Home / Economia / La piattaforma di sviluppo della visione artificiale CrowdAI raccoglie 6,25 milioni di dollari

La piattaforma di sviluppo della visione artificiale CrowdAI raccoglie 6,25 milioni di dollari

CrowdAI , una piattaforma di sviluppo della visione artificiale , ha annunciato oggi di aver chiuso un round di finanziamento di serie A da 6,25 milioni di dollari guidato da Threshold Ventures. La raccolta fondi coincide con il lancio della nuova soluzione della startup che consente ai clienti di creare AI che analizza immagini e video.

Il divario di competenze in materia di intelligenza artificiale rimane un ostacolo significativo all’adozione nella maggior parte delle imprese, secondo un sondaggio O’Reilly del 2020 . Poco più di un sesto degli intervistati ha citato la difficoltà nell’assumere esperti come ostacolo all’implementazione dell’IA nelle proprie organizzazioni. In un rapporto separato , questo di Deloitte, il 23% degli utenti “esperti” di IA ha definito “estremo” il divario tra le loro esigenze di IA e le capacità attuali.

Devaki Raj ha fondato CrowdAI nel tentativo di eliminare i blocchi dell’adozione specificamente nell’area della visione artificiale. Prima di iniziare CrowdAI, Raj ha studiato statistica e machine learning a Oxford, dove ha conseguito un master prima di lavorare su Maps e Android presso Google. Ha lasciato Google 5 anni fa per lanciare CrowdAI insieme a Nicolas Borensztein e Pablo Garcia.

Borensztein aveva precedentemente fondato e venduto la piattaforma pubblicitaria Ember ad Adaptive Media, mentre Garcia lavorava per Google nel team dell’API di AdWords per la creazione di pipeline di dati.

CrowdAI aiuta a sviluppare modelli di visione artificiale per clienti principalmente nei mercati assicurativi, finanziari e tecnologici. La prima iterazione della piattaforma si è concentrata sulla riduzione del time-to-value per sviluppatori e data scientist che hanno familiarità con le integrazioni ei flussi di lavoro dell’IA, ma l’ultima versione di CrowdAI, disponibile nelle versioni gratuite e aziendali, non richiede codifica.

“Il nostro modello di business non consiste nel vendere modelli già addestrati, al contrario. Il nostro obiettivo è fornire una piattaforma per esperti in materia che non siano data scientist per costruire i propri modelli che risolvano il loro problema specifico “, ha detto Devaki Raj a VentureBeat via e-mail. “Ad esempio, i servizi di distribuzione del gas naturale sono sottoposti a un’enorme pressione da parte dell’opinione pubblica per identificare e mitigare le perdite e i microleak da migliaia di miglia di gasdotti e infrastrutture correlate. Queste perdite sono facili da vedere sul video termico, ma rivedere tutto quel filmato in tempo reale non è scalabile. Utilizzando la visione artificiale, un modello di apprendimento automatico potrebbe esaminare terabyte di immagini ogni giorno alla ricerca di perdite di metano in modo che gli esseri umani non debbano farlo “.

Controverso, CrowdAI ha stipulato contratti con le forze armate statunitensi, incluso uno con l’aviazione americana, per trasformare i dati satellitari pubblici in informazioni di combattimento come parte di un prototipo. (La storia di CrowdAI con l’Air Force è iniziata nel 2018, quando ha partecipato alla coorte inaugurale dell’Hyperspace Challenge dell’Air Force Research Lab .) La compagnia ha proposto di evidenziare schemi, movimenti e cambiamenti nelle mappe utilizzate dagli aviatori che altrimenti potrebbero passare inosservati, oltre a compilare, analizzare e mappare le regioni in cui operano le forze armate statunitensi.

In campi davanti ad accademici, appaltatori, investitori e ufficiali di acquisizione dell’Air Force, CrowdAI ha dimostrato la sua tecnologia identificando le inondazioni all’indomani dell’uragano Harvey, l’entità dei danni dopo gli incendi e gli edifici dopo i bombardamenti ad Aleppo. In una presentazione, Raj ha mostrato la piattaforma mappando tutte le principali strade in Siria entro sei ore.

In una precedente intervista con Wired, Raj ha rifiutato di dire quali applicazioni della piattaforma CrowdAI considerava off limits. Ma un portavoce di CrowdAI ha chiarito che la compagnia attualmente non ha un contratto con l’Air Force per approfondimenti sul combattimento.

“Il nostro obiettivo è fornire alla prossima generazione di dipendenti la possibilità di istruirsi su come la visione artificiale può potenziarli”, ha affermato Raj. “Non si tratta di insegnare informatica o intelligenza artificiale di per sé, ma dotarli di quelle capacità in modo che possano riconoscere dove nel loro flusso di lavoro l’IA può essere il loro partner”.

Si è dimostrata una strategia vincente. CrowdAI afferma di aver visto un aumento del 200% della sua base di clienti nell’ultimo anno.

“In un certo senso, la pandemia ha accelerato la necessità di IA su tutta la linea. Le aziende sembrano profondamente consapevoli della fragilità della catena di approvvigionamento e sono alla ricerca di strumenti e tecnologie che possano contribuire a renderla più efficiente e prevedibile “, ha continuato Raj. “Quando si tratta di visione artificiale, il nostro obiettivo è responsabilizzare, non sostituire, gli esseri umani nelle aziende e nelle organizzazioni con cui lavoriamo. Li aiutiamo a creare intelligenza artificiale e apprendimento automatico per soddisfare le proprie esigenze specifiche, il che consente a queste persone di concentrarsi su attività di ordine superiore, come il processo decisionale e la pianificazione. Ciò significa che la stessa forza lavoro può ora lavorare in modo più intelligente e veloce perché non deve dedicare tanto tempo all’analisi e alla gestione dei dati visivi “.

Finora CrowdAI ha raccolto oltre $ 10 milioni. Altri investitori che hanno partecipato alla sua serie A includevano Susa Ventures, SV Angel di Ron Conway, Jerry Yang di AME Cloud e Y Combinator.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi