Anche il Metaverso avrà i suoi siti per adulti

A partire da maggio 2021, i siti porno hanno registrato più traffico negli Stati Uniti rispetto a Twitter, Instagram, Netflix, Pinterest e LinkedIn messi insieme. Nel 2019, PornHub ha registrato una media di 115 milioni di visite al giorno. Lasceremmo i numeri post-pandemia alla tua immaginazione.

L’industria del porno ha molta attrazione e può persino spostare i mercati. Alla fine degli anni ’70, i nastri VHS vinsero la guerra del formato video contro BetaMax nonostante la sua risoluzione e qualità audio superiori. Come mai? Perché l’industria dell’intrattenimento per adulti preferiva il VHS e per una buona ragione: i nastri VHS erano più economici e facilmente accessibili di BetaMax. Secondo quanto riferito, Sony non avrebbe consentito contenuti pornografici sui nastri Betamax, mentre JVC e il consorzio VHS non avevano tali politiche.

 
Il VHS ha regnato sovrano fino all’arrivo del DVD e poi del Blu-Ray. Blu-Ray ha battuto l’HD DVD nella guerra tecnologica, ancora una volta, grazie al porno. Mentre possiamo discutere di quanto sia socialmente progressista l’intrattenimento per adulti, non possiamo negare il fatto che sia spigoloso. Quando si tratta di tecnologia, l’industria dell’intrattenimento per adulti non è solo uno dei primi ad adottare, ma anche un precursore.

Negli anni ’90, Penthouse ebbe un’idea brillante e iniziò a offrire ai lettori modem a 2400 baud, consentendo loro un accesso più rapido alle bacheche XXX. Secondo uno studio Nielsen del 2003, la musica e la pornografia rappresentavano la maggior parte dell’utilizzo della banda larga in Europa.

L’intrattenimento per adulti ha spinto e guidato l’accesso a Internet ad alta velocità. Quindi, l’industria ha iniziato a concentrarsi sullo streaming live di alta qualità. Il successo travolgente di siti come OnlyFans è il risultato di una tecnologia di streaming live superiore.


“Il porno è proliferato e ha preso così tanti colpi. Prevale e continua ad essere uno dei tanti misuratori della cultura pop che è sia influenzato da ciò che le persone vogliono, sia determina ciò che le persone vogliono. È la rappresentazione definitiva della sessualità umana e il modo più ampio in cui interpretiamo in modo errato la sessualità umana. Il porno siamo noi”


Il porno è uno dei generi più visti su Internet. E i dati sono il principale motore di questo settore. Siti come PornHub raccolgono molti dati utente per ottimizzare l’esperienza dell’utente. Le piattaforme di streaming trasformano i tuoi dati in informazioni preziose, consentendo loro di identificare le aree di opportunità da sfruttare. Tuttavia, tali pratiche non sono del tutto negative: le intuizioni possono portare a migliori decisioni aziendali e creative.

Nel 2019, PornHub, di proprietà di MindGeek, ha trasferito 6.597 petabyte di dati, e questo è solo un sito. I siti porno raccolgono enormi quantità di dati sensibili, come query di ricerca, impronte digitali, preferenze personali ecc.

Che tipo di dati ha su di te PornHub?
Per gli utenti non registrati, Pornhub raccoglie le informazioni di contatto (se compili un sondaggio), la cronologia delle visualizzazioni, le interazioni con gli annunci pubblicitari, l’indirizzo IP, le informazioni sulla rete e le informazioni sul dispositivo.

Per gli utenti registrati, la società raccoglie indirizzi email, data di nascita, sesso, interessi e preferenze, informazioni di pagamento, interazioni sul proprio sito (come commenti), ecc. Pornhub utilizza i dati per ottimizzare i propri servizi, personalizzare contenuti e pubblicità, ecc. PornHub può anche condividere informazioni con fornitori di servizi di terze parti. 

Il vantaggio competitivo di MindGeek deriva dalla sua capacità di trasformare le informazioni dai suoi dati utente (analisi pornografiche) per fornire contenuti altamente personalizzati, che a loro volta portano a più clic, visualizzazioni e quindi entrate. La creazione di un account o di un profilo sulla maggior parte dei siti porno è gratuita e richiede solo il tuo nome, data di nascita e sesso. MindGeek afferma di non vendere i dati degli utenti.

La maggior parte dei siti per adulti funziona su un modello freemium. Tali siti estraggono i dati degli utenti e utilizzano modelli AI/ML ottimali per offrire esperienze altamente personali e coinvolgenti per attirare i clienti paganti.


La tecnologia VR rende l’esperienza di guardare il porno più intima. Sebbene la realtà virtuale sia stata inizialmente sviluppata per scopi di gioco, l’industria del porno ha percepito un’opportunità e si è immediatamente lanciata. I principali attori del settore hanno sviluppato occhiali VR per progettare esperienze più coinvolgenti.

Si prevede che il porno in realtà virtuale (VR) diventerà un business da 1 miliardo di dollari entro il 2025. Nel frattempo, la dimensione del mercato dei videogiochi di realtà virtuale dovrebbe raggiungere 1,4 miliardi di dollari e il mercato dei contenuti relativi alla VR NFL dovrebbe raggiungere 1,23 miliardi di dollari entro il 2025 .

Piattaforme come OnlyFans (OF) hanno cambiato le dinamiche dell’industria per adulti. Il loro modello di business è semplice: i fan possono iscriversi a contenuti e video esclusivi. OnlyFans si è anche evoluto in un luogo in cui le pornostar possono sviluppare relazioni più personali con i loro fan. 

Nell’agosto 2021, OF ha annunciato che avrebbe bandito i contenuti sessualmente espliciti sulla sua piattaforma. La società ha revocato la sua decisione cinque giorni dopo. Si applica sempre la domanda-offerta.

Metaverso
Meta e Instagram hanno politiche rigorose contro i contenuti espliciti. A novembre, il nuovo CTO di Meta, Andrew Bosworth, ha affermato che le operazioni del metaverso della società sarebbero soggette a “quasi livelli di sicurezza Disney”.

Oggi, molti artisti e sviluppatori tecnologici stanno creando esperienze sessuali interattive tramite VR, AI e teledildonics (ovvero giocattoli sessuali abilitati Bluetooth). Dopotutto, il sesso virtuale è già una cosa. Allora perché non usare il metaverso per facilitare esperienze sessuali affermative, consensuali e buone?

Il metaverso ha il potenziale per democratizzare le esperienze intime rendendo gli spazi accessibili a chiunque abbia una connessione a Internet.


Gli spazi virtuali nel metaverso possono promuovere il benessere sessuale. I progressi tecnologici continuano a fare miracoli per il settore e, per il momento, sembra che le possibilità siano selvagge quanto il settore stesso.

 

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi