Home / AI in Azienda / Prospera in Israele trasformare 60.000 perni di irrigazione dei campi agricoli in macchine per la coltivazione autonoma di intelligenza artificiale

Prospera in Israele trasformare 60.000 perni di irrigazione dei campi agricoli in macchine per la coltivazione autonoma di intelligenza artificiale

Come trasformare 60.000 perni di irrigazione in macchine in crescita autonoma

Prospera , un’azienda israeliana di AgTech, prevede di trasformare 60.000 perni di irrigazione in campi aperti in macchine per la coltivazione autonoma di intelligenza artificiale (AI) in grado di funzionare 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Attraverso una nuova partnership con la società di irrigazione Valley , le società investiranno collettivamente 40 milioni di dollari per trasformare i perni in uno dei più grandi sistemi di gestione delle colture autonome che coprirà 9,6 milioni di ettari in tre anni entro il 2022. In questo lancio, le aziende si concentreranno sul rilevamento delle anomalie nelle colture

Il primo milione di acri sarà convertito dalla stagione di crescita del Q2 2020 nelle fattorie nel Nebraska e nello Stato di Washington.

Utilizzando la visione artificiale e l’apprendimento automatico, le macchine autonome in crescita utilizzeranno i dati provenienti dal campo e il coltivatore per fornire la quantità esatta di acqua, fertilizzanti e pesticidi alle colture proprio quando ne hanno bisogno.

L’azienda afferma che le macchine autonome in crescita aiuteranno gli agricoltori a utilizzare meno input per produrre maggiore resa, proteggere le risorse di acqua dolce e ridurre la contaminazione delle falde acquifere dagli scarichi agricoli.

“Il mercato ha bisogno di macchine più intelligenti per gestire questo tipo di richiesta, in modo che gli agricoltori possano migliorare rapidamente il loro business. Macchine più intelligenti significano meno lavoro per i coltivatori in modo che possano concentrarsi sul ridimensionamento”, ha affermato Daniel Koppel, fondatore e co-CEO di Prospera Technologies . “Le nostre macchine autonome in crescita sono collegate e possiamo distribuirle molto velocemente e creare un inversione di tendenza in un breve periodo, fornendo i mezzi per una raccolta di dati su larga scala redditizia per gli agricoltori”.

L’azienda iniziò concentrandosi sui prodotti in serra perché potevano raccogliere in modo economico enormi quantità di dati complessi in un ambiente relativamente controllato.

“La nostra espansione in ambienti aperti è significativa perché i campi aperti costituiscono la maggior parte delle superfici agricole negli Stati Uniti”, ha affermato Koppel. “Il dispiegamento della nostra tecnologia in un mercato più ampio può trasformare il modo in cui le coltivazioni di materie prime vengono coltivate negli Stati Uniti e in tutto il mondo.”

“Questo è particolarmente importante se consideriamo la previsione che il mondo avrà bisogno di produrre il 70% in più di cibo per nutrire la popolazione in crescita entro il 2050”, ha affermato Koppel.

Koppel afferma che la società sta capitalizzando le infrastrutture che gli agricoltori di tutto il mondo hanno già, invece di integrare verticalmente e fare tutto da soli.

“La tecnologia può essere intelligente e innovativa, ma non va bene a meno che non sia effettivamente utilizzata dal cliente previsto”, ha affermato Koppel. “Tradizionalmente, alla comunità agricola non piace essere” sconvolto “, quindi il modo più rapido ed economico per dimostrare i vantaggi della nostra tecnologia è stato quello di collaborare con i coltivatori di marca per affidarsi e lavorare quotidianamente, come leader globale nell’irrigazione di precisione e gestione delle acque Valmont [..] può introdurre le nostre tecnologie direttamente al coltivatore. “

Prospera lavora già con diversi coltivatori di prodotti di alta qualità, tra cui NatureSweet Tomatoes , Del Campo e Divemex.

Koppel ritiene che la sofisticata tecnologia di dati e di apprendimento automatico, e in definitiva le macchine automatiche in crescita, cambieranno il futuro della tecnologia agricola.

“Siamo andati oltre il semplice aiuto degli agricoltori a visualizzare i loro campi a potenti strumenti di analisi dei dati che offrono agli agricoltori informazioni utili”, ha aggiunto Koppel. “Le nuove tecnologie hanno importanti implicazioni sul modo in cui insegniamo l’agronomia e prepariamo gli agricoltori per il futuro.Il paradigma di come le università insegnano agronomia e conducono ricerche agronomiche cambierà di mille volte.IoT e la scienza dei dati possono consentire un diverso livello di ricerca per migliorare l’agricoltura pratiche, per una produzione migliore e un uso più sostenibile delle risorse “.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi