Home / AI Intelligenza Artificiale / Cosa Sono i token non fungibili NFT

Cosa Sono i token non fungibili NFT

Gli NFT stanno rendendo ricchi gli artisti: è la prossima bolla crittografica?

Le NFT hanno conquistato i titoli dei giornali con milioni di dollari di vendite record di arte digitale

Un token non fungibile (NFT) è un tipo speciale di token crittografico concepito per fornire la rappresentazione digitale unica di un dato oggetto, che questo sia virtuale o fisico.

Ultimamente i token non fungibili (NFT) hanno catturato i titoli dei giornali , con artisti come la pop star Grimes e il produttore di EDM 3LAU che hanno raccolto milioni di dollari dalla vendita delle loro opere collegate a questi token crittografici. Gli NFT sono entrati nel mercato nel 2017 come parte di “ crypto kitties ”, un gioco blockchain che utilizza oggetti da collezione di gatti digitali.

Tuttavia, nell’ottobre dello scorso anno, la casa d’aste d’arte Christie’s New York ha fatto la storia vendendo il primo NFT in assoluto collegato a un’opera d’arte fisica – Portraits of a Mind: Block 21, dell’artista londinese Benjamin Gentilli, venduto per oltre 130.000 dollari USA. Da allora la popolarità delle NFT è aumentata rapidamente.

Un’altra opera NFT da record, questa volta puramente digitale, è stata anch’essa venduta all’asta da Christie’s a un’offerta attuale di 3,25 milioni di dollari. Ciò ha portato a un aumento della capitalizzazione di mercato totale delle NFT a oltre 350 milioni di dollari in soli sei mesi e oltre. Quindi cosa sono esattamente i token non fungibili e sono una moda o una tecnologia rivoluzionaria?

Cosa sono gli NFT?
Per comprendere le NFT, dobbiamo prima capire cos’è la fungibilità. Un bene fungibile può essere sostituito con un altro bene identico, valuta o banconote come l’esempio più comunemente citato. Un bene non fungibile, invece, è un bene unico, distinguibile che non può essere sostituito in nessuna forma, come una casa o.

Le attività non fungibili, tuttavia, non hanno un sistema di scambio o valore standardizzato. Incorporando la tecnologia blockchain con l’attributo unico di queste risorse si ottiene un token non fungibile che può essere scambiato principalmente utilizzando la piattaforma blockchain di Ethereum , dandogli un mezzo di scambio e valore. Tuttavia, alcuni NFT sono basati su una tecnologia blockchain non basata su Ethereum, come dGoods basata sulla piattaforma EOS.IO.

Le due forme standardizzate di NFT create finora sono l’ERC-721 e l’ERC-1155. Il primo è il primo standard sviluppato ed è un bene puramente non fungibile. ERC-1155, d’altra parte, è un asset semi-fungibile, con un piccolo numero di token identici raggruppati come una classe unica di asset piuttosto che un singolo asset unico.

Dono o bolla?
I creatori su Internet, in particolare quelli che fanno arte digitale, hanno sempre lottato con il copyright e i plagi del loro lavoro. Da un lato, la maggior parte delle piattaforme di social media approva automaticamente il diritto di utilizzare i media caricati dagli utenti. D’altra parte, bastano pochi clic di un pulsante del mouse per fare una copia del supporto per il consumo privato, senza dover compensare il creatore.

NFT risolve questo problema agendo come un certificato di autenticità virtuale che essenzialmente lega l’ opera d’arte digitale originale con il token, fornendo così lo stesso status della firma di un artista sul lavoro fisico. E poiché il token esiste sulla blockchain , è immediatamente verificabile da chiunque su una rete pubblica e non può essere contraffatto.

Ciò consente ai creatori di diffondere liberamente copie del loro lavoro sui social media, poiché l’originale autentico conserva il suo valore in virtù della NFT assegnatagli. Il già citato ERC-1155 NFT è particolarmente utile come gettoni per set di opere d’arte in edizione limitata. Per collezionisti e acquirenti, siti web come Makerspace sono nati come un mercato per facilitare un processo molto più semplice e trasparente di acquisto e vendita di arte digitale, proprio come il trading di azioni finanziarie online. Eliminare gli intermediari di gallerie e curatori consente anche agli artisti che non sono stati in grado di scalare i ranghi dell’élite mondiale dell’arte, di mostrare il loro lavoro a un pubblico molto più ampio di prima e guadagnare un reddito considerevole.

Tuttavia, ci sono preoccupazioni sul fatto che il valore di NFT alle stelle sia una bolla speculativa precariamente fragile che potrebbe crollare in qualsiasi momento, trascinando con sé gli investitori. Ci sono anche critici della scarsità digitale prodotta su cui gli NFT basano il loro valore . Inoltre, la recente popolarità della tecnologia ha visto le sue piattaforme essere inondate da centinaia di migliaia di opere che impediscono a molti di essere effettivamente visti da potenziali collezionisti o acquirenti.

Un’altra preoccupazione è l’impatto ambientale delle NFT a causa della forte dipendenza dalla tecnologia blockchain.

Il fondatore del Robert Alice Project e l’artista dietro la famosa opera d’arte Portraits of a Mind: Block 21, Benjamin Gentilli , ha parlato ad Analytics India Magazine delle sue opinioni su queste preoccupazioni. Ha convenuto che la speculazione e l’inflazione sono “fondamentalmente corrosive per l’arte”, ma rimane fiducioso che il mercato NFT godrà di una crescita più lunga e più stabile una volta che l’interesse eccessivo sarà morto.

L’artista, editorialista, commerciante e collezionista veterano Kenny Schachter , uno dei primi ad adottare l’arte digitale e un sostenitore vocale degli NFT, ha dichiarato ad Analytics India Magazine che “ovviamente, alcuni NFT sono ampiamente sopravvalutati”, ma ha ribadito che i mercati maturi vedono speculazioni simili in titoli sopravvalutati. Ciò influisce sui mercati nel loro complesso; tuttavia, ha detto che alcuni prezzi gonfiati non dovrebbero essere un motivo per mettere da parte le NFT come mezzo, e non vede la situazione attuale come una bolla.

Avendo lavorato con l’arte digitale dagli anni ’90, crede che gli NFT siano stati il ​​”primo sistema di consegna significativo ed efficace per acquistare e raccogliere tali opere” che ha visto da allora. Ha inoltre affermato che non è più saturo del mondo reale e che molti potrebbero passare inosservati, ma la domanda crescerà solo da qui in poi, per il prossimo futuro.

Il futuro di NFT
Mentre è davvero vero che gran parte del valore in token non fungibili è generato da valore speculativo, le più grandi criptovalute , Bitcoin ed Etherium, e persino Dogecoin, hanno iniziato allo stesso modo e due di loro sono ora diventati mezzi di scambio globali. Se la domanda continua a crescere nel mercato NFT, valuterà i nuovi investitori poiché è principalmente un mercato riflessivo. E non sono solo gli artisti a trarre profitto dalla tecnologia. Gentilli definisce gli NFT una “creazione di valore programmabile a lungo termine per gli artisti” e afferma che “a lungo termine penso che gli NFT aiuteranno a rivoluzionare l’arte, i giochi e l’identità online. Non è lontano dal segno.

Le società di giochi, le nuove piattaforme di ” proprietà immobiliare virtuale ” e persino l’ NBA hanno escogitato modi per utilizzare gli NFT a proprio vantaggio. E ora, gli sviluppatori di criptovaluta e blockchain hanno un mercato completamente nuovo per costruire ed espandere i loro prodotti, oltre al software per lo più open source libero da restrizioni API.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi