Nvidia lancia ReOpt per ottimizzare il routing della supply chain con l’AI
 
Durante un discorso alla sua conferenza sulla tecnologia GPU (GTC) dell’autunno 2021 , Nvidia ha presentato ReOpt, un pacchetto software che combina algoritmi euristici di ricerca locale e “metaeuristiche” per ottimizzare la pianificazione e la distribuzione del percorso dei veicoli. Secondo la società, ReOpt può migliorare la pianificazione del percorso, il prelievo dal magazzino, la gestione della flotta e altro ancora nella logistica per controllare i costi di consegna dalle fabbriche ai negozi e alle case.

Le aziende stanno affrontando sempre più sfide della catena di approvvigionamento causate, o esacerbate, dalla pandemia. Un sondaggio dell’US Census Bureau ha rilevato che il 38,8% delle piccole imprese statunitensi ha riscontrato ritardi nei fornitori nazionali entro la metà di luglio 2021. Le consegne tardive possono influire seriamente sulla fedeltà dei clienti, con un sondaggio che ha rilevato che l’80% degli acquirenti taglierebbe i legami con i marchi se sperimentassero carenza di scorte.

  
“In un momento in cui la catena di approvvigionamento globale deve affrontare enormi interruzioni, ReOpt fornisce il software AI necessario per qualsiasi cosa, dall’instradamento dei veicoli per la consegna dell’ultimo miglio al prelievo e imballaggio efficiente delle merci immagazzinate destinate a case e uffici”, Alex Fender, responsabile dell’ingegneria del software di Nvidia. detto in un post sul blog. “ReOpt offre nuovi strumenti per la logistica dinamica e la gestione della catena di approvvigionamento a una vasta gamma di settori, tra cui trasporti, magazzinaggio, produzione, vendita al dettaglio e ristoranti con servizio rapido”.

Logistica basata sull’intelligenza artificiale
La consegna delle merci direttamente alla porta di un cliente, chiamata consegna dell’ultimo miglio, era costosa anche prima che la pandemia interrompesse la rete della catena di approvvigionamento globale. Secondo ABI Research, oltre la metà di tutti i costi di spedizione del trasporto aereo, espresso, ferroviario, marittimo e camion deriva dalle consegne dell’ultimo miglio, con un impatto sulla redditività. Onfleet stima che le aziende in genere consumano da sole circa il 25% di quel costo, un numero che continua ad aumentare man mano che i colli di bottiglia peggiorano.

 
ReOpt, che è ora disponibile in accesso anticipato, sfrutta algoritmi per fornire ai clienti le condizioni stradali, il traffico e le metriche del percorso per ridurre le miglia, il costo del carburante, le emissioni di carbonio e i tempi di inattività. Il servizio modella i movimenti di veicoli che hanno portate finite e costi diversi, tenendo conto di elementi come i prodotti freschi che devono essere trasportati da camion frigoriferi. ReOpt consente inoltre ai clienti di creare routine automatizzate che indirizzano dinamicamente i robot per il carico dei camion all’arrivo di nuovi ordini. E può tenere conto del numero di piloti, conducenti e lavoratori disponibili per utilizzare i veicoli in un dato giorno, riducendo i costi di manutenzione.

“Le GPU offrono la potenza di calcolo necessaria per alimentare le euristiche più ambiziose supportando al contempo i vincoli più impegnativi. ReOpt sfrutta l’architettura massicciamente parallela di Nvidia per generare migliaia di soluzioni candidate e perfezionarle per selezionare solo la migliore alla fine”, ha continuato Fender. “Di conseguenza, ReOpt può scalare i problemi più grandi in pochi secondi con una precisione di livello mondiale”.

Un numero crescente di aziende sta sviluppando servizi di intelligenza artificiale per ottimizzare i componenti della catena di approvvigionamento. DispatchTrack fornisce l’ ottimizzazione del percorso, le prenotazioni, la fatturazione e il regolamento basati sull’intelligenza artificiale e strumenti di monitoraggio degli ordini omnicanale. Locus sta inoltre sviluppando una piattaforma per la logistica e l’automazione della catena di approvvigionamento “su scala aziendale”. Altri nel mercato globale della logistica – che dovrebbe crescere fino a raggiungere i 12,68 miliardi di dollari di valore entro il 2023, secondo Research and Markets – sono  Convoy , Optimal Dynamics , KeepTruckin e Next Trucking , che hanno raccolto collettivamente centinaia di milioni di capitali di rischio.

 
Anche i giganti della tecnologia sono entrati nella mischia, più recentemente Microsoft con il suo prodotto Supply Chain Insights . L’omonimo Uber Freight di Uber collega vettori e autisti con aziende che devono spostare merci. Per quanto riguarda Supply Chain Twin di Google, che è diventato generalmente disponibile a settembre, organizza i dati in Google Cloud per esporre una visione più completa di fornitori, inventari ed eventi come il tempo.

Sebbene solo il 12% delle organizzazioni di produzione e trasporto stia attualmente utilizzando l’intelligenza artificiale nelle proprie operazioni della catena di approvvigionamento, il 60% prevede di farlo entro i prossimi quattro anni, secondo MHI. Ciò combacia con un recente rapporto PwC , che ha rilevato che il 48% delle aziende sta aumentando gli investimenti per la modellazione di simulazione e la resilienza della catena di approvvigionamento.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi