Home / Società / I 7 progetti governativi nell’AI più importanti per l’intelligenza artificiale

I 7 progetti governativi nell’AI più importanti per l’intelligenza artificiale

Le 7 soluzioni AI guidate dal governo più promettenti

Mentre il 21 ° secolo infuria, il successo e il fallimento delle nazioni dipendono non solo dalla loro cittadinanza e dalla leadership governativa, ma fortemente dalle visioni tecnologiche che i paesi abbracciano. Se una nazione prende l’approccio di sedersi o stare ferma mentre l’automazione e l’intelligenza artificiale avanzano a ritmi sempre crescenti, quella nazione è destinata a rimanere indietro. Tuttavia, se un paese abbraccia l’IA e dedica risorse significative e menti di alto livello all’implementazione etica, quel paese è destinato a essere un leader per i decenni a venire.

Recentemente Steve Mills, Chief AI Ethics Officer & Leader for Artificial Intelligence in the Public Sector, e Partner di Boston Consulting Group ha affermato in modo abbastanza eloquente “L’intelligenza artificiale è diventata un palcoscenico per la competitività economica e tecnologica nazionale globale. Questo va oltre le nazioni che catturano una parte della mercato dell’IA ampio e in rapida crescita. L’IA è pronta a trasformare quasi tutti i settori. È imperativo che le nazioni si posizionino per integrare l’IA in questi settori. In particolare quei settori che sono economicamente importanti per loro. In caso contrario, la loro competitività potrebbe erodersi posizione, creando opportunità per altre nazioni tecnologicamente più avanzate per colmare il vuoto Non si tratta solo di un potenziale di rialzo mancato dal nuovo mercato dell’IA.Riguarda anche il rischio di ribasso per ogni altro settore che è economicamente importante per una nazione “.

Cosa ci vuole per essere una di queste nazioni leader? Per trovare questa risposta, diamo un’occhiata alle 7 soluzioni di IA governativa più promettenti in tutto il mondo.

  1. Centro comune di intelligenza artificiale del Dipartimento della difesa degli Stati Uniti

Il Joint Artificial Intelligence Center del Pentagono sta costruendo il suo successo e si sta muovendo verso quello che il suo Direttore, il Tenente Gen. Michael Groen del Corpo dei Marines, chiama “JAIC 2.0”. Vuole che gli Stati Uniti accelerino l’implementazione dell’IA all’interno del DoD. Il tenente generale Groen ha anche supervisionato la concessione di 100 milioni di dollari a Deloitte Consulting per creare una Fondazione comune congiunta per aiutare a organizzare la fabbrica di intelligenza artificiale del Pentagono, proteggerla dagli intrusi, dirigere i suoi lavoratori e testare i suoi prodotti. Come ho scritto all’infinito, i paesi porteranno sempre avanti la loro visione collaborando con successo con il settore privato.

  1. Crescita digitale della Danimarca

Il governo danese ha stanziato 134 milioni di dollari entro il 2025 come parte della loro nuova strategia di crescita digitale. L’obiettivo della strategia della Danimarca per la crescita digitale è fare della Danimarca un pioniere nella rivoluzione digitale per sviluppare ricchezza per ogni cittadino danese.

Sembra fantastico, ma cosa esiste all’interno dei loro confini per renderlo realtà? PerLasse Grøn Christensen, Tech Team Leader di Invest in Denmark, ha dichiarato: “La Danimarca detiene roccaforti internazionali nella ricerca nell’area dei big data, dell’intelligenza artificiale, dell’apprendimento automatico e della crittografia, solo per citarne alcuni, e offre uno sviluppo software di livello mondiale pool di talenti. La forte attenzione del governo danese per aumentare il numero di laureati con un background STEM e per garantire un accesso più facile alle competenze IT sarà cruciale per la crescita digitale della Danimarca e un fattore decisivo per le aziende alla ricerca di posizioni per creare nuove strutture di ricerca e sviluppo “.

  1. Strategia nazionale per l’IA dell’Estonia

L’Estonia ha un obiettivo di almeno 50 casi d’uso dell’IA entro la fine dell’anno, basandosi sui suoi attuali 30. L’Estonia ha creato una strategia nazionale per l’IA, che ha portato a un piano nazionale per promuovere l’implementazione di soluzioni di IA sia nel settore pubblico che in quello privato . In parte, il governo estone investirà 10 milioni di euro fino al 2021 per spingere verso la piena attuazione di questa strategia nazionale di IA.

Il governo si sta inoltre concentrando sul proprio sistema educativo nazionale tenendo presente l’IA. L’Estonia ha iniziato un cambiamento con la creazione di un programma di studi specialistici di Master of Science nel campo della Data Science, compresa l’intelligenza artificiale. La nazione inizierà a includere l’IA nel curriculum di tutte le scuole di istruzione generale. Questo è un buon senso, ma un approccio brillante per vincere il futuro in Danimarca. Iniziando la loro giovinezza in questi campi attraverso la scuola, l’Estonia può garantire una grande forza di banco e una generazione istruita e pronta di menti AI a venire.

  1. Strategia nazionale di intelligenza artificiale artificiale di Singapore

Lo scorso autunno il governo di Singapore ha annunciato una strategia nazionale di intelligenza artificiale per trasformare l’economia di Singapore e migliorare la vita dei cittadini. I pilastri di questa iniziativa nazionale sono i trasporti e la logistica, le città e le proprietà intelligenti, l’assistenza sanitaria attraverso la previsione e la gestione delle malattie croniche, l’istruzione e la sicurezza.

Singapore, come gli Stati Uniti, ha anche collaborato con successo con il settore privato per promuovere la sua agenda nazionale di IA. Nel 2016, come precursore della Nation Artificial Intelligence Strategy, il governo di Singapore ha collaborato con Microsoft al programma Conversations as a Platform di Microsoft per creare servizi di governo digitale di nuova generazione per una nazione intelligente.

  1. Piano di sviluppo dell’intelligenza artificiale di prossima generazione in Cina

Il governo cinese non è stato timido nell’affermare che i suoi obiettivi sono di iscrivere i migliori talenti di intelligenza artificiale del mondo, rafforzare la formazione della loro forza lavoro domestica di IA e guidare il mondo in leggi, linee guida e standard morali che promuovono il miglioramento dell’IA. La Cina, più di qualsiasi altro paese sulla Terra, crede che l’IA abbia il potere di riorganizzare completamente la struttura di potere dei SuperPoteri sulla Terra.

Il loro piano di sviluppo dell’intelligenza artificiale di nuova generazione è il più ” completo di tutte le strategie nazionali di IA, con attività e obiettivi per la ricerca e lo sviluppo, l’industrializzazione, lo sviluppo dei talenti, l’istruzione e l’acquisizione di competenze, la definizione di standard e regolamenti, norme etiche e sicurezza. “Il governo cinese si è impegnato a sviluppare un settore dell’IA del valore di 1 trilione di RMB, con iniziative correlate del valore di 10 trilioni.

  1. Strategia nazionale di IA dell’Arabia Saudita

L’Arabia Saudita si sta facendo strada costantemente in prima linea nel movimento globale di intelligenza artificiale, annunciando che investirà 20 miliardi di dollari in progetti di intelligenza artificiale entro il 2030. Al recente vertice globale sull’intelligenza artificiale, Sua Altezza Reale il Principe Mohammed bin Salman bin Abdulaziz, il Principe Ereditario , ha dichiarato “L’anno 2020, senza dubbio, è stato un anno straordinario per testare il potenziale dell’IA, mentre assistiamo alla formazione di una nuova normalità globale che sta ridefinendo i nostri modi di vivere, lavorare e apprendere”.

L’Arabia Saudita è un altro paese che fa leva sul potere delle partnership pubblico-privato. Il paese ha creato iniziative di sensibilizzazione con la Banca mondiale, l’ITU e le Nazioni Unite. La nazione comprende anche che il governo da solo non può creare e promuovere l’IA che fa avanzare il paese nel suo insieme. Il buy-in e la partecipazione del settore privato e del pubblico nel suo insieme sono fondamentali.

  1. Investimento dell’IA del Canada nella ricerca e nei talenti

Il 2017 è stato un anno fondamentale per l’IA canadese. Il governo del Canada ha incaricato CIFAR di sviluppare e guidare una strategia di intelligenza artificiale pan-canadese da 125 milioni di dollari. All’epoca, questa era la prima strategia nazionale di IA al mondo.

Il Canada vuole sfruttare l’intelligenza artificiale per migliorare la salute dei suoi cittadini attraverso la sua Task Force AI4Health. Il paese si impegna inoltre a includere l’IA nei propri sistemi educativi per creare le generazioni future di ricercatori e menti migliori. Con entità come l’Alberta Machine Intelligence Institute (AMII) di Edmonton, il Vector Institute di Toronto e MILA a Montreal, il Canada è pronto a guidare le iniziative di IA per i decenni a venire.

Una serie di passaggi strategici di adozione per supportare l’uso dell’intelligenza artificiale in conformità con le road map nazionali saranno evidenziati nella prossima tavola rotonda globale sull’intelligenza artificiale e sulla competitività e resilienza nazionale digitale. BCG in collaborazione con il Centro internazionale di ricerca sull’IA sotto l’egida dell’UNESCO convocerà per la prima volta la comunità politica internazionale per avere un dialogo peer-to-peer su iniziative strategiche di IA a livello nazionale. Riunirà esperti e leader di IA a livello nazionale di tutto il mondo per discutere una varietà di argomenti relativi alle iniziative di IA a livello nazionale.

Preparare e sviluppare il talento digitale

Allora, cosa possono fare gli altri paesi per far parte di una lista come questa e preparare i loro governi e la cittadinanza per il futuro? Devono prima aumentare le major specializzate in IA per accelerare la crescita della loro forza lavoro IA domestica. La crescita dovrebbe essere condotta attraverso un’IA trasversale e una specializzazione settoriale, in base a dove l’IA può portare il maggiore impatto e dove si trovano le priorità e i punti di forza del paese. Sebbene questo sia un obiettivo a lungo termine, la maggior parte dei paesi attualmente non dispone della base di talenti necessaria per massimizzare i vantaggi che l’IA può fornire loro in termini di competitività. Per colmare questa lacuna, i governi potrebbero dover coinvolgere talenti stranieri per iniziare a sviluppare un ecosistema di intelligenza artificiale nazionale. Ciò può essere ottenuto offrendo forti incentivi, come la creazione di interessanti programmi di ricerca,

Sviluppare un ecosistema AI nazionale

Una prima priorità per i governi sarebbe quella di concentrarsi sullo sviluppo delle infrastrutture per consentire alle diverse parti interessate di sviluppare il settore dell’IA.

Inoltre, le agenzie governative, le imprese e le istituzioni accademiche devono essere in grado di accedere a piattaforme in cui possono scambiare conoscenze, esperienze e migliori pratiche, pur avendo l’opportunità di formare reti e costruire partnership. Ove possibile, le soluzioni di IA dovrebbero essere adottate in tutti i settori, il che accelererebbe lo sviluppo di casi d’uso e ridurrebbe i costi.

Per riuscire a promuovere l’adozione a livello nazionale, i governi devono creare incentivi per gli operatori storici del settore che potrebbero essere leader del settore nazionale che attualmente rappresentano alcuni dei punti di forza economici del paese. Un incentivo potrebbe essere lo sviluppo di politiche sui dati aperti con i governi che rendano disponibili alcuni dei loro dati con le disposizioni sull’anonimizzazione e sulla privacy. L’imprenditorialità dovrebbe anche essere promossa per consentire agli attori nuovi e esistenti di innovare. I governi possono fornire supporto facilitando l’accesso ai finanziamenti e all’ecosistema più ampio.

Politica e regolamentazione

Infine, dovrebbe essere stabilito un quadro di governance inclusivo. Le principali parti interessate coinvolte nell’elaborazione delle politiche in materia di IA dovrebbero essere raccolte per assetto istituzionale di ciascun paese. Al centro di questa fondazione deve esserci la definizione di politiche di ricerca e innovazione che siano eque, etiche e strategicamente implementate. Quindi, i settori prioritari dovrebbero essere sviluppati per fornire finanziamenti diretti a breve e lungo termine a progetti e innovazioni ritenuti nel migliore interesse del governo e del paese nel suo insieme.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi