Chi finanzia la ricerca sull’IA?
L’innovazione nel campo dell’IA richiede molte risorse e spesso necessita di un forte sostegno finanziario.
 
L’intelligenza artificiale sta penetrando in ogni aspetto della vita quotidiana e il tipo di impatto che ha è senza precedenti. Gran parte dell’innovazione e del lavoro di ricerca e sviluppo nell’IA (o in qualsiasi altro campo) avviene nei principali laboratori del mondo. L’innovazione nel campo dell’IA richiede molte risorse e spesso necessita di un forte sostegno finanziario. Il governo e le industrie hanno investito attivamente in tali laboratori di ricerca. In questo articolo, elenchiamo chi sta investendo in alcuni dei principali laboratori di ricerca sull’IA nel mondo.

DeepMind
DeepMind è tra le organizzazioni di ricerca sull’IA più promettenti al mondo. Ha diversi lavori di ricerca rivoluzionari al suo merito, l’ultimo dei quali è Alphafold. Fondato nel 2010 da Demis Hassabis, Mustafa Suleyman e Shane Legg, l’istituto si concentra principalmente sull’apprendimento per rinforzo e ha l’obiettivo finale di realizzare pienamente l’intelligenza artificiale generale. DeepMind è stata acquisita da Google nel 2014 per ben 650 milioni di dollari.

Secondo i dati disponibili al pubblico, prima dell’acquisizione, l’istituto ha raccolto fino a $ 50 milioni in round di finanziamento di serie A e B. I sostenitori della startup includevano il Founders Fund di Peter Thiel, Horizons Ventures, Jann Tallinn (sviluppatore Skype e Kazaa), insieme a Elon Musk.

OpenAI
OpenAI è stata fondata nel 2015 da Sam Altman, il CEO di Tesla Elon Musk, Greg Brockman, Ilya Sutskever, Wojciech Zaremba e John Schulman. È nata come una società senza scopo di lucro che mirava a creare intelligenza artificiale generale e utilizzarla a beneficio dell’intera umanità in modo uniforme. Tuttavia, nel 2019, OpenAI è diventata una società a scopo di lucro chiamata OpenAI LP, controllata dalla società madre OpenAI Inc. Secondo i dati di Crunchbase , OpenAI ha raccolto $ 1 miliardo di finanziamenti in due round. Il loro ultimo finanziamento è stato raccolto il 23 luglio 2019 da un round aziendale .

Altman aveva fatto un commento ironico diretto alla raccolta fondi di avvio all’inizio di quest’anno.


È interessante notare che OpenAI e Microsoft hanno stretto una partnership in base alla quale quest’ultima ha iniettato 1 miliardo di dollari nel laboratorio di ricerca. Questa partnership ha permesso a Microsoft di diventare il suo unico fornitore di servizi cloud, quindi l’azienda ha anche ottenuto la licenza esclusiva per integrare il rivoluzionario modello linguistico GPT-3 di OpenAI nei propri prodotti. Questa partnership è stata oggetto di molte critiche.

Istituto Alan Turing
Istituito nel 2015 come National Institute for Data Science, l’Alan Turing Institute è diventato noto nella sua forma attuale nel 2017 quando il governo ha raccomandato di aggiungere l’IA al suo mandato. È composto da 13 università e dal UK Engineering and Physical Science Research Council, che lavorano tutte per raggiungere l’obiettivo unico di trasformare il Regno Unito nel posto migliore al mondo per la scienza dei dati e la ricerca sull’intelligenza artificiale. L’istituto ha cinque università fondatrici – Cambridge, Edimburgo, Oxford, UCL e Warwick – e il UK Engineering and Physical Sciences Research Council (EPSRC). Con sede nella British Library, Londra, l’istituto è passato dall’esplorazione della complicata etica nell’uso di algoritmi di intelligenza artificiale e analisi dei dati per compiti predittivi da parte delle forze di polizia.

L’Alan Turing Institute è un’entità legale indipendente del settore privato e opera come ente di beneficenza senza fini di lucro. Secondo la loro pagina “Informazioni”, l’istituto è stato in gran parte finanziato attraverso sovvenzioni da consigli di ricerca, partner universitari e altri partner strategici. Alcuni dei suoi recenti finanziamenti includono un finanziamento di 10 milioni di sterline dall’EPSRC nel giugno 2021. Nel 2018, la ricerca e l’innovazione del Regno Unito ha assegnato un finanziamento totale di 48 milioni di sterline.

Allen Institute for AI
L’Allen Institute for AI è stato fondato da Paul Allen, il co-fondatore di Microsoft. Attualmente è guidato dal dottor Oren Etzioni, che è uno dei principali ricercatori di intelligenza artificiale. Fondato nel 2014, è un istituto di ricerca senza scopo di lucro che nasce con l’obiettivo di condurre attività di ricerca e sviluppo di IA ad alto impatto per il bene comune.

Secondo i dati di Crunchbase, l’Allen Institute for Artificial Intelligence ha raccolto un totale di 17,9 milioni di dollari attraverso due fondi, l’ultimo dei quali è AI2 Incubator Fund I. Questo fondo è stato annunciato il 16 gennaio 2020 e ha raccolto un totale di $ 10 milioni.

Wadhwani AI
Fondato dagli imprenditori tecnologici indiano -americani Romesh e Sunil Wadhwani, il Wadhwani Institute for Artificial Intelligence è un istituto di ricerca e sviluppo indipendente senza fini di lucro. Stanno usando l’IA per risolvere i problemi affrontati dalle comunità sottorappresentate nei paesi in via di sviluppo. Il loro team è composto da ricercatori, innovatori e imprenditori di fama mondiale di IIT, Microsoft, VMware, Stanford, ecc.

Nel 2019, Google ha annunciato una sovvenzione di $ 2 milioni come parte della loro AI Impact Challenge. Wadhwani AI ha annunciato che utilizzerà questa sovvenzione per creare tecnologie per risolvere i problemi dell’agricoltura.

Altri
Ci sono laboratori di ricerca supportati o incubati all’interno di aziende più grandi, che includono nomi come Facebook AI Research (FAIR), Microsoft Research Lab e Google AI , tra gli altri. Questi sono attivamente finanziati/supportati dalle loro organizzazioni madri. 

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi