Home / APP Ai / Hewlett Packard Enterprise HPE consentirà l’elaborazione dei dati in tempo reale con un edge computing commerciale avanzato nello spazio

Hewlett Packard Enterprise HPE consentirà l’elaborazione dei dati in tempo reale con un edge computing commerciale avanzato nello spazio

HPE lancia il primo sistema di edge computing commerciale in-space per accelerare l’esplorazione dello spazio

Hewlett Packard Enterprise (HPE) ha annunciato che per la prima volta consentirà l’elaborazione dei dati in tempo reale con un edge computing commerciale avanzato nello spazio. La mossa accelererà l’esplorazione dello spazio e migliorerà l’autosufficienza per gli astronauti.

Spaceborne Computer è stato installato sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) come parte di una missione di un anno.

Utilizzando SBC-2, gli astronauti e i ricercatori della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) saranno ora in grado di elaborare i dati ai margini e accelerare il time-to-insight da mesi a minuti su vari esperimenti, dall’elaborazione di immagini mediche e sequenziamento del DNA alla chiave di sblocco approfondimenti dai volumi di sensori remoti e satelliti.

SBC-2 è prevista per il lancio in orbita il 15 ° Northrop Grumman Resupply Mission to Space Station (NG-15) il 20 febbraio e sarà disponibile per l’uso a bordo della Stazione Spaziale Internazionale per i prossimi 2-3 anni.

La sonda NG-15 è stata chiamata “SS Katherine Johnson” in onore di Katherine Johnson, un matematico nero della NASA che è stato fondamentale per il successo iniziale del programma spaziale.

SBC-2 offrirà il doppio della velocità di elaborazione con funzionalità di edge computing appositamente progettate potenziate dal sistema HPE Edgeline Converged Edge e dal server HPE ProLiant per acquisire ed elaborare i dati da una gamma di dispositivi, inclusi satelliti e telecamere, ed elaborarli in tempo.

Spaceborne Computer-2 è dotato di unità di elaborazione grafica (GPU) per elaborare in modo efficiente dati ad alta intensità di immagini che richiedono una risoluzione dell’immagine più elevata, come riprese di calotte polari sulla terra o raggi X medici. Le funzionalità della GPU supporteranno anche progetti specifici che utilizzano tecniche di intelligenza artificiale e apprendimento automatico.

“Il vantaggio più importante nel fornire un’elaborazione affidabile nello spazio con Spaceborne Computer-2 è rendere le informazioni in tempo reale una realtà. Gli esploratori spaziali possono ora trasformare il modo in cui conducono la ricerca basata su dati prontamente disponibili e migliorare il processo decisionale “, ha affermato il dott. Mark Fernandez, architetto di soluzioni, Converged Edge Systems presso HPE e ricercatore principale per Spaceborne Computer-2.

“Siamo onorati di rendere possibile l’edge computing nello spazio e attraverso le nostre partnership di lunga data con la NASA e il laboratorio nazionale statunitense della Stazione Spaziale Internazionale, non vediamo l’ora di fornire nuove opportunità di ricerca entusiasmanti per fare scoperte rivoluzionarie per l’umanità”, ha aggiunto.

HPE sta fornendo le stesse tecnologie di edge computing destinate ad ambienti remoti e ostili della terra come raffinerie di petrolio e gas, impianti di produzione o missioni di difesa, nello spazio.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi