Il governo ungherese collabora con la banca dell’Europa orientale per sviluppare un supercomputer AI 

In quello che potrebbe essere il primo, una banca dell’Europa orientale sta collaborando con il governo ungherese per mettere in campo un supercomputer AI che verrà utilizzato per creare un ampio modello linguistico della lingua ungherese.

OTP Bank, che è stata fondata in Ungheria e gestisce banche in tutta la regione, ha elaborato un accordo in base al quale il governo fornisce circa la metà dei finanziamenti per il supercomputer sviluppato su contratto con SambaNova Systems. Il governo avrà accesso al sistema per la ricerca pubblica e accademica, ha affermato Péter Csányi, vice amministratore delegato e capo della divisione digitale di OTP.Il contratto con SambaNova Systems sfrutta il Generative Pretrained Transformer (GPT) per la generazione di modelli linguistici di grandi dimensioni che SambaNova ha annunciato a ottobre, etichettandolo come dataflow-as-a-service. “Costruire un sistema come questo per eseguire un modello GPT non è qualcosa che nessuna banca ha mai fatto prima”, ha affermato Marshall Choy, VP of product di SambaNova.

La banca ha deciso che la creazione di applicazioni di intelligenza artificiale per la lingua ungherese fosse nel proprio interesse in un’economia sempre più digitale, ha affermato Csányi. “La nostra capacità di adattarsi a un mondo che cambia è una delle capacità fondamentali che dobbiamo portare all’interno dell’azienda”.

 
Inoltre, OTP Bank e il governo hanno convenuto che la lingua ungherese non avrebbe potuto ottenere presto il proprio modello linguistico di intelligenza artificiale se non avessero preso l’iniziativa perché è una lingua difficile da imparare e parlata da relativamente poche persone. L’esperienza di lavoro su questo progetto fornirà anche alla banca le competenze che può applicare alla generazione di modelli linguistici per le lingue di altri paesi della regione, ha affermato.

Il supercomputer AI, che secondo SambaNova sarà il più veloce d’Europa, dovrebbe entrare in funzione nel 2022.

Bisogni a misura di nazione
“Osserviamo le tendenze da un paio d’anni ormai, in cui le cose stanno decisamente tendendo verso modelli sempre più grandi, che richiedono risorse sempre più grandi simili a supercomputer AI per essere costruite. Ecco perché l’abbiamo prodotto”, ha detto Choy. Il prodotto di SambaNova consente alle aziende di creare i propri modelli GPT come alternativa all’affidarsi a risorse condivise come GPT-3 di OpenAI .

“Stiamo anche riducendo in modo significativo l’onere per Péter e il suo team di assumere centinaia di professionisti di data science e machine learning. In effetti, sarà in grado di farlo con una dozzina di persone”, ha detto Choy.

L’approccio GPT alla creazione di modelli linguistici di grandi dimensioni utilizza tecniche di deep learning AI per consentire al software di scoprire modelli all’interno di una lingua senza essere esplicitamente addestrato su di essi. Questa è la parte “generativa”, che consente al software di scrivere le proprie regole basate sull’analisi di grandi volumi di contenuti testuali da quella lingua. Sebbene i modelli linguistici di grandi dimensioni accelerino lo sviluppo e riducano il lavoro necessario per produrre un modello, presentano anche insidie, come la tendenza a incorporare pregiudizi e falsità derivati ​​dal testo che consumano.Qualunque siano i loro difetti, un recente rapporto sullo stato dell’intelligenza artificiale ha rilevato che i modelli linguistici di grandi dimensioni sono così significativi che molte nazioni stanno “nazionalizzando” la ricerca su di essi per paura di essere lasciati indietro.

Le aziende sono ugualmente interessate a tenere il passo, ha detto Choy. “L’intelligenza artificiale, crediamo, avrà un effetto di refactoring non limitato al settore bancario ma a tutti i settori, simile a quello che Internet ha fatto 20 anni fa”.

Csányi si è detto scettico quando i membri del suo team IT gli hanno presentato l’idea per la prima volta, pensando che il budget e il talento richiesti sarebbero stati al di fuori della portata della banca. “Ciò che ha fatto SambaNova è renderlo accessibile a un costo ragionevole”, ha affermato. E mentre sviluppare il talento all’interno dell’IT per lavorare con i modelli di intelligenza artificiale sarà una sfida, pensa che la sfida più grande sarà impedire ai suoi dipendenti di dedicarvi tutto il loro tempo e trascurare le esigenze operative di routine della banca.

OTP Bank prevede di far funzionare le applicazioni di elaborazione del linguaggio naturale per cose come il servizio clienti, la prevenzione delle frodi, la concessione di prestiti e la sicurezza informatica, nonché per scopi che potrebbero non diventare ovvi fino a quando la tecnologia non sarà in produzione, ha affermato Csányi. “Non abbiamo carenza di casi d’uso.”

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi