Lattuga vivente, giardinaggio verticale: questa startup utilizza l’intelligenza artificiale per l’agricoltura biologica

L’interesse e la popolarità dell’agricoltura biologica e sostenibile stanno aumentando drasticamente. Mentre i consumatori sono spesso scettici riguardo ai prodotti alimentari che consumano, Barton Breeze, con sede a Dubai e Nuova Delhi, coltiva cibo sicuro, delizioso e sano facendo affidamento su analisi e intelligenza artificiale. Offre prodotti di alta qualità coltivati ​​localmente in acque ricche di sostanze nutritive senza pesticidi. I raccolti vengono raccolti settimanalmente e consegnati ai punti vendita entro un paio d’ore.

Seguendo il principio della “lattuga viva”, segue un metodo in cui le radici vengono lasciate intatte, il che le fa durare più a lungo. La startup segue anche il giardinaggio verticale dove utilizza aiuole accatastate verticalmente, alte fino a cinque livelli utilizzando meno dell’1% dello spazio richiesto dalla coltivazione convenzionale, un bene prezioso nelle aree urbane densamente popolate.
Shivendra Singh, fondatore e CEO di Barton Breeze, che ritiene che in futuro le verdure arriveranno probabilmente dall’edificio accanto a te.

Il viaggio
Dopo essersi laureato all’IIM Ahmedabad, Singh ha iniziato a lavorare a un progetto pilota sull’idroponica e ha creato due fattorie di container a Dubai. “Durante questo periodo ho pensato, un paese come l’India con profondi cambiamenti climatici ha bisogno di questa tecnologia più di chiunque altro”, dice.

Poco dopo, Barton Breeze è stata fondata nel 2015 a Dubai, Emirati Arabi Uniti, con una missione per l’innovazione tecnologica in agricoltura. Come ricorda Singh, il viaggio inizialmente era impegnativo e ben previsto, ma con la giusta visione è diventato inarrestabile. Oltre alla mancanza di informazioni adeguate, disponibilità di fondi, volatilità del mercato, il compito di creare fiducia dei consumatori era fondamentale. Un’altra sfida era rappresentata dal fatto che l’idroponica era una nuova tecnologia da adattare e la qualità non professionale esistente e i prezzi elevati rendevano difficile trovare il cliente giusto sul mercato.

Superando queste sfide, Barton Breeze è ora il leader di mercato nel settore e ha esteso le operazioni in India.

FISSALO
La scienza dei dati e l’intelligenza artificiale sono al centro
Il team di Barton Breeze include esperti dalla scienza dei dati approfonditi all’ingegneria e dal marketing alla produzione. “Quando abbiamo iniziato, le persone non avevano idea di questa nuova tecnologia. E qualunque talento fosse disponibile, dovevano disimpararlo. Formando e costruendo il nostro personale da zero, ora siamo un team di sei membri principali, supportati da 25 aziende agricole sul campo “, ha aggiunto Singh.

Spiegando come Barton Breeze utilizza l’analisi e l’intelligenza artificiale per aumentare la produzione agricola, Singh condivide le aree come di seguito:

Fattorie intelligenti: ogni fattoria intelligente è supportata dall’esperienza del chief technology officer, un team di ricerca e sviluppo dedicato, scienziati delle piante, microbiologi, ingegneri meccanici e progettisti.
Architettura cloud e data center: Barton Breeze raccoglie centinaia di punti dati in ciascuna delle sue aziende agricole nel proprio data center, il che gli consente di alterare rapidamente il controllo di precisione interno per gusto, consistenza, colore e nutrizione. Aiuta anche a regolare variabili come temperatura e umidità per ottimizzare i raccolti. Barton raccoglie anche tutti i dati sulla resa e sul raccolto nel cloud per calcolare le proiezioni di vendita e le tendenze del mercato.
Utilizzo dell’intelligenza artificiale e dell’IoT (Internet of things): Barton utilizza un software con un dispositivo ritagliato sugli steli e sulle foglie di ogni pianta. Informa le esigenze nutritive o minerali delle piante.
Evidenziando altri luoghi in cui viene utilizzata l’intelligenza artificiale, Singh condivide di aver perfezionato il loro algoritmo per gusto, consistenza, colore e nutrizione ottimali in modo da poter assaporare la scienza del sapore in ogni delizioso boccone di verdure a foglia verde. “Lo facciamo sfruttando la scienza delle piante, l’ingegneria e l’illuminazione per ottimizzare i nostri impianti, utilizzando anche l’85% in meno di acqua, 5 volte la produttività e zero pesticidi”, ha aggiunto.

Condivide inoltre che Barton Breeze monitora attentamente la salute e la qualità delle piante quotidianamente per ottimizzare il gusto, la consistenza, il colore, la nutrizione e la resa per fornire un prodotto migliore utilizzando l’IA. “Le tecniche di coltivazione di Barton possono essere altamente personalizzate”, ha detto.

La startup ha anche sviluppato iFarm, un software AI basato su cloud per dati e output dell’azienda agricola. Consente ai clienti di ottenere tutti i dettagli della loro fattoria e produzione sul cloud a casa o in ufficio. “Il nostro dashboard aziendale e l’IoT utilizzano l’intelligenza artificiale e l’analisi dei dati per misurare importanti indicatori che aiutano nella pianificazione di cibo / colture e quindi aiutano a connettersi nell’ecosistema della sicurezza alimentare”, ha affermato.

Alcune aree in cui vengono utilizzati AI e IoT in Barton:

Sistema di avviso SMS
Funzione di registrazione dei dati
Monitoraggio e controllo in linea
Sistema di controllo basato su sensori
Sistema di gestione ambientale
Gestione della temperatura dell’acqua
Sistema di monitoraggio della luce solare
Sistema di gestione delle colture
Cruscotto di efficienza del sistema agricolo
Sistema di gestione della nutrizione
Il team Barton comprende membri con una profonda esperienza in scienza, ingegneria , tecnologia, sicurezza alimentare, fisiologia delle colture, microbiologia e altro ancora per aiutare a fornire soluzioni rapidamente implementabili e scalabili.

“Essendo i primi e unici nel segmento dell’agri-tech, noi di Barton Breeze stiamo cercando di creare e promuovere uno stile di vita sano” Per raggiungerlo, stiamo lavorando all’intero ecosistema sotto forma di B-FRESH, B- FARM e B-HOME “, condivide Singh.

Storia di crescita
Con nomi esperti e conosciuti nel team, Barton Breeze ha aumentato i membri del team, dopo COVID per aumentare il raggio d’azione. “Attualmente siamo in 10 stati e Barton Breeze sta progettando di entrare in altri cinque stati nei prossimi due mesi”, ha dichiarato Singh. La startup è orgogliosa di aumentare le query dei clienti del 200% e aumentare la consapevolezza dei consumatori di 10 volte dopo COVID.

Singh condivide inoltre che c’è stato un aumento del livello di interesse da parte degli investitori angelici e dei capitali di rischio per Barton Breeze con le chiamate VC aumentate del 150%. La startup sta chiudendo un finanziamento di 1,5 milioni di dollari entro quest’anno.

“Il nostro obiettivo è raggiungere una commercializzazione di 360 tonnellate all’anno entro la fine di marzo 2021 aggiungendo altri 25 clienti. Puntiamo a 50 crore di entrate @CAGR 800%. Avremmo anche inventato dieci nuove aziende agricole commercializzate oltre a fare ricerca e sviluppo su 50 varietà di colture “, ha concluso Singh con una nota ambiziosa.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi