Home / APP Ai / What If Media Group introduce ARIA lo strumento AI per rendere le campagne di marketing più intelligenti

What If Media Group introduce ARIA lo strumento AI per rendere le campagne di marketing più intelligenti

L’automazione è ora considerata essenziale tra i professionisti del marketing per rafforzare la diffusione delle campagne, in parte a causa della sua capacità di indirizzare meglio le comunicazioni con i clienti. Secondo un recente sondaggio HubSpot , le campagne di automazione della posta elettronica sono tra le prime tre tattiche utilizzate dai professionisti del marketing per migliorare le prestazioni. E nel 2017, Salesforce ha riferito che il 67% dei responsabili delle vendite ha utilizzato una piattaforma di automazione del marketing.

Per soddisfare la crescente domanda, la società di performance marketing What If Media Group ha lanciato oggi la versione beta di Automated Response Intelligence Algorithm, o ARIA, un prodotto che sfrutta sistemi e tecniche di intelligenza artificiale per guidare la risposta alle campagne di vendita. L’azienda afferma di analizzare il comportamento dei consumatori per inviare offerte pertinenti alle persone al momento giusto per migliorare la fiducia e i risultati, nel mezzo in cui interagiscono di più.

“Abbiamo costruito la nostra piattaforma su misura per sfruttare le ultime novità in fatto di intelligenza artificiale e machine learning per migliorare l’efficacia delle campagne di marketing pay-for-performance e ottenere i massimi livelli di ritorno sull’investimento per i nostri clienti blue-chip”, Josh Gillon, cofondatore e amministratore delegato di What If Media Group, ha detto in una nota.

Secondo Gillon, ARIA, che è in lavorazione da due anni, utilizza metodologie di intelligenza artificiale tra cui modellazione sosia, clustering dei contenuti, modellazione, filtraggio collaborativo e un motore di raccomandazione per incoraggiare i consumatori a iscriversi a newsletter o messaggi di testo, inviare lavoro o richieste di prestito, incentivare le vendite online o offline e altro ancora. La modellazione sosia identifica le persone che sembrano e si comportano come un pubblico di destinazione, mentre il clustering dei contenuti identifica automaticamente le relazioni tra i gruppi di contenuti correlati. Per quanto riguarda il filtraggio collaborativo, filtra gli elementi che un utente potrebbe gradire sulla base delle reazioni di utenti simili, aiutando a evidenziare gli elementi che potrebbero attrarre l’utente.

“ARIA è un miscuglio di modelli che tentano di prevedere l’annuncio giusto da inviare alla persona giusta al momento giusto e tramite il canale giusto”, ha detto a VentureBeat Seth Gottlieb, presidente di What If Media Group, via e-mail. “Per usare un’analogia sportiva, non costruisci una squadra NBA con un set di abilità omogeneo. Piuttosto, costruisci un team che integra le reciproche competenze per massimizzare l’efficacia e l’efficienza del team. Stiamo facendo la stessa cosa con ARIA: ogni modello ha una tasca in cui vince rispetto ad altri modelli e al processo decisionale interno, e spetta al team di data science e agli algoritmi farlo accadere in modo efficiente “.

In particolare, ARIA utilizza un modello di intelligenza artificiale che le consente di creare un profilo utente universale, generando una ricca comprensione dei consumatori attraverso i canali. “In combinazione con il nostro enorme archivio di dati di prima parte e approfondimenti sui consumatori, nonché i nostri canali multimediali di proprietà e gestiti che si estendono ben oltre il Web, [strumenti come ARIA possono ulteriormente] la nostra missione di diventare la piattaforma preminente per i professionisti del marketing che cercano di ottenere profitti acquisire nuovi preziosi clienti su vasta scala “, continua Gottlieb.

Forrester prevede che la spesa per gli strumenti di automazione del marketing crescerà “vigorosamente” nei prossimi anni, raggiungendo i 25,1 miliardi di dollari all’anno entro il 2023 da 11,4 miliardi di dollari nel 2017. Si stima che il 55% dei responsabili delle decisioni di marketing prevede di aumentare la propria spesa per la tecnologia di marketing, inclusi AI e machine learning, con un quinto degli intervistati che prevede di aumentare del 10% o più.

I concorrenti nel segmento di mercato abbondano. C’è Pyze , che ha raccolto $ 4,6 milioni a luglio 2019 per il suo strumento di analisi e orchestrazione delle campagne di marketing basato sull’intelligenza artificiale, e Clari , che ha recentemente raccolto $ 60 milioni per sviluppare ulteriormente il suo set di strumenti per la pipeline di vendita AI. Per non parlare di TapClicks , che ha raccolto $ 10 milioni nell’agosto 2019; Boomtrain ; Albert Technologies ; 6Sense ; Appier ; Highspot ; e Panoramico . Più recentemente, SendinBlue ha raccolto 160 milioni di dollari per il suo prodotto basato sull’intelligenza artificiale per automatizzare le attività di marketing ripetitive.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi