I droni autonomi possono essere gli ultimi spaventapasseri… per i piccioni
 
Gli escrementi di piccione possono danneggiare gli edifici e diffondere malattie 

Per quanto ci piacciano i piccioni, possono creare un bel pasticcio di edifici e altre strutture, ponendo potenzialmente un pericolo per la salute. Secondo una nuova ricerca, i droni autonomi potrebbero essere l’ideale per scacciare gli uccelli in modo innocuo.


Nel recente studio, un team dell’istituto di ricerca svizzero EPFL ha iniziato installando una videocamera pan-tilt-zoom resistente alle intemperie sul tetto dell’EPFL SwissTech Convention Center. L’edificio era già noto per attirare un gran numero di piccioni, che ricoprono il tetto con escrementi che spesso devono essere lavati via.

 
Per un periodo di 21 giorni, la telecamera è stata utilizzata per osservare la quantità di tempo in cui i piccioni rimanevano in genere sul tetto. Utilizzando una rete neurale in esecuzione su un computer collegato a una stazione di terra, la telecamera è stata anche in grado di rilevare dove e quanti piccioni erano presenti e persino stimare le loro coordinate GPS.

Dopo il periodo di tre settimane, è stato aggiunto al mix un quadrirotore Parrot Anafi . Nel corso di cinque giorni, ogni volta che la telecamera ha individuato dei piccioni sul tetto, ha comunicato la loro posizione al drone. L’aereo è quindi decollato, volando autonomamente verso l’area e poi rimanendo sospeso sul posto, cacciando via gli uccelli. A causa delle norme di sicurezza, un operatore umano ha dovuto autorizzare ogni decollo, anche se si spera che ciò non sia necessario una volta sviluppato ulteriormente il sistema.


Nel periodo di cinque giorni, il drone è stato schierato automaticamente per un totale di 55 volte. In questo modo si è scoperto che riduce significativamente la quantità di tempo in cui i piccioni sono rimasti sul tetto e, in primo luogo, il numero di quelli che sono atterrati lì.

Il sistema è descritto in un documento che è stato recentemente pubblicato sulla rivista IEEE Explore 

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi