La piattaforma di intelligenza artificiale rileva i difetti della rete elettrica e i pericoli di incendi meglio e più velocemente degli umani

La startup StartX Buzz Solutions di Stanford, California, ha appena introdotto la sua soluzione AI per aiutare le utility a individuare rapidamente i guasti della rete elettrica e della rete, in modo da poter effettuare le riparazioni prima che inizino gli incendi.


La loro piattaforma unica utilizza l’intelligenza artificiale e la tecnologia di visione artificiale per analizzare milioni di immagini di linee elettriche e torri da droni, elicotteri e aerei per trovare guasti e difetti pericolosi così come vegetazione invasa, dentro e intorno all’infrastruttura della rete per aiutare le utility a identificare le aree problematiche e ripararli prima che inizi un incendio.

Questo sistema può eseguire l’analisi a metà del costo e in una frazione del tempo rispetto agli umani, ore o giorni e non mesi o anni.

Il Dipartimento della silvicoltura e della protezione antincendio della California ha stabilito che le linee di trasmissione di PG&E sono state colpite dall’enorme incendio di Kincade a Sonoma, in California, l’anno scorso. I problemi relativi alle linee elettriche e alle apparecchiature sono stati la causa degli incendi più recenti e la stagione degli incendi è ricominciata. Individuare rapidamente le linee elettriche e le apparecchiature di rete man mano che diventa più caldo e ventoso può aiutare le utility a salvare vite e miliardi di dollari.

Buzz Solutions ha già dei progetti pilota con le principali utility in tutto il paese.


Attualmente, le compagnie elettriche rivedono lo stato delle linee elettriche ogni anno collaborando con altre organizzazioni per catturare milioni di immagini di linee elettriche, torri e vegetazione circostante usando droni, elicotteri e velivoli ad ala fissa.


L’elaborazione di queste immagini richiede da sei a otto mesi e coinvolge uomini di linea e ingegneri che mappano manualmente tutti quei dati insieme, alla ricerca di guasti e guasti e segnalandoli per un’ispezione di persona.

Tuttavia, durante questo lungo processo, le linee possono facilmente scendere, innescando incendi e forzando arresti o peggio.

Al contrario, l’IA e la tecnologia di visione artificiale di Buzz Solutions riesaminano le immagini di ispezione della griglia catturate da queste varie fonti che sono archiviate nel cloud. L’intelligenza artificiale esegue le immagini attraverso i suoi algoritmi proprietari per rilevare i guasti su tutti i principali componenti delle linee di trasmissione e distribuzione (vedi figure).

L’algoritmo cerca anche aree in cui la vegetazione potrebbe invadere l’apparecchiatura e presentare un rischio di incendio. Questa analisi dell’intelligenza artificiale viene eseguita in ore o giorni, a metà del costo del processo tradizionale. Le utility possono quindi prendere provvedimenti per valutare le immagini contrassegnate e riparare o sostituire l’apparecchiatura prima che causino un incendio.

“È sicuramente il momento di andare avanti utilizzando l’IA per ridurre la minaccia di incendi. Riteniamo che il settore delle utility sia pronto a utilizzare un approccio di gran lunga migliore per mantenere le proprie apparecchiature in buone condizioni di lavoro e proteggere persone e proprietà ”, ha affermato Kaitlyn Albertoli, co-fondatrice e CEO di Buzz Solutions.

Buzz Solutions fornisce anche modelli predittivi e analisi di dati storici, dati su asset e guasti e dati meteorologici per determinare in modo proattivo dove probabilmente si verificheranno guasti e aree ad alto rischio in futuro.


“La nostra visione è quella di utilizzare la tecnologia innovativa per salvaguardare la nostra infrastruttura energetica e l’ambiente oggi e aiutare a prevedere dove sorgeranno problemi in futuro. Ciò è ancora più importante in quanto siamo gravemente colpiti dai cambiamenti climatici “, ha aggiunto Vikhyat Chaudhry, co-fondatore e CTO, COO di Buzz Solutions.

Secondo la Western Forestry Leadership Coalition , il vero costo degli incendi negli Stati Uniti è molto più complicato e comporta molti più soldi di quanto potremmo pensare. Ci sono costi diretti per la lotta al fuoco e perdite dirette da fuoco, fumo e acqua, poi costi di riabilitazione, costi indiretti e alcuni strani costi aggiuntivi.

I costi degli incendi sono misurati più facilmente quando hanno impatti immediati e diretti. Questa categoria include i costi federali, statali e locali per la soppressione degli incendi. Questi costi, a loro volta, possono essere suddivisi in spese per l’aviazione, i motori, le squadre antincendio e il personale delle agenzie.

Oltre ai costi di soppressione, altri costi diretti includono perdite di proprietà privata (assicurata e non assicurata), danni alle linee di servizio, danni alle strutture ricreative, perdita di risorse di legname e aiuti ai residenti evacuati. La maggior parte di questi costi sono sostenuti durante o immediatamente dopo l’incendio.

I costi immediati di riabilitazione di emergenza sono sostenuti nei giorni, nelle settimane e nei mesi seguenti l’incendio e sono chiaramente imputabili allo stesso incendio.

I costi di riabilitazione a lungo termine sono più difficili da misurare. I bacini idrografici danneggiati possono richiedere molti anni per recuperare e richiedere importanti attività di ripristino. Gli eventi di inondazione post-incendio possono causare danni aggiuntivi al paesaggio già sfregiato e i successivi impatti possono includere un aumento delle specie invasive e un’erosione del suolo pesante.

I costi indiretti degli incendi comprendono entrate fiscali perse, come le imposte sulle vendite e sulle contee, nonché entrate commerciali e perdite di proprietà che si accumulano nel tempo. Ad esempio, le proprietà che sfuggono al danno nel fuoco possono comunque subire drastiche riduzioni di valore quando l’area si ripristina. Questi costi indiretti sono talvolta etichettati come costi di impatto.

I costi aggiuntivi, a volte chiamati costi speciali, includono cose come il valore di una vita umana. Mentre l’EPA pone il valore di una vita umana a $ 7 milioni , l’industria sanitaria paga in media $ 316.000 su una vita media, che è ciò che considerano il valore medio di una vita umana in America.

La perdita della vita civile, i problemi di salute in corso per giovani e anziani, quelli con sistemi respiratori o immunitari deboli e le esigenze di salute mentale rientrano tutti in questa categoria, ma raramente sono quantificati. La vasta perdita di bellezza estetica e scenica, l’esistenza della fauna selvatica e altri sono anche difficili da quantificare.

La sintesi di casi studio nel rapporto BLM rivela una gamma di costi di incendi totali da 2 a 30 volte superiore ai costi di soppressione riportati.

Quindi il massiccio incendio di Kincade che ha bruciato 78.000 acri e ha causato l’evacuazione di 200.000 persone e, secondo quanto riferito, è costato $ 725 milioni , più probabilmente è costato molti miliardi di dollari quando tutto è stato detto e fatto.

Questa è un’area in cui la tecnologia fa davvero la differenza, e questa nuova soluzione AI è una parte importante di ciò.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi