Home / Economia / Bigeye raccoglie 45 milioni di dollari

Bigeye raccoglie 45 milioni di dollari

La piattaforma per l’osservabilità dei dati Bigeye ottiene $ 45 milioni 

La piattaforma di ingegneria della qualità dei dati Bigeye ha annunciato oggi di aver chiuso un round di serie B da 45 milioni di dollari guidato da Coatue, con la partecipazione degli investitori esistenti Sequoia Capital e Costanoa Ventures. L’azienda prevede di destinare il finanziamento, che porta il totale raccolto a 66 milioni di dollari, a ridimensionare il proprio team e la piattaforma con un’attenzione particolare alla creazione di flussi di lavoro collaborativi per l’affidabilità dei dati.

Le aziende spesso faticano a gestire vasti pool di dati archiviati su sistemi disparati on-premise e in cloud privati ​​e pubblici. Uno studio di PricewaterhouseCoopers e Iron Mountain ha rilevato che mentre il 75% dei leader aziendali ritiene di “sfruttare al meglio le proprie risorse informative”, in realtà solo il 4% è pronto per il successo. Mentre la pandemia accelera la trasformazione digitale e la posta in gioco nella gestione dei dati aumenta, l’osservabilità dei dati e gli strumenti di monitoraggio sono diventati di moda. Secondo un rapporto Honeycomb del 2020, l’80% dei team all’interno delle organizzazioni sta praticando, o intende praticare, l’osservabilità entro due anni .Bigeye è stata fondata nel 2019 da Kyle Kirwan ed Egor Gryaznov, che hanno gestito il primo data warehouse di Uber per il reporting e l’analisi dei dati. La piattaforma con sede a San Francisco, California, aumenta i dati degli strumenti con strumenti di monitoraggio e rilevamento delle anomalie, consentendo alle parti interessate di conoscere lo stato di salute dei dati tramite API e dashboard visivi.

“Con Bigeye, [abbiamo] creato una piattaforma di osservazione dei dati che consente a qualsiasi azienda di prevenire le interruzioni dei dati dei clienti, risparmiare costose ore di progettazione e creare maggiore fiducia nei dati”, ha detto Kirwan a VentureBeat via e-mail. “Gli strumenti [che] abbiamo sviluppato hanno aiutato Uber a scalare rapidamente la sua piattaforma di dati, garantendo al contempo l’affidabilità. Ora, [stiamo] applicando quelle lezioni e rendendole disponibili a tutte le aziende, anche a quelle senza le risorse di Uber”.

Rilevamento anomalie
Poiché i processi relativi ai dati rimangono un ostacolo nell’adozione di tecnologie come l’intelligenza artificiale, le soluzioni di osservabilità come Bigeye stanno attirando investimenti. C’è Aporia ,  Monte Carlo e  WhyLabs , una startup che sviluppa una soluzione per il monitoraggio dei modelli e la risoluzione dei problemi. Un altro rivale è Domino Data Lab , che afferma di impedire ai modelli di intelligenza artificiale di mostrare erroneamente pregiudizi o degradarsi.

Per quanto riguarda Bigeye, può rilevare e risolvere in modo proattivo i problemi relativi ai dati, consigliando e monitorando automaticamente le metriche chiave della qualità dei dati. Sotto il cofano, gli algoritmi di rilevamento delle anomalie si adattano ai cambiamenti nelle aziende senza richiedere la messa a punto manuale.

“Nella nostra missione di essere la piattaforma di osservabilità più profonda e accurata, Bigeye addestra modelli di rilevamento delle anomalie indipendenti per ogni attributo di dati tracciato sulla piattaforma. Decine di migliaia di modelli unici rilevano anomalie e imparano dal feedback degli utenti senza richiedere regolazioni manuali o congetture. Questi modelli sono il risultato di anni di ricerca e continuano a essere un’area chiave di investimento”, ha aggiunto Kirwan.

In ciascuno degli ultimi quattro trimestri, Bigeye, che ha una forza lavoro di 23 dipendenti che prevede di raddoppiare a circa 40 entro il 2022, afferma di aver aggiunto al suo elenco esistente di clienti attraverso e-commerce, istruzione e telecomunicazioni. Instacart, Crux e SignalFire e Udacity stanno usando Bigeye per monitorare i dati dietro i loro strumenti di analisi, mentre Clubhouse e Rev.com lo stanno usando per prevenire problemi di pipeline di dati dirompenti.

“Abbiamo iniziato il nostro viaggio con Bigeye come cliente. Siamo rimasti colpiti dalla forza della piattaforma, dal loro approccio unico e dal modo in cui tale approccio era direttamente correlato alla dimensione potenziale dell’opportunità di Bigeye”, ha dichiarato in una nota Caryn Marooney, general partner di Coatue. “Non vediamo l’ora di collaborare con Kyle, Egor e l’intero team mentre continuano a crescere”.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi