatti, gli attuali sensori ad ultrasuoni hanno una portata di solo 1 metro e producono mappe a bassa risoluzione. Popa prevede di sfruttare la conoscenza della natura per far progredire questa tecnologia. Delfini, pipistrelli e balene usano l'ecolocalizzazione, una tecnica in cui un impulso sonoro viene emesso nell'ambiente. Quando l'impulso incontra un oggetto, rimbalza e invia riflessi all'animale per decifrarlo. Usando questo approccio, gli animali possono navigare nel loro terreno, trovare cibo ed evitare i predatori, il che accade molto rapidamente. Popa ritiene che l'ecolocalizzazione offra una nuova allettante opportunità che consentirà ai veicoli autonomi di operare in un mondo incerto in condizioni meteorologiche avverse, pur mantenendo la propria autonomia. Il suono ha una portata limitata mentre viaggia nell'aria. Per spingere le onde sonore in modo più efficiente, Popa e il suo team hanno costruito una lente acustica utilizzando metamateriali attivi e pass...
Continua a Leggere

Odyssey di Sea Machine il rimorchiatore autonomo pronto al varo

Il rimorchiatore autonomo per il mare Odyssey si prepara al varo  Odisseo ha impiegato dieci anni per ritrovare la strada di casa dalle guerre di Troia, ma un'odissea moderna che sta per essere varata coinvolge un rimorchiatore autonomo che troverà la sua strada in un viaggio di 1.000 miglia che dovrebbe durare solo un paio di settimane.  Il progetto, chiamato Machine Odyssey in omaggio al poema epico di Omero, prenderà un rimorchiatore marittimo costruito dai cantieri navali olandesi Damen Shipyards di Amburgo, in Germania, intorno alla Danimarca. In linea con il tema, il rimorchiatore è battezzato Nellie Bly, in omaggio alla giornalista, industriale, inventore e operatrice di beneficenza americana, nota per il suo viaggio da solista audace e da record in 72 giorni.  Al timone non ci sarà un vecchio marinaio, ma piuttosto l'ultra moderno sistema di autonomia SM300 creato dalla società di tecnologia marittima Sea Machines di Boston . "Riconosciamo al giorno d'oggi e all'età di oggi lo sforzo su una nave in cui molto è ancora molto manuale oggi, sta ancora guardando fuori da quei finestrini, è ancora a guida manuale", ha affermato Michael Johnson, CEO di Sea Machines. “I piloti automatici che abbiamo sono sensori molto singoli senza molti feedback. Stiamo spostando quello sforzo manuale che chiamerò routine faticosa in autonomia".   Un piccolo equipaggio sarà a bordo per mantenere la nave quando il viaggio inizierà il 1 ottobre e i progressi della Nellie Bly saranno monitorati e comandati a Boston presso il quartier generale della Sea Machine. Ma Johnson sottolinea che non è la stessa cosa che far funzionare la nave con il telecomando.   “L'obiettivo è che il 99% dello sforzo sia preso dal sistema dell'autonomia. Quindi il sistema di autonomia controlla la nave sulla sua rotta pianificata da waypoint a waypoint, da porto a porto”, ha spiegato Johnson. "Il sistema di autonomia ha il rilevamento attivo delle collisioni e l'evitamento delle collisioni, piena consapevole...
Continua a Leggere

Argo AI con furgoni Volkswagen elettrici come robotaxi commerciali

Argo AI, la startup di guida autonoma sostenuta da Ford e Volkswagen, sta preparando furgoni VW elettrici modificati che alla fine verranno utilizzati per un servizio di robotaxi commerciale in Germania gestito con il servizio di trasporto europeo MOIA entro il 2025.   Il braccio dei veicoli commerciali di Argo e Volkswagen ha mostrato quello che hanno detto è il primo di cinque ID. I furgoni BUZZ che faranno parte di una flotta di prova in vista dell'inizio del salone dell'auto e della mobilità IAA di questa settimana a Monaco. I test dei veicoli alimentati a batteria dotati di sensori laser lidar, radar, telecamere e software abilitato per l'intelligenza artificiale di Argo verranno eseguiti con Volkswagen presso la struttura di ricerca e sviluppo di Argo e la pista di prova vicino a Monaco di Baviera. Entro quattro anni le compagnie intendono iniziare a prelevare passeggeri utilizzando la piattaforma di trasporto passeggeri di MOIA ad Amburgo.  “Sulla base dei nostri cinque anni di sviluppo e dell'apprendimento dalle nostre operazioni nelle grandi e complesse città degli Stati Uniti, siamo entusiasti di iniziare presto i test sulle strade di Monaco in preparazione del lancio del servizio di ride-pooling commerciale a guida autonoma con MOIA, ” Bryan Salesky, fondatore e CEO di Argo, ha dichiarato in una nota. I piani tedeschi di Argo arrivano quando la startup tecnologica, che è in competizione con Waymo di Alphabet, Cruise sostenuta da GM e altri sviluppatori di guida autonoma per commercializzare la guida autonoma, accelera i test su strada negli Stati Uniti in collaborazione con Ford e Lyft. La società si sta preparando a iniziare a prelevare passeggeri paganti quest'anno in veicoli Ford autonomi a Miami e Austin utilizzando la rete ride-hail di Lyft, sebbene inizialmente con autisti di sicurezza umani di riserva. Già tra le società di guida autonoma meglio finanziate, avendo raccolto almeno 2,6 miliardi di dollari da Ford e Volkswagen, Salesky ha affermato ch...
Continua a Leggere
Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi