Home / AI Intelligenza Artificiale / Aurora collabora con Paccar per sviluppare camion senza conducente

Aurora collabora con Paccar per sviluppare camion senza conducente

La startup a guida autonoma Aurora ha annunciato oggi una partnership con Paccar per costruire e distribuire camion autonomi. È la prima applicazione commerciale di Aurora nel settore degli autotrasporti e l’azienda afferma che unirà i suoi team di ingegneri attorno a un “programma di sviluppo accelerato” per creare camion senza conducente a partire dal Peterbilt 579 e dal Kenworth T680.

Alcuni esperti prevedono che la pandemia accelererà l’adozione di veicoli autonomi per la consegna. Auto, furgoni e camion a guida autonoma promettono di ridurre al minimo il rischio di diffusione di malattie limitando il contatto con il conducente. Ciò è particolarmente vero per quanto riguarda il trasporto merci a corto raggio, che sta registrando un picco di volume durante l’epidemia. L’indice dei prezzi alla produzione per il trasporto su autocarro locale è balzato del 20,4% da luglio ad agosto, secondo il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti, molto probabilmente spinto dalla domanda di distribuzione a corto raggio da magazzini e centri di distribuzione a centri di distribuzione e negozi di e-commerce.

Aurora – che ha recentemente acquisito l’Advanced Technologies Group di Uber, la divisione di veicoli senza conducente della società di servizi di trasporto passeggeri, secondo quanto riferito per circa $ 4 miliardi – afferma che lavorerà con Paccar per creare un piano “espansivo” per futuri camion autonomi. Aurora e Paccar prevedono di lavorare a stretto contatto su “tutti gli aspetti della collaborazione”, dall’approvvigionamento di componenti e miglioramenti tecnologici dei veicoli all’integrazione dei veicoli Peterbilt e Kenworth con hardware, software e servizi operativi di Aurora.

Aurora testerà e convaliderà i camion Peterbilt e Kenworth senza conducente presso il centro tecnico di Paccar a Mt. Vernon, Washington, così come sulle strade pubbliche. Le aziende si aspettano che vengano distribuiti in Nord America nei prossimi anni, durante i quali Paccar e Aurora valuteranno ulteriori opportunità di collaborazione con i modelli e le aree geografiche di Peterbilt, Kenworth e DAF.

Aurora, che è stata cofondata da Chris Urmson, uno dei leader originali del progetto di auto a guida autonoma di Google che è diventato Waymo, per ora ha gli occhi puntati sulla consegna delle merci. A gennaio, Aurora ha affermato che dopo un anno di concentrazione su capacità tra cui fusione, spinta e svolte a sinistra non protette, il suo sistema autonomo – l’Aurora Driver, che è stato integrato in sei diversi tipi di veicoli fino ad oggi, tra cui berline e SUV. , minivan, furgoni commerciali e camion merci – possono funzionare senza problemi, “anche in ambienti urbani densi”. Più recentemente, Aurora , che ha recentemente dichiarato di avere oltre 1.600 dipendenti, ha annunciato che inizierà a testare veicoli senza conducente, compresi i semirimorchi, in alcune parti del Texas.

L’anno scorso, Aurora ha raccolto investimenti da Amazon e altri per un totale di $ 600 milioni con una valutazione di oltre $ 2 miliardi, una parte dei quali è stata spesa per acquisire la startup di sensori lidar Blackmore . (Lidar, un dispositivo su molti progetti di veicoli autonomi, misura la distanza dagli oggetti di destinazione illuminandoli con luce laser e misurando gli impulsi riflessi.) Ora valutata a $ 10 miliardi, Aurora con sede a Pittsburgh si è impegnata ad assumere più lavoratori, con uno specifico concentrarsi su ingegneri di livello medio-alto in software e infrastrutture, robotica, hardware, cloud e firmware. L’acquisto di AGT potrebbe aumentare la dimensione della sua forza lavoro da circa 600 a quasi 1.200, rappresentando circa 1.200 dipendenti di ATG.

Paccar, fondata nel 1905, è tra i più grandi produttori di autocarri medi e pesanti al mondo. L’azienda si occupa di progettazione, produzione e assistenza clienti di autocarri leggeri, medi e pesanti con targhette Kenworth, Peterbilt, Leyland Trucks e DAF.

Il valore delle merci trasportate come merci negli Stati Uniti è stato stimato in circa 50 miliardi di dollari ogni giorno nel 2013. E il mercato dei camion senza conducente – che si prevede raggiungerà le 6.700 unità a livello globale dopo un totale di 54,23 miliardi di dollari nel 2019 – risparmierà la logistica e industria marittima $ 70 miliardi all’anno aumentando la produttività del 30%. Oltre ai risparmi sui costi promessi, la crescita dell’automazione degli autotrasporti è stata guidata da una carenza di conducenti. Nel 2018, l’American Trucking Associations ha stimato che sarebbero stati necessari 50.000 camionisti in più per colmare il divario negli Stati Uniti, nonostante l’eliminazione degli screening proposti dal Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti per l’apnea notturna.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi