L’intelligenza artificiale può essere rovente, ma i licenziamenti di Scale AI fanno venire i brividi


Nell’aprile 2021, il servizio di etichettatura dei dati Scale AI aveva una valutazione di 7 miliardi di dollari e un CEO, Alexandr Wang, noto nella Silicon Valley come ” il prossimo Zuckerberg “.

Ma la scorsa notte, un rapporto di Insider secondo cui la compagnia di unicorni aveva licenziato il 20% del suo personale di 700 persone ha fatto venire i brividi a coloro che pensavano che l’IA fosse generalmente immune dall’attuale ondata di licenziamenti tecnologici , specialmente in questa IA rovente momento in cui la notizia secondo cui Microsoft è in trattativa per investire $ 10 miliardi in OpenAI e vivaci startup di intelligenza artificiale generativa come Jasper e Stability AI vantano aumenti di oltre $ 100 milioni.

 
AI licenziamenti in aziende grandi e piccole
Ovviamente, la verità è che quelli nell’intelligenza artificiale e nel machine learning, anche i più qualificati e specializzati, vengono licenziati, sia nelle vivaci startup che nella Big Tech. A novembre, i licenziamenti di Meta hanno colpito un intero team di 50 persone concentrato sull’infrastruttura, anche dopo che il CEO Mark Zuckerberg ha scritto che “abbiamo spostato più risorse su un numero minore di aree di crescita ad alta priorità, come il nostro motore di scoperta AI, i nostri annunci e piattaforme di business e la nostra visione a lungo termine per il metaverso”.

Su Twitter, Elon Musk ha licenziato il team di intelligenza artificiale dell’azienda a novembre, ma anche il suo team pubblicitario incentrato sull’intelligenza artificiale non è stato immune dai licenziamenti solo 5 giorni fa .

Argo AI , una startup di veicoli autonomi, ha licenziato 173 dipendenti a ottobre, dopo che la Volkswagen ha staccato la spina all’azienda con sede a Pittsburgh. E Pecan AI, una startup israeliana di piattaforma di analisi predittiva, ha licenziato 30 dei suoi 120 dipendenti pochi giorni fa.

Le persone in cerca di lavoro e i cacciatori di talenti AI navigano nel mercato
Sia le persone in cerca di lavoro AI che ML e i cacciatori di talenti stanno cercando di navigare in un mercato pieno di caldo clamore AI con un lato di relax.

L’informatico Chip Huyen, cofondatore di Claypot AI , gestisce una community per studenti di ML su Discord. Di recente ha detto a VentureBeat che il mercato di oggi è “spaventoso” per molte persone.

“Uno dei canali più popolari nel nostro Discord in questo momento è sotto consiglio di carriera”, ha detto. E anche alla sua startup, Huyen ha aggiunto che sta assistendo a “un afflusso di candidature” da “ottimi candidati provenienti da aziende molto forti”.

 
E per le grandi aziende, i licenziamenti di Big Tech e startup potrebbero improvvisamente significare un’opportunità per i CIO di acquisire i migliori talenti di AI e ML.

“Potrebbe esserci l’opportunità di raccogliere alcuni talenti dai grandi licenziamenti tecnologici [a seconda] di dove ti trovi, in quale settore”, ha detto a VentureBeat Janelle Hill, illustre analista vicepresidente di Gartner.

I dipendenti di Scale AI cercano il loro prossimo atto
Per ora, gli ex dipendenti di Scale AI – che a quanto pare hanno scoperto di essere stati licenziati quando sono stati bloccati fuori dai loro computer – stanno raccogliendo i pezzi, anche se con una generosa liquidazione (un dipendente ha pubblicato su un elenco Y Combinator di aver ricevuto “8 settimane di liquidazione + 2 all’anno. Maturazione immediata di azioni. H1B ha concesso 4 mesi extra sul libro paga. MOLTO generoso.”)

 
Su LinkedIn, un ex dipendente di Scale AI di nome D. Kim ha pubblicato che lavorare in Scale “ha ridefinito ciò che è possibile quando si mescolano talenti di alto livello con un’etica del lavoro inarrestabile”.

“Team di ingegneri di talento creano nuovi prodotti durante la notte”, ha continuato. “I neolaureati orchestrano massicci sforzi operativi in ​​modo così impeccabile che ti chiedi come sia possibile con così poca esperienza lavorativa, e inoltre ti chiedi chi ha avuto la lungimiranza di affidare loro quelle enormi responsabilità.”

Infine, ha concluso, “domani è un nuovo giorno, pieno di opportunità”.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi