Home / Economia / Anders Borg, ex ministro delle finanze svedese l’IA intelligenza artificiale è vitale per evitare la “tempesta perfetta” della disoccupazione

Anders Borg, ex ministro delle finanze svedese l’IA intelligenza artificiale è vitale per evitare la “tempesta perfetta” della disoccupazione

L’ex ministro delle finanze svedese: l’IA è vitale per evitare la “tempesta perfetta” della disoccupazione


Lezioni di fitness si svolgono online, bar e ristoranti stanno estendendo i servizi di consegna ai loro limiti e i responsabili della tecnologia si aspettano che il lavoro a distanza sarà una “caratteristica permanente” dopo che la polvere si sarà stabilizzata. Ma come faranno i paesi che sono stati gravemente colpiti da COVID-19 a riprendersi correttamente senza una solida base digitale su cui basarsi?

Perso nella digitalizzazione

Mentre parla con Anders Borg, ex ministro delle finanze svedese e consulente senior di IPsoft , ha riferito alcune sorprendenti correlazioni tra maturità digitale e occupazione, che possono essere rilevanti per le conseguenze di COVID-19. “Le società più tecnologicamente avanzate, come Svezia e Paesi Bassi, sono tutte aree ad alto tasso di occupazione”, afferma Borg, “i paesi europei più bassi nella stessa classifica occupazionale dell’OCSE sono la Grecia, l’Italia e la Spagna … questi paesi sono stati anche meno disposti a adotta la tecnologia, quindi è quasi una tempesta perfetta per loro. ” La misura della digitalizzazione di un paese è difficile da definire, ma se osserviamo le statistiche OCSE sulla proprietà dei computer di casa, ci sono alcune disparità chiare e preoccupanti. Il 92,8% della popolazione svedese possiede uno o più dispositivi informatici a casa, rispetto al 78,4% e al 72,5% rispettivamente in Spagna e in Italia.

Questa singola metrica mostra che quando si passa a un programma di lavoro a distanza nazionale, la Svezia ha un vantaggio immediato e cruciale su Spagna e Italia e può supportare molto più facilmente una forza lavoro digitale, una scuola online e una coesione sociale continua. Come osserva Borg, molte industrie hanno dovuto “abbattere qualsiasi ostacolo alla tecnologia: o agisci rapidamente o diventa una questione di sopravvivenza”, e l’adattamento alla tecnologia è stato certamente fatto a pezzi a livello di singola impresa. Ma senza un’infrastruttura digitale di base (più computer e Internet ad alta velocità in grado di supportare un’intera famiglia) non c’è modo di tenere a galla le industrie non essenziali di una nazione.

Fluidità digitale

Costruire un’infrastruttura di lavoro digitale sarà più facile per alcuni paesi rispetto ad altri, ma come sottolinea Borg, quei paesi che possono adattarsi bene “usciranno più rapidamente dalla crisi, [saranno] in grado di ridurre i costi e crescere, e che protegge i lavori. ” Mentre l’Italia e la Spagna possono fare fatica a mettersi al passo con paesi che hanno già una solida base digitale: gli investimenti nazionali della Svezia nelle TICnel 2009 era quasi un quarto del suo budget, rispetto al 13,7% e al 10,9% rispettivamente per Spagna e Italia – Borg sostiene che “qualsiasi paese può iniziare a riformarsi e trasformarsi” se è disposto ad adattarsi alla tecnologia, e sottolinea che questo tipo di adattamento è stato provato e testato prima. “Non è un caso che prima della grande depressione stessimo usando cavalli e carri e successivamente fossimo una società basata sull’auto”, afferma Borg, “questo è ciò che sta accadendo ora con l’IA e le tecnologie digitali”.

Nel Regno Unito, i leader aziendali stanno cogliendo l’occasione per adattarsi alle tecnologie di automazione e stanno guardando a un modello di lavoro molto diverso nel prossimo futuro. La mia azienda, Pod Group, ha condotto un sondaggio tra i leader del Regno Unito chiedendo loro le loro opinioni sull’automazione e ha scoperto che la maggioranza non è solo interessata all’automazione ma la persegue attivamente in questo momento. Il 73% dei leader del Regno Unito si aspetta che COVID-19 scateni una nuova ondata di tecnologia di automazione, con un incredibile 81% del settore dei viaggi e dei trasporti e l’85% del settore legale che supporta questa idea.

PROMOSSA

Una piattaforma di apprendimento online globale ampliata per studenti fuori scuola
Mentre questo aumento previsto dell’automazione è un concetto astratto, un effetto molto più tangibile dell’automazione è che oltre la metà (57%) degli intervistati ritiene che saranno automatizzati fino a 3 ruoli su 10, e il 62% ritiene COVID-19 accelererà i loro piani per automatizzare le attività manuali. Questo può sembrare un duro colpo per le persone che tornano al lavoro o cercano di trovare un nuovo lavoro, ma in effetti il ​​73% degli intervistati ritiene che la tecnologia di automazione aiuterà o sta già aiutando i dipendenti a realizzare il proprio potenziale e le proprie aspirazioni.

La digitalizzazione di determinati processi può anche aiutare a proteggere e conservare le industrie che sono sempre più influenzate dalla concorrenza globale, come spiega Borg. “L’intelligenza artificiale ti aiuta a ridurre i costi e a eliminare le attività amministrative di routine. In questo modo stai fondamentalmente salvaguardando posti di lavoro che altrimenti sarebbero stati offshored o sostituiti dalla concorrenza globale. ” Oltre a consentire a un’azienda di sopravvivere senza ricorrere a manodopera internazionale a basso costo, l’automazione garantisce che un’azienda o un settore possano competere sulla scena globale. Adottando la tecnologia di automazione, le aziende locali e nazionali forniscono lavoro alla loro popolazione che altrimenti sarebbe stata completamente eliminata e può costruire un’economia attorno a un’industria locale che ha effetti di più ampia portata. “Esistono molti lavori secondari creati attorno a un settore funzionale e competitivo”, afferma Borg,

Auto-nazione

Mentre i paesi più colpiti dall’Europa hanno faticato a digitalizzare fino ad ora, “le aziende si stanno ora adattando all’intelligenza artificiale in un modo che avrebbe impiegato anni a fare prima della crisi”, afferma Borg, e le aziende più lungimiranti stanno usando questo tempo per costruire un diverso tipo di forza lavoro da zero.

Con le industrie normalmente robuste a pezzi e i governi stanno lentamente scoprendo come procedere, ora è il momento di vedere quanto possiamo usare la tecnologia a nostro vantaggio. Come osserva Borg, “se adotti la tecnologia con successo avrai una bassa disoccupazione, un basso tasso di posti di lavoro scarsamente qualificati, ma costruirai anche una società che è a prova di futuro”. Con una crisi globale di così vasta portata da affrontare, la nostra società a prova di futuro potrebbe essere la cosa migliore che possiamo fare per aiutare il mondo del lavoro a riprendersi.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi