Perché il metaverso non cadrà nel destino di Clubhouse
 
Concetto futuristico della tecnologia VR e AR. L’uomo che indossa gli occhiali per cuffie 3d VR guarda in alto nel cyberspazio del metaverso. Realtà virtuale o simulazione del mondo in realtà aumentata. Intrattenimento informatico digitale.Credito immagine: Andrey Suslov/Getty
Interessato a sapere quali sono le prospettive per l’industria dei giochi? Unisciti ai dirigenti di gioco per discutere le parti emergenti del settore questo ottobre al GamesBeat Summit Next. Registrati oggi .

 
Che fine ha fatto Clubhouse? Ricordi quell’app di social audio che è esplosa durante i giorni di punta del blocco indotto dalla pandemia, quella in cui Elon Musk ha affermato che Bitcoin era “sul punto di ottenere un’ampia accettazione tra la gente della finanza?” Entro la metà del 2021, l’app soprannominata “Zoom with a community” era scomparsa dal panorama dei social media e il suo successo era considerato una moda passeggera . 

Il consenso era che nessuno avesse bisogno di uno spazio di raccolta virtuale ora che potessero incontrarsi ancora una volta nei parchi e nei caffè. Ma quella linea di logica non torna, non quando pochi mesi dopo il declino di Clubhouse, un’intera industria basata su spazi virtuali è spuntata sulla sua scia.

 
Entro il 2021, il metaverso è entrato nella nostra coscienza digitale e oltre il 92% delle aziende che avevano precedentemente investito nel metaverso crede che COVID-19 abbia accelerato lo sviluppo delle sue tecnologie, ha rivelato un sondaggio di marzo. E hanno ragione. Ma poiché i casi del virus continuano a diminuire e gli eventi di persona tornano ai livelli pre-pandemia, quali fattori aiuteranno il metaverso a evitare lo stesso destino di Clubhouse?

Fuori con Web2, dentro con Web3
I 15 minuti di fama di Clubhouse sono andati e venuti in parte perché si è manifestato come un’app Web2 agli albori della rivoluzione Web3. L’industria del metaverso, in generale, è composta da piattaforme decentralizzate basate su blockchain, come Sandbox e Decentraland. La successiva rivoluzionaria iterazione di Internet è incentrata sulla tecnologia blockchain e sulle sue caratteristiche decentralizzate che migliorano la privacy, rispetto al dominio di Web2 da parte di Big Tech e al profitto dalla raccolta dei dati. 

Pertanto, gli analisti prevedono che il metaverso si avvicinerà a 800 miliardi di dollari nel 2024, un tasso di crescita annuale del 13% dal 2020. 

In quanto fiorente caso d’uso di Web3, è difficile prevedere come e in quale misura il metaverso sconvolgerà le nostre vite economiche, sociali e lavorative. Circa il 72% dei dirigenti intervistati in un recente studio di Accenture ritiene che il metaverso avrà un impatto positivo sulle proprie organizzazioni, con il 45% che ritiene che si tratterà di un’industria “rivoluzionaria o trasformativa”. Con un po’ di tempo, queste cifre probabilmente aumenteranno. 

A sostegno delle affermazioni di questi dirigenti, il metaverso non è semplicemente un intrattenimento VR o un’esperienza di gioco. Rappresenta anche un intero ecosistema capace di ospitare un’economia digitale. Sfruttando sia la tecnologia della realtà aumentata (AR) che quella della realtà virtuale (VR), le piattaforme metaverse possono aiutare i marchi di e-commerce consentendo ai clienti di interagire con le loro offerte di prodotti in modo più efficace negli spazi digitali. Ad esempio, i consumatori hanno 11 volte più probabilità di acquistare un mobile dopo aver avuto l’opportunità di vederlo nel loro ambiente domestico tramite AR, secondo un rapporto Apple [abbonamento richiesto]. Ciò fornisce un valore reale per i rivenditori di mobili, che siano in una pandemia o meno.

AR/VR è l’Internet del futuro
Il metaverso esiste attualmente come categoria generale per tutti i mondi virtuali. All’interno di questa categoria, AR e VR stanno facilitando esperienze metaverse completamente immersive e interattive. Attraverso cuffie, occhiali e altro hardware AR/VR, il metaverso sta diventando sempre più accessibile e sempre più avanzato. 

 
Nonostante siano entrate solo di recente nel lessico mainstream, la tecnologia AR e VR erano sulla buona strada per diventare i pilastri delle nostre vite prima della pandemia, con molti che affermano che l’AR sarà parte integrante del futuro di Internet già nel 2017. A L’analisi di Grandview Research stima che la dimensione del mercato AR raggiungerà i 38,56 miliardi di dollari quest’anno, raggiungendo quasi i 600 miliardi di dollari entro il 2030, un tasso di crescita annuale composto del 40,9% . Allo stesso modo, si prevede che anche il mercato della realtà virtuale vedrà una crescita costante, stimata a 28,42 miliardi di dollari quest’anno, e dovrebbe salire a 87 miliardi di dollari entro il 2030.

Poiché l’adozione di AR e VR continua ad espandersi nel tempo, con più casi d’uso, in coincidenza con la spinta del metaverso a diventare un’industria da trilioni di dollari, AR e VR saranno la forza trainante principale dietro il potenziale davvero dirompente del metaverso.  

Chiunque pensi che il clamore del metaverso sia semplicemente il risultato dei blocchi dell’era della pandemia non riconosce che la rivoluzione del Web3 è già alle porte. I continui progressi nella tecnologia AR e VR consolideranno ulteriormente l’impatto del metaverso nelle nostre vite sempre più digitalizzate. Lo slancio che il metaverso ha accumulato è semplicemente troppo forte per essere influenzato da qualsiasi fattore esterno. Inutile dire che il futuro del metaverso sembra piuttosto rialzista.

James Wo è fondatore e CEO di DFG .

 

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi