PassiveLogic, che crea gemelli digitali di edifici, ottiene $ 34 milioni

I sistemi per edifici commerciali spesso richiedono team di ingegneri con anni di formazione da mantenere. Anche il retrofit di vecchi edifici con tecnologie come i sistemi HVAC può essere costoso e dispendioso in termini di tempo, per non dire soggetto a errori. La carenza di manodopera nel settore edile minaccia solo di esacerbare le sfide, con la Camera di Commercio degli Stati Uniti che riferisce che il 70% degli appaltatori sta lottando per rispettare le scadenze dei progetti.

Poiché la simulazione digitale sta guadagnando popolarità in altri domini, alcuni fornitori stanno proponendo la tecnologia del “gemello digitale” come soluzione parziale agli ostacoli di costruzione in corso. I gemelli digitali sono rappresentazioni virtuali di sistemi che abbracciano i loro cicli di vita e utilizzano l’apprendimento automatico per aiutare con il processo decisionale. Piattaforme come SenSat, con sede a Londra, assistono i clienti nei settori edile, minerario, energetico e di altro tipo nella creazione di modelli di località per i progetti che stanno supervisionando. Nel frattempo, aziende tra cui GE offrono prodotti che consentono alle aziende di modellare gemelli digitali di macchine reali e monitorare da vicino le prestazioni.


“Dai dati alla conoscenza”. In che modo l’organizzazione dei dati mediante LC:NC può ridurre drasticamente la complessità tecnica di derivare la conoscenza dai dati._

Un altro fornitore nel mercato in crescita della tecnologia dei gemelli digitali è PassiveLogic, che oggi ha annunciato di aver raccolto 34 milioni di dollari in finanziamenti di serie B, portando il totale raccolto a 53,2 milioni di dollari. Fondata nel 2016, PassiveLogic utilizza modelli di “fisica profonda” basati sull’intelligenza artificiale per consentire ai clienti di progettare, costruire, far funzionare e gestire sia gli edifici che i controlli degli edifici.

Gemelli digitali per edifici
Troy Harvey e Jeremy Fillingim, imprenditori con un background in ingegneria hardware, hanno unito le forze per fondare PassiveLogic con l’obiettivo di portare controlli autonomi nel settore dell’edilizia, che vale più di 1 trilione di dollari . L’ambiente software dell’azienda con sede a Salt Lake City, nello Utah, consente agli utenti di costruire modelli disegnando schemi e quindi genera un gemello digitale basato sulla fisica che può essere distribuito tramite l’hardware di controllo di PassiveLogic.

PassiveLogic crea analoghi virtuali che cercano di imitare il comportamento e le interazioni delle loro controparti del mondo reale. Gli algoritmi tentano di capire come interagiscono le apparecchiature e i sistemi di un edificio, consentendo all’IA locale all’interno dell’edificio di prendere decisioni di controllo e gestione per la manutenzione e le operazioni.


Una considerazione fondamentale nell’implementazione della tecnologia dei gemelli digitali è l’accuratezza dei dati, ovviamente: i modelli sono validi solo quanto i dati utilizzati per svilupparli e mantenerli. È improbabile che le aziende che affrontano problemi di qualità, affidabilità, gestione e governance dei dati abbiano successo con le piattaforme gemelle digitali a meno che non verifichino e correggano in modo approfondito tali problemi.
Come osserva Gartner in un  rapporto: “È difficile anticipare la natura dei modelli di simulazione, dei tipi di dati e dell’analisi dei dati dei dati dei sensori che potrebbero essere necessari per supportare la progettazione, l’introduzione e la durata di servizio delle controparti fisiche dei gemelli digitali. Sebbene la geometria 3D sia sufficiente per comunicare visivamente il gemello digitale e il modo in cui le parti si incastrano tra loro, il modello geometrico potrebbe non essere in grado di eseguire simulazioni del comportamento della controparte fisica in uso o in funzione. Allo stesso tempo, il modello geometrico potrebbe non essere in grado di analizzare i dati se non è arricchito con informazioni aggiuntive. [Inoltre,] gemelli digitali con lunghi cicli di vita… [potrebbero] estendersi ben oltre la durata dei formati per il software di progettazione proprietario che molto probabilmente sono stati utilizzati per crearli e per i mezzi di archiviazione dei dati”.

PassiveLogic mira a superare alcune sfide relative ai dati con controller hardware e sensori che consentono la connettività ai sistemi degli edifici, fornendo una piattaforma edge per sensori, apparecchiature e Internet delle cose (IoT). I dispositivi sono progettati per supportare edifici e campus nuovi e meno recenti, inclusi ospedali e data center, durante lavori come la programmazione, l’installazione e la messa in servizio.

Concorrenza esplosiva
L’intelligenza artificiale per l’ottimizzazione delle utility è un’attività fiorente con molta domanda. Gartner prevede che almeno il 50% dei produttori con un fatturato annuo superiore a 5 miliardi di dollari abbia lanciato almeno un’iniziativa di gemello digitale per prodotti o risorse. Gli analisti dell’azienda prevedono, inoltre, che il numero di organizzazioni che utilizzano i digital twin triplicherà entro la fine del 2022.Oltre a PassiveLogic, ci sono BrainBox ,  Aquicore e Mesa , i cui algoritmi apportano al volo regolazioni dettagliate ai sistemi HVAC. Augury , una startup che sviluppa sensori che si collegano alle macchine e registrano dati che vengono poi analizzati nel cloud, collabora con società di servizi per diagnosticare e ottimizzare sistemi come HVAC industriale. E Carbon Relay  sfrutta i dati dei sensori per fare previsioni sull’utilizzo del raffreddamento dei data center.

PassiveLogic, che ha circa 70 dipendenti, afferma che la sua base di clienti include proprietari di edifici, operatori, architetti, ingegneri, appaltatori e partner di servizi pubblici. L’azienda è ancora nella fase di pre-prodotto, con l’intenzione di lanciare una versione beta e generale entro la fine dell’anno.


“La piattaforma di autonomia generalizzata di PassiveLogic è ideale per gli edifici, che sono sistemi di controllo complessi che richiedono soluzioni completamente personalizzate… Tuttavia, la tecnologia avrà un impatto uguale su altri sistemi complessi come reti energetiche, strutture logistiche e di supply chain, reti e altre infrastrutture critiche ”, ha detto Harvey a VentureBeat via e-mail. “La pandemia ha effettivamente stimolato l’interesse per spazi di lavoro più sicuri e confortevoli e per edifici che rispondono ai bisogni umani. Poiché i datori di lavoro e i proprietari di edifici contemplano l’utilizzo in un mondo post-pandemico, riteniamo che gli edifici autonomi ed efficienti dal punto di vista energetico saranno una risorsa fondamentale”.

Addition, Keyframe, RET Ventures, Brookfield ed Era Ventures hanno partecipato all’ultimo round di finanziamento di PassiveLogic.

PassiveLogic

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi