Home / medicina / COVID-19 Il governo britannico guarda all’intelligenza artificiale per valutare i possibili effetti collaterali dei vaccini Covid

COVID-19 Il governo britannico guarda all’intelligenza artificiale per valutare i possibili effetti collaterali dei vaccini Covid

Il governo britannico intende impiegare i sistemi di intelligenza artificiale nella revisione di possibili problemi di sicurezza per le vaccinazioni Covid-19. Il governo del Regno Unito ha in programma di essere pronto per una campagna di vaccinazione di massa, ogni volta che i vaccini saranno disponibili, entro il prossimo Natale . Affinché questo compito complesso possa essere svolto in modo sicuro ed efficace, coloro che ricevono le iniezioni devono essere monitorati per potenziali effetti collaterali, qualcosa di meglio fatto con l’IA.

Mentre i casi di coronavirus aumentano negli Stati Uniti e in tutto il mondo, verso la stagione invernale, gli scienziati continuano a lavorare duramente cercando di fornire un vaccino il più rapidamente possibile. Un vaccino per Covid-19 sarà il risultato di lunghe settimane di lavoro e miliardi di dollari investiti dai governi di tutto il mondo. Tuttavia, i primi vaccini da consegnare al pubblico possono essere meno efficaci e potenzialmente avere più effetti collaterali rispetto a un vaccino tipico, a causa della velocità con cui sono stati prodotti i vaccini.

Gli esperti di vaccini avvertono che in primavera, la situazione dei vaccini potrebbe essere abbastanza confusa . Potrebbero facilmente esserci diversi vaccini tra cui scegliere, con diversi livelli di efficacia. Inoltre, alcuni dei vaccini potrebbero essere ritirati improvvisamente dal mercato a causa della scoperta di effetti collaterali. Secondo il dottor Gregory Poland tramite il New York Times, direttore del Vaccine Research Group presso la Mayo Clinic, molte persone devono ancora comprendere la complessità e la confusione che potrebbero verificarsi entro il primo trimestre del 2021. Quanto sono efficienti i governi nella gestione il lancio dei vaccini avrà un impatto sostanziale sulla rapidità con cui la pandemia sarà contenuta e sulla velocità con cui la vita tornerà alla normalità.

Al fine di gestire meglio questa situazione potenzialmente caotica e confusa, il governo del Regno Unito sta impiegando algoritmi di intelligenza artificiale per monitorare la comparsa di eventuali effetti collaterali in coloro che inizialmente ricevono i vaccini. I vaccini saranno stati sottoposti a test approfonditi sia per la sicurezza che per l’efficacia nel momento in cui saranno approvati per l’uso generale dai regolatori medici del Regno Unito. Nonostante ciò, il governo del Regno Unito sta ancora operando con cautela, mirando a cogliere segni di effetti collaterali potenzialmente dannosi non appena compaiono.

Secondo Fortune , il principale organismo di regolamentazione medica del Regno Unito, la Medicines and Healthcare Product Regulatory Agency (MHRA), è preoccupato che gli attuali metodi di identificazione delle reazioni avverse ai farmaci non siano attrezzati per gestire la situazione imminente. Il sistema potrebbe essere troppo lento per segnalare potenziali problemi di sicurezza, sopraffatto dal numero di eventi che deve monitorare.

Al fine di migliorare l’efficienza del processo di segnalazione degli “eventi avversi”, l’MHRA utilizza l’intelligenza artificiale per automatizzare molte parti del sistema di rilevamento e segnalazione degli effetti collaterali. La MHRA ha donato circa 2 milioni di dollari a Genpact, una società di outsourcing dei processi aziendali. Genpact avrà il compito di progettare l’apprendimento automaticoalgoritmi destinati a raccogliere rapporti sugli effetti collaterali e identificare eventuali problemi di sicurezza importanti. È probabile che gli algoritmi di apprendimento automatico siano sistemi di classificazione basati su varie caratteristiche dei rapporti sugli effetti collaterali, come mal di testa o stanchezza. Gli operatori sanitari raccolgono segnalazioni di eventi avversi, raccogliendo dati come l’età e il sesso del paziente, il nome commerciale del vaccino, l’ora e la data di somministrazione, i sintomi, i risultati dei test medici e i risultati di laboratorio. Questi rapporti vengono inviati ad agenzie come l’MHRA che li raccolgono in database.

Come riportato dal Financial Times , l’MHRA ha affermato che con le tipiche campagne di vaccinazione ci sono da circa 50,00 a 100.000 effetti collaterali per ogni 100 milioni di dosi di vaccino, data una tempistica di vaccinazione da sei a dodici mesi.

L’uso di algoritmi di apprendimento automatico da parte di Genpact e MHRA per monitorare gli effetti collaterali dei vaccini è solo un esempio di una tendenza più ampia nell’impiego dell’IA per verificare i possibili effetti collaterali dei farmaci.

Secondo Healthcare It News, l’MHRA afferma che al momento non stanno anticipando problemi di sicurezza specifici relativi ai vaccini Covid-19 e che i vaccini avranno il profilo di sicurezza generale di altri vaccini simili. Ha spiegato l’MHRA :

“Lo scopo dello strumento di intelligenza artificiale che stiamo introducendo come parte del nostro sistema di cartellino giallo è di aiutarci a valutare rapidamente tali rapporti dopo l’approvazione e non come parte del processo di approvazione. Un vaccino COVID-19 verrà utilizzato solo dopo che sarà stato dimostrato di essere sicuro ed efficace attraverso solidi studi clinici e approvato per l’uso dall’autorità competente per il rilascio delle licenze “.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi