Un commissario ha affermato che il software mette le persone ‘continuamente in fila con la polizia’

Il riconoscimento facciale di Clearview AI equivale a una sorveglianza di massa e la società dovrebbe eliminare i volti dei canadesi dal suo database, hanno detto mercoledì i commissari canadesi per la privacy .

Il commissario Daniel Therrien ha affermato che ciò che fa Clearview – ritagliare foto dai social media e altri siti pubblici per l’uso da parte delle forze dell’ordine – è “illegale” e crea un sistema che “infligge un danno su vasta scala a tutti i membri della società, che si trovano continuamente in un formazione della polizia. “

I commissari hanno pubblicato un rapporto che segue un’indagine durata un anno da parte di diverse agenzie per la privacy canadesi sulle pratiche di Clearview, che ha scoperto che la società aveva raccolto informazioni biometriche altamente sensibili senza consenso e che “utilizzava e divulgava le informazioni personali dei canadesi per scopi inappropriati”.

Secondo gli investigatori, la società sostiene che le leggi sulla privacy del Canada non si applicano a Clearview poiché non ha una “connessione reale e sostanziale” con il paese e che il consenso degli individui non era richiesto perché le informazioni raccolte erano disponibili pubblicamente .

Il database di Clearview di circa 3 miliardi di immagini è stato rivelato in un’indagine del New York Times nel gennaio 2020 . Oltre a sollevare serie preoccupazioni sulla privacy , la pratica dell’azienda di acquisire immagini dai social media ha violato le regole delle piattaforme e le piattaforme tecnologiche hanno inviato ordini di cessazione e desistenza a Clearview sulla scia del rapporto.

DECINE DI FORZE DELL’ORDINE IN CANADA AVEVANO UTILIZZATO IL SOFTWARE
L’amministratore delegato di Clearview Hoan Ton-That ha detto al Times che la società aveva cessato le operazioni in Canada lo scorso luglio a causa delle indagini e ha aggiunto che Clearview non intendeva eliminare le immagini dei canadesi dal suo database, ma che le persone potevano richiedere la rimozione dei propri dati utilizzando un modulo di rinuncia.

La Royal Canadian Mounted Police era tra le dozzine di forze dell’ordine e altre organizzazioni in Canada che avevano pagato per i servizi di Clearview.

I commissari non hanno l’autorità di multare le aziende o di ordinare loro di lasciare il Canada, ma hanno inviato una lettera di intenti a Clearview dicendo alla società di smettere di raschiare le immagini dei volti dei canadesi, di smettere di offrire il suo prodotto di riconoscimento facciale in Canada e di eliminare le immagini di canadesi raccolte in precedenza.

Non è la prima volta che Clearview riceve l’ordine di rimuovere le immagini dal suo database. La società ha risolto tutti i suoi contratti nello stato dell’Illinois lo scorso maggio – la maggior parte dei quali erano con le forze dell’ordine – a seguito di una causa legale secondo cui Clearview aveva violato il Biometric Information Privacy Act dello stato. Clearview ha anche detto che all’epoca stava annullando i contratti di qualsiasi entità non incaricata dell’applicazione della legge; un rapporto di BuzzFeed News ha rilevato che l’elenco di clienti privati ​​di Clearview includeva Bank of America, Walmart e Macy’s.

Clearview AI ha dichiarato che intende impugnare la decisione in tribunale. In una dichiarazione Doug Mitchell, un avvocato di Clearview AI, ha paragonato l’azienda a Google. “Clearview AI è un motore di ricerca che raccoglie dati pubblici proprio come fanno le aziende molto più grandi, incluso Google, a cui è consentito operare in Canada”, ha affermato.

Mitchell ha aggiunto che mentre la tecnologia di Clearview non è disponibile in Canada e attualmente non opera in Canada, la sua pratica di raccogliere informazioni pubbliche da Internet è “esplicitamente consentita” ai sensi del Personal Information Protection and Electronic Documents Act (PIPEDA).

“La Corte d’appello federale ha già stabilito nel contesto della privacy che le informazioni disponibili pubblicamente significano esattamente ciò che dicono: ‘disponibili o accessibili dalla cittadinanza in generale. Non c’è motivo per applicare uno standard diverso qui “, ha detto Mitchell.

L’uso del riconoscimento facciale di Clearview AI tra le forze dell’ordine è aumentato del 26% il 7 gennaio , un giorno dopo che una folla di rivoltosi ha attaccato il Campidoglio degli Stati Uniti, con diversi dipartimenti di polizia che utilizzano il software Clearview per aiutare l’FBI a identificare i rivoltosi. Clearview ha anche contratti con l’immigrazione e le forze dell’ordine statunitensi e il Dipartimento per la sicurezza interna.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi