Home / Economia / Klevu raccoglie $ 12 milioni per l’intelligenza artificiale che personalizza la ricerca e-commerce

Klevu raccoglie $ 12 milioni per l’intelligenza artificiale che personalizza la ricerca e-commerce

Klevu , una società che sviluppa prodotti AI che personalizzano le esperienze di ricerca e scoperta dell’e-commerce, ha annunciato oggi di aver chiuso un round di serie A da 12 milioni di dollari. Questo segna il lancio di Discovery Suite di Klevu, una soluzione end-to-end che cattura l’intenzione degli acquirenti online di aumentare le conversioni, il valore medio degli ordini e la fedeltà. E contribuirà a finanziare l’iniziativa Global Semantic Lab di Klevu, che mira a costruire tecnologie di “prossima generazione” all’intersezione tra apprendimento automatico ed elaborazione del linguaggio naturale per l’e-commerce.

Mentre la spesa dei consumatori negli Stati Uniti anno su anno è diminuita il mese scorso, la pandemia ha sovraccaricato l’e-commerce. Secondo i dati dell’IBM US Retail Index , le chiusure aziendali e gli ordini di rifugi sul posto hanno accelerato il passaggio allo shopping digitale di cinque anni, con lo shopping online che dovrebbe crescere di quasi il 20% nel 2020. Sulla base dei dati del sondaggio di BMC e Mercatus, Gli ordini di generi alimentari e-commerce da soli hanno totalizzato $ 5,9 miliardi, in aumento del 3,6% rispetto a $ 5,7 miliardi di agosto.

Fondato in Finlandia nel 2013 da Nilay Oza, Niraj Aswani e Jyrki Kontio, Klevu mira a mettere in contatto le persone con i prodotti che desiderano acquistare. Attraverso l’intelligenza artificiale e le tecnologie basate sull’elaborazione del linguaggio naturale, i prodotti dell’azienda aiutano i commercianti a fornire esperienze pertinenti basate sul comportamento.

Klevu afferma che il suo prodotto di ricerca, che si collega a piattaforme di e-commerce come Shopify, impara continuamente dalle interazioni degli acquirenti per ottimizzare i risultati. Gestisce automaticamente gli errori di battitura durante l’identificazione e la comprensione delle parole chiave (ad esempio, “iPhone” nella frase “iPhone con custodia”) e l’aggiunta di sinonimi contestualmente rilevanti ai cataloghi dei prodotti. Klevu consente inoltre ai commercianti di ottimizzare i risultati di ricerca utilizzando regole per determinate categorie e parole chiave.

Il prodotto di merchandising di categoria complementare di Klevu reagisce alle tendenze nei dati in tempo reale, migliorando i risultati che i clienti vedono nelle pagine delle categorie di prodotti. Dotato di filtri e layout personalizzati, Klevu afferma di migliorare l’usabilità del sito Web offrendo un’esperienza coerente su dispositivi mobili e desktop.

“Il text mining consiste nell’analisi di un pezzo di testo e nell’identificazione di informazioni significative nascoste al suo interno. In Klevu, vengono utilizzate diverse tecniche di intelligenza artificiale per realizzare questo obiettivo nel dominio dell’e-commerce “, ha detto un portavoce a VentureBeat via e-mail. “Il nostro obiettivo è arricchire il catalogo con le informazioni, originariamente mancanti nel catalogo, che gli acquirenti possono cercare … Nei nostri dati di formazione, abbiamo milioni di prodotti provenienti da 45 settori diversi e in 30 lingue diverse. I dati di prodotto sono organizzati sistematicamente con vari attributi di prodotto e immagini associate a ciascun prodotto. Questi dati vengono poi ulteriormente migliorati, automaticamente, con una media di 10 milioni di segnali di acquisto raccolti quotidianamente direttamente dagli acquirenti più intenzionati per capire come cercano, individuano i prodotti e li utilizzano “.

La conversione rimane una sfida nello spazio dell’e-commerce, nonostante la crescita sostenuta dalla pandemia. A partire dal primo trimestre del 2019, solo il 2,72% delle visite al sito di e-commerce si è convertito in acquisti, secondo Statista. In un recente rapporto , KPMG ha sottolineato la necessità di promuovere i prodotti pertinenti proprio al momento del checkout, il che, secondo l’azienda, può avere un impatto eccessivo sulle decisioni di acquisto.

Il cliente di Klevu Puma afferma di aver visto un aumento di oltre il 50% delle conversioni generate dalla ricerca su uno dei suoi siti web dopo aver adottato la piattaforma. Oltre a Puma, Klevu afferma che più di 3.000 marchi, tra cui Yamaha, Callaway e Jack Daniel’s, hanno realizzato oltre 5 miliardi di API per il suo prodotto.

“Amazon è ben noto per la scoperta di prodotti e Google è noto per i suoi contenuti”, ha detto Oza a VentureBeat via e-mail. “Klevu sposa questi due insieme per fornire un viaggio di acquisto senza interruzioni, assicurando che al consumatore vengano serviti i prodotti più rilevanti e rimanga fortemente coinvolto. Con questo investimento, siamo ben posizionati verso la nostra missione di democratizzare la scoperta nella vendita al dettaglio online. Investiremo ulteriormente nel rafforzamento della nostra leadership nelle innovazioni guidate dall’apprendimento automatico e dall’elaborazione del linguaggio naturale per la vendita al dettaglio online che portano il successo aziendale basato sui dati per i nostri clienti “.

Alfvén & Didrikson hanno guidato l’ultimo round di finanziamento di Klevu, con la partecipazione degli investitori esistenti EVLI Growth Partners, Jerry Pruttz Holding e Jonas Dromberg. Klevu ha oltre 90 dipendenti in uffici nel Regno Unito, Stati Uniti, India, Australia e Svezia, oltre che in Finlandia. E la società ha raccolto fino ad oggi oltre 17,5 milioni di dollari.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi