Home / AI Intelligenza Artificiale / Marinus Analytics usa l’intelligenza artificiale per combattere la tratta di esseri umani 

Marinus Analytics usa l’intelligenza artificiale per combattere la tratta di esseri umani 

Come l’intelligenza artificiale può combattere la tratta di esseri umani 

Secondo l’Organizzazione internazionale del lavoro, nel mondo sono 40,3 milioni le vittime della tratta di esseri umani. Marinus Analytics, una startup con sede a Pittsburgh, in Pennsylvania, spera di intaccare quel numero. La missione dell’azienda è “servire coloro che lavorano in prima linea nella sicurezza pubblica sviluppando tecnologie per interrompere la tratta di esseri umani, gli abusi sui minori e le frodi informatiche”. Per i suoi risultati, Marinus ha vinto $ 500.000 come parte della sua classifica al terzo posto nella competizione IBM Watson AI XPRIZE 2021. La startup nasce da un’idea di tre cofondatori: Cara Jones, Emily Kennedy e Artur Dubrawski, che l’hanno lanciata dal Robotics Institute della Carnegie Mellon University nel 2014.

Marinus implementa la sua missione principalmente attraverso la sua serie di strumenti basati sull’intelligenza artificiale chiamati Traffic Jam, che ha l’obiettivo di “trovare le persone scomparse, fermare il traffico di esseri umani e combattere la criminalità organizzata”.Tradizionalmente, trovare una persona scomparsa implicherebbe registrare un’immagine della persona sul computer e poi scorrere manualmente migliaia, se non milioni, di annunci online sui siti Web di servizi per adulti per vedere se una delle immagini pubblicate corrisponde. Tale processo richiede tempo e faticoso. L’attenzione di un detective umano può iniziare a diminuire dopo lunghe ore al computer che svolgono lo stesso compito all’infinito.

L’intelligenza artificiale svolge questo compito di vagliatura in modo efficace. Esamina milioni di annunci online in “hot spot” specializzati (siti web di servizi commerciali per adulti) e cerca “indicatori di vulnerabilità”. Cara Jones, cofondatrice e CEO, afferma che gli indicatori di vulnerabilità possono significare una serie di cose che fungono da campanelli d’allarme. Questi possono includere immagini di soggetti che sembrano bambini e indicazioni sull’uso di droghe.

L’intelligenza artificiale è particolarmente utile nella gestione di dati non strutturati, che non sono presentati nei formati digitali familiari. La visione artificiale aiuta anche ad analizzare le immagini e a scansionare potenziali problemi. È importante sottolineare che l’intelligenza artificiale può svolgere tale lavoro su larga scala.

Poiché Traffic Jam aiuta con il lavoro manuale coinvolto nel vagliare milioni di annunci online, i detective possono dedicare le loro risorse limitate a questioni più urgenti come rintracciare le vittime e smantellare le reti. Traffic Jam restringe il campo di ricerca e non fa pronunciamenti definitivi sui crimini. “Sveliamo l’intelligence rapidamente e risparmiamo tempo in modo che i combattenti del crimine possano reagire più velocemente. C’è un forte elemento di revisione umana durante tutto il processo”, ha detto Jones. “Non è una scatola nera”. Traffic Jam è trasparente nello spiegare i collegamenti che vengono effettuati.

L’IA può osservare i modelli di traffico tra i dati e le più grandi reti criminali in gioco. “Le forze dell’ordine sono molto basate sulla giurisdizione e di solito sono solo in grado di vedere cosa sta succedendo a livello locale”, ha sottolineato Jones. “Alcune di queste attività stanno accadendo a livello transnazionale, quindi possiamo collegare i punti e rivelare il più ampio traffico sistemico che sta accadendo e informare le forze dell’ordine”. Solo nel 2019 Marinus Analytics ha identificato 3.800 vittime di tratta.

Le agenzie che combattono la criminalità si stanno rendendo sempre più conto del valore di strumenti digitali come Traffic Jam. Come spiega Jones, “Le agenzie riconoscono di aver bisogno di capacità mirate e siamo stati in grado di mostrare ciò che è possibile”. Marinus afferma che solo nel 2020 Traffic Jam ha risparmiato 70.000 ore investigative.

“[La tratta] non è un’operazione amatoriale. Ci sono stabilimenti molto sofisticati che hanno una catena del valore per condurre la propria attività in questi spazi, e più possiamo iniziare a rivelare le pratiche commerciali al giusto pubblico delle forze dell’ordine, meglio è”, ha affermato Jones. “Siamo in una nuova era di risposta alla sicurezza pubblica”.

 

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi