‘Oh wow, l’IA ha appena taggato la mia immagine del profilo come base’

Tutti conoscono il morso di The Matrix quando Neo raggiunge lo stato di messia digitale e improvvisamente vede la “realtà” per quello che realmente è: linee di codice verdi.

Bene, grazie a un’interruzione che sta interessando Facebook , agli utenti del social network è stata data una sbirciata simile dietro il sipario digitale, con molte immagini sul sito ora sostituite con i tag che sono stati assegnati dai sistemi di visione artificiale dell’azienda.

Quindi, se sfogli le foto caricate, invece di vedere le foto delle vacanze o delle foto di cibo e amici, ti verrà mostrato del testo che dice cose come “l’immagine può contenere: persone che sorridono, persone che ballano, matrimoni e interni” o semplicemente “l’immagine può contengono: cat. “

Facebook utilizza l’apprendimento automatico per “leggere” le immagini in questo modo almeno da aprile 2016 e il progetto è una parte importante degli sforzi di accessibilità dell’azienda . Tali tag vengono utilizzati per descrivere foto e video agli utenti con problemi alla vista.

CI SONO MOLTI DATI PERSONALI CONTENUTI NELLE TUE FOTO CHE L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PUÒ ESTRARRE
Ciò che non è chiaro è se Facebook utilizzi anche queste informazioni per indirizzare gli annunci. Ci sono molti dati sulla vita degli utenti che potrebbero altrimenti proteggere da Facebook contenuti in queste immagini: se hai un animale domestico, quali sono i tuoi hobby, dove ti piace andare in vacanza, o se ti piacciono davvero le auto d’epoca o spade o altro .

Nel 2017, un programmatore era motivato da queste domande per creare un’estensione di Chrome che rivelasse questi tag. Come hanno scritto all’epoca: “Penso che molti utenti di Internet non si rendano conto della quantità di informazioni che ora viene ordinariamente estratta dalle fotografie”.

Alcuni dei tag sono meno incredibili. “È agghiacciante quanto siano diventati intelligenti i sistemi di intelligenza artificiale.” – Russell
A giudicare dalle reazioni su Twitter a questa interruzione, questa è sicuramente una nuova informazione per molte persone. Abbiamo contattato Facebook per confermare se utilizzano questi dati per il targeting degli annunci e aggiorneremo di conseguenza questa storia.

Indipendentemente da come queste informazioni vengono utilizzate, tuttavia, è uno sguardo affascinante dietro le quinte in una delle più grandi operazioni di raccolta dati al mondo. Mostra anche fino a che punto il mondo visivo è diventato leggibile dalle macchine.

I miglioramenti nell’apprendimento approfondito negli ultimi anni hanno davvero rivoluzionato il mondo della visione artificiale, e il contenuto visivo online è spesso leggibile dalle macchine come testo. Ma una volta che qualcosa è leggibile, ovviamente, diventa facile archiviare, analizzare ed estrarre dati da. È solo quando il sistema si rompe, come oggi, che ci rendiamo conto che sta accadendo del tutto.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi