7 previsioni chiave per il futuro degli assistenti vocali e dell’intelligenza artificiale

Viviamo in un momento entusiasmante, soprattutto nel campo dell’innovazione, del progresso, della tecnologia e del commercio. Alcune delle ultime invenzioni tecnologiche, come l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico , stanno avendo un enorme impatto su ogni settore.

Gli assistenti vocali basati sull’intelligenza artificiale hanno già trasformato la tendenza dell’e – commerce . I giganti dell’eCommerce come Amazon continuano ad alimentare questa tendenza mentre competono per la quota di mercato. L’interfacciamento vocale sta avanzando a un ritmo eccezionale nel settore sanitario e bancario per tenere il passo con le richieste dei consumatori.

Motivo per passare agli assistenti vocali e all’intelligenza artificiale
Il punto cruciale del passaggio alle interfacce utente vocali è cambiare le richieste degli utenti. Una maggiore consapevolezza e un più alto livello di comfort sono spiegati in modo specifico dai consumatori millennial. In questo mondo digitale in continua evoluzione in cui velocità, convenienza ed efficienza vengono continuamente ottimizzate.

L’adozione dell’IA nella vita degli utenti sta alimentando il passaggio alle applicazioni vocali. Vari dispositivi IoT come elettrodomestici intelligenti, termostati e altoparlanti offrono agli assistenti vocali più utilità nella vita di un utente connesso. Puoi vedere l’utilizzo degli assistenti vocali negli altoparlanti intelligenti; tuttavia, inizia solo lì.

Secondo il rapporto , il mercato della tecnologia di riconoscimento vocale ha raggiunto quasi 11 miliardi di dollari USA nell’anno 2019 e si prevede che aumenterà di circa il 17% entro il 2025.

Le app vocali in questa tecnologia sono visibili ovunque.

Ecco 7 previsioni chiave di assistenti vocali e intelligenza artificiale

  1. Conversazioni semplificate
    Entrambi i giganti della tecnologia, Amazon e Google, hanno annunciato che i loro assistenti non avrebbero più richiesto l’uso di ripetute parole di “veglia”. In precedenza, entrambi gli assistenti dipendevano da una parola sveglia come Ok, Google o Alexa per avviare una linea di conversazione. Ad esempio, bisogna chiedere: “Alexa! Che tempo fa? ” Quindi, per il comando successivo, “Alexa” di nuovo prima di richiedere che l’assistente vocale imposti il ​​termostato del corridoio a 25 gradi “.

Con questa nuova funzione, è più conveniente e naturale per gli utenti. In poche parole, devi dire “condizioni meteorologiche attuali” senza richiedere nuovamente la parola sveglia.

Ora gli utenti utilizzano gli assistenti vocali in luoghi particolari, mentre svolgono il multitasking e possono essere da soli o in mezzo a un gruppo di persone. Avere dispositivi in ​​grado di utilizzare questi fattori contestuali rende una conversazione più comoda ed efficiente. Tuttavia, mostra anche che gli sviluppatori dietro la tecnologia mirano a fornire un’esperienza più incentrata sull’utente.

  1. Notifiche push vocali
    Le notifiche push riguardano l’invio di un promemoria quando la data di scadenza è vicina per un’attività. È uno strumento utile per coinvolgere gli utenti all’interno dell’applicazione. Dall’avvento della tecnologia vocale, questa funzione ha un tocco unico. Le notifiche push vocali sono un modo efficace per aumentare il coinvolgimento e la fidelizzazione degli utenti e per ricordare agli utenti l’app e visualizzare i messaggi pertinenti.

Sia Google che Alexa consentono agli utenti di ricevere notifiche compatibili con app di terze parti. Tali notifiche sono relative agli appuntamenti del calendario dalle caratteristiche principali.

  1. I comportamenti di ricerca cambieranno
    La ricerca vocale o la ricerca con abilitazione vocale consente agli utenti di utilizzare un comando vocale per cercare nell’intento, nel sito Web o in un’app.

Si prevede che lo shopping vocale raggiungerà i 40 miliardi di dollari nel 2022.
La quota di mercato significa che la spesa dei consumatori tramite gli assistenti vocali dovrebbe raggiungere il 18% entro il 2022.
Secondo Juniper Research , i ricavi pubblicitari basati sulla voce raggiungeranno i 19 miliardi di dollari entro il 2022.
Dopo aver esaminato tutte queste statistiche, è chiaro che c’è un aumento senza precedenti delle ricerche vocali dei dispositivi mobili. I marchi si sono trasformati da punti di contatto in punti di ascolto. Le ricerche organiche sono il modo principale per i marchi di ottenere visibilità.

Pertanto, vedendo la popolarità e l’adattabilità della ricerca vocale, i marketer e le agenzie pubblicitarie si aspettano di più dai giganti della voce come Amazon e Google per aggiornare le loro piattaforme per la messaggistica a pagamento.

  1. Esperienze personalizzate
    I dispositivi vocali e gli assistenti digitali come Google Home e Alexa di Amazon consentono ai clienti di interagire attraverso la forma di comunicazione più naturale. I dati mostrano che le vendite online di dispositivi vocali sono cresciute del 39% anno su anno.

Gli assistenti vocali forniscono esperienze più personalizzate migliorando la differenza tra le voci. Google Home supporta sei account utente e identifica rapidamente voci uniche.

I clienti possono inserire domande come “Quale ristorante ha il miglior pranzo a Los Angeles?” o “Quali ristoranti sono aperti a pranzo adesso?” Gli assistenti vocali sono abbastanza intelligenti da specificare ogni dettaglio, come programmare appuntamenti per ogni singolo utente. Gli assistenti sono sufficienti per memorizzare anche i soprannomi, le posizioni, le informazioni di pagamento e altre informazioni.

  1. La sicurezza sarà al centro dell’attenzione.
    Secondo il rapporto , circa il 41% degli utenti di dispositivi vocali è preoccupato per la fiducia e la riservatezza. Tutto ciò di cui hai bisogno per rendere più sicuro e conveniente per i clienti fare acquisti, Amazon e Google hanno introdotto alcune misure di sicurezza come la verifica del relatore e l’ID per utilizzare l’esperienza dell’assistente vocale.

Inoltre, se un utente prenota un appuntamento, prenota un ristorante, trova l’ora del cinema locale, pianifica un Uber, problemi di pagamento, informazioni sensibili, è diventato più critico rendere più sicuro e conveniente per i clienti effettuare acquisti. La verifica dell’altoparlante e l’ID sono entrambi fondamentali come parte dell’esperienza dell’assistente vocale.

  1. Toccare Interazione
    Una nuova funzionalità che è stata lanciata da Google nel CES2019 , che consiste nell’integrare la migliore visualizzazione vocale e visiva in un’esperienza senza interruzioni . È stato illustrato come una schermata di collegamento. Il display può visualizzare dettagli come informazioni sul traffico locale o eventi e informazioni meteorologiche. Questa funzionalità aggiunge funzionalità visive e vocali insieme, che consente agli utenti di comunicare di più con l’assistente.
  2. Compatibilità e integrazione
    Amazon è in prima linea quando si tratta di integrare la tecnologia vocale con altri prodotti. Le persone che conoscono Alexa devono avere familiarità con il fatto che gli assistenti vocali sono già integrati in una vasta gamma di prodotti come il frigorifero Family Hub di Samsung . Google ha anche annunciato il suo prodotto denominato Google Assistant Connect. L’idea alla base di questo è che i produttori creino dispositivi personalizzati che servono funzioni specifiche e sono integrati con l’Assistente.

Parlando del progresso dello sviluppo di app vocali , il settore dell’e-commerce vocale globale dovrebbe valere 40 miliardi di dollari entro il 2020, secondo il rapporto . Non solo, nel 2020 si prevede un maggiore interesse per lo sviluppo di dispositivi abilitati alla voce. Aumenta nei dispositivi di livello medio che hanno alcune funzionalità di assistente ma non sono altoparlanti intelligenti in piena regola.

Il cibo da asporto
Hai esaminato alcune previsioni chiave sul futuro degli assistenti vocali e dell’intelligenza artificiale. Tuttavia, diversi ostacoli che devono essere superati prima che i dispositivi abilitati alla voce vengano adottati in massa. Il progresso della tecnologia apre il futuro allo sviluppo di app vocali, in particolare in AI, NLP ( Natural Language Processing ) e apprendimento automatico.

L’intelligenza artificiale dietro di esso deve gestire sfide migliori come il rumore di fondo e gli accenti per costruire una solida esperienza di riconoscimento vocale. Innegabilmente, i consumatori sono diventati sempre più a proprio agio e fanno affidamento sull’uso della voce per parlare con i loro telefoni, dispositivi domestici intelligenti, veicoli, ecc. La tecnologia vocale è diventata un’interfaccia chiave per il mondo digitale e il design dell’interfaccia vocale e lo sviluppo di app vocali saranno più significativi richiesto.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi