DALL-E rappresenta una minaccia per i lavori dei designer? 
Le immagini possono essere create a un’ipervelocità, scala e quantità che gli esseri umani non sono costruiti per elaborare.
 
DALL-E 2 , l’ultima iterazione del sistema AI di OpenAI che crea immagini da prompt testuali in linguaggio naturale, ha rotto Internet e per le giuste ragioni. Per mostrare il potenziale del sistema, Sam Altman , CEO di OpenAI, ha sollecitato idee dal pubblico: suggerimenti fantasiosi come “una crociera di squali e delfini mano nella mano con una città sottomarina sullo sfondo” o “un detective di conigli seduto su una panchina del parco e leggere un giornale in un ambiente vittoriano’ è venuto come suggerimenti. I risultati hanno portato le persone a chiedersi se DALL.E, o strumenti di intelligenza artificiale simili, potrebbero sostituire i designer umani.


DALL·E 2 apprende la relazione tra le immagini ei messaggi di testo. Il processo inizia con uno schema di punti casuali e si sviluppa verso l’immagine finale utilizzando un processo chiamato diffusione. La nuova iterazione include anche un’opzione di modifica. DALL.E 2 può rispondere ai sottotitoli in linguaggio naturale per aggiungere e rimuovere elementi tenendo conto di ombre, riflessi e trame. DALL-E 2 genera immagini più realistiche e accurate con una risoluzione 4 volte maggiore rispetto a DALL·E. 


Quanto è credibile la minaccia
Alex Nichol, uno dei ricercatori DALL-E , ha affermato che strumenti come DALL.E 2 democratizzano il processo di progettazione. Ma mette a rischio i lavori dei designer? Qual è esattamente il danno collaterale di questa tecnologia? “Le domande che si pongono gli esseri umani sono: il mio lavoro è fattibile? La mia professione è a rischio? E sfortunatamente, questa è solo una serie diversa di domande che le aziende si pongono: possiamo fare qualcosa di più veloce, più economico, più automatizzato? ha affermato George Baily , product marketing manager di FintechOS. 

Le immagini generate da DALL-E possono essere un valido sostituto di costose foto stock. I principali fattori in gioco qui sono la velocità e la scala. “Come individuo che desidera una serie di illustrazioni interessanti in uno stile particolare o che ha dieci idee per un nuovo logo o un banner pubblicitario veloce per la mia campagna sui social media, non voglio avere una discussione emotiva con il mio designer sulla loro creatività. Non deve essere perfetto, deve solo esserlo. Queste immagini possono essere create a un’ipervelocità, scala e quantità che gli esseri umani non sono costruiti per elaborare”, ha affermato. 


Gary Marcus , scienziato e autore di Rebooting AI, ha dichiarato: “DALL-E è probabilmente meglio utilizzato come fonte di ispirazione piuttosto che come strumento per i prodotti finali. Puoi dire qualcosa come “una barca sul mare, in stile Van Gogh” e ottenere qualcosa di bello. Ma se si vuole cambiare il prodotto finale, magari in “una barca sul mare ma con cinque persone anziché 4, con la persona più alta davanti e quella più bassa dietro, con la stessa barca, ma dipinta di marrone, e uno sfondo leggermente più scuro”, il sistema probabilmente non capirà la lingua abbastanza bene da soddisfare le tue specifiche esatte”.


Il problema con DALL.E 2
Gary Marcus si è anche rivolto a Twitter per evidenziare gli svantaggi del modello, come la difficoltà di mettere a punto l’output in base a esigenze specifiche; comprensione superficiale della lingua; e difetti compositivi. 

Il matematico Jeremy Kahn ha affermato che il sistema spesso non riesce a rendere dettagli come l’illuminazione o l’ombra in scene complesse: DALL.E non è nemmeno bravo a unire i bordi o a comprendere gli attributi di rilegatura. Alex Nichol ha discusso alcuni esempi: ha chiesto allo strumento di “mettere la Torre Eiffel sulla luna”, e ha messo la luna nel cielo sopra la torre. Quindi, ha suggerito un “soggiorno pieno di sabbia” e ha generato una scena che assomigliava a un cantiere edile piuttosto che a un soggiorno. 


Il sistema di intelligenza artificiale mette anche in risalto l’idea dell’arte. “Ciò che rende l’arte preziosa è che gli artisti hanno un costo opportunità nel fare quell’arte. È un sacrificio di qualcos’altro nella loro vita. L’arte dell’IA viene gonfiata all’istante. Tutti possono ottenere un bel dipinto con un clic del pulsante. Non prezioso”, ha detto un commentatore in un thread di notizie di hacker.

Secondo OpenAI, DALL-E mostra come esseri umani fantasiosi e sistemi intelligenti possono lavorare insieme per creare cose nuove, amplificando il nostro potenziale creativo. Possiamo tranquillamente concludere che DALL.E non è Picasso, ma il sistema di intelligenza artificiale può creare arte concettuale affascinante con il giusto input e il gioco combinatorio. 

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi