Home / AI Intelligenza Artificiale / Armv9 : soluzione alle esigenze future di intelligenza artificiale, sicurezza e informatica specializzata

Armv9 : soluzione alle esigenze future di intelligenza artificiale, sicurezza e informatica specializzata

Arm ha introdotto l’architettura Armv9 in risposta alla domanda globale di elaborazione specializzata onnipresente con sicurezza e intelligenza artificiale (AI) sempre più capaci. Armv9 è la prima nuova architettura Arm in un decennio, basata sul successo di Armv8.

Le nuove funzionalità di Armv9 sono progettate per accelerare il passaggio dall’elaborazione generica a quella più specializzata in ogni applicazione man mano che AI, Internet of Things (IoT) e 5G guadagnano slancio a livello globale.

Per affrontare la più grande sfida tecnologica odierna, ovvero la protezione dei dati mondiali, la roadmap di Armv9 introduce l’Arm Confidential Compute Architecture (CCA). L’elaborazione confidenziale protegge parti di codice e dati dall’accesso o dalla modifica durante l’uso, anche da software privilegiato, eseguendo calcoli in un ambiente protetto basato su hardware.

The Arm CCA introdurrà il concetto di Reami creati dinamicamente, utilizzabili da tutte le applicazioni, in una regione separata sia dal mondo sicuro che da quello non protetto. Ad esempio, nelle applicazioni aziendali, Realms può proteggere i dati e il codice commercialmente sensibili dal resto del sistema mentre è in uso, a riposo e in transito.

L’ubiquità e la gamma dei carichi di lavoro dell’IA richiedono soluzioni più diversificate e specializzate. Ad esempio, si stima che entro la metà del 2020 saranno in uso più di otto miliardi di dispositivi con assistenza vocale abilitati all’intelligenza artificiale e il 90 percento o più delle applicazioni sul dispositivo conterrà elementi di intelligenza artificiale insieme a interfacce basate su intelligenza artificiale, come visione o voce.

Per rispondere a questa esigenza, Arm ha collaborato con Fujitsu per creare la tecnologia SVE (Scalable Vector Extension), che è il cuore di Fugaku, il supercomputer più veloce del mondo. Basandosi su questo lavoro, Arm ha sviluppato SVE2 per Armv9 per abilitare funzionalità avanzate di machine learning (ML) e elaborazione del segnale digitale (DSP) in una gamma più ampia di applicazioni.

SVE2 migliora la capacità di elaborazione dei sistemi 5G, della realtà virtuale e aumentata e dei carichi di lavoro ML in esecuzione localmente sulle CPU, come l’elaborazione delle immagini e le applicazioni per la casa intelligente. Nei prossimi anni, Arm estenderà ulteriormente le capacità di intelligenza artificiale della sua tecnologia con miglioramenti sostanziali nella moltiplicazione delle matrici all’interno della CPU, oltre alle continue innovazioni AI nelle sue GPU Mali e NPU Ethos.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi