Home / Economia / CoCoPie raccoglie 6 milioni di dollari

CoCoPie raccoglie 6 milioni di dollari

CoCoPie, che ottimizza l’intelligenza artificiale per i dispositivi edge, raccoglie 6 milioni di dollari 

 
CoCoPie , una startup che sviluppa una piattaforma per ottimizzare i modelli di intelligenza artificiale per i dispositivi edge, ha annunciato oggi di aver raccolto 6 milioni di dollari in un round di finanziamento di serie A guidato da Sequoia China Seed Fund. Secondo il CEO Yanzhi Wang, il capitale, che valuta l’azienda a 50 milioni di dollari post-soldi, sarà destinato alla ricerca e allo sviluppo e alla crescita della base clienti di CoCoPie.

Si prevede che il mercato dell’IA edge, una combinazione di intelligenza artificiale e edge computing, che acquisisce, archivia, elabora e analizza i dati vicino alla fonte, varrà $ 1,83 miliardi entro il 2026. Un rapporto di Markets and Markets ha attribuito la crescita a vari fattori, ma in particolare la maggiore adozione di capacità di lavoro a distanza, manutenzione e monitoraggio remoti delle risorse, automazione di fabbrica e telemedicina. La ricerca di Google Cloud e The Harris Poll ha scoperto che la pandemia ha portato ad un aumento “significativo” dell’adozione dell’IA nella catena di fornitura della produzione, nell’inventario e nella gestione del rischio, ad esempio.

 
CoCoPie, fondata nel 2020, offre un prodotto che consente ai modelli di intelligenza artificiale di funzionare su dispositivi standard tramite tecniche che includono la compressione del modello. Attraverso la potatura “basata su pattern” e la generazione di codice “pattern-aware”, la piattaforma genera codici di esecuzione efficienti, sfruttando un framework per identificare quali parti dei modelli eliminare senza influire sulla precisione.

“La pandemia ha evidenziato perché una soluzione software come CoCoPie è una tale necessità. Esistono decine di miliardi di dispositivi esistenti alimentati da processori di vecchia generazione, la maggior parte dei quali non è in grado di eseguire modelli di intelligenza artificiale senza le tecnologie di CoCoPie”, ha detto a VentureBeat via e-mail Wang, che ha co-fondato CoCoPie con i colleghi accademici Xipeng Shen e Bin Ren. “Di fronte alla carenza globale di chip, molti di questi processori nei dispositivi esistenti possono essere riciclati; con la soluzione di CoCoPie in cima, questi chip di vecchia generazione possono persino superare i processori di nuova generazione.”

Ottimizzazione dei modelli
Gli strumenti di ottimizzazione dell’IA non sono particolarmente nuovi. Neural Magic e OctoML , che Wang considera concorrenti, offrono soluzioni paragonabili alla piattaforma di CoCoPie. Ma Wang ha affermato che la tecnologia di CoCoPie può consentire in modo univoco di accelerare i dispositivi mobili esistenti, nonché i processori di Internet of Things di fascia bassa, i microcontrollori e i processori di segnali digitali.

Confrontato con librerie come PyTorch Mobile e TensorFlow Lite, CoCoPie ha affermato di poter raggiungere velocità di inferenza comprese tra 6,7 ​​millisecondi e 11,8 millisecondi su uno smartphone Samsung Galaxy S10 (con una GPU Qualcomm Kyro 485 e una GPU Adreno 640) con una precisione di circa il 78%. Inoltre, CoCoPie ha affermato che può eseguire inferenze di visione artificiale fino a 3,9 millisecondi, equivalenti a 256 foto al secondo, su un dispositivo mobile o fino al 331% più velocemente di PyTorch Mobile.

“Nel complesso, la tecnologia CoCoPie può migliorare l’esperienza mobile dell’utente finale. Dalle prestazioni più elevate al miglioramento dello zoom sui dispositivi mobili, la tecnologia di CoCoPie rivoluzionerà il settore degli smartphone”, ha affermato Wang.

Sid Nag, vicepresidente della ricerca presso Gartner, ha affermato che la crescita di startup come CoCoPie segnala che la prossima frontiera nei servizi IT sarà guidata dal nesso tra cloud, edge, 5G, intelligenza artificiale, Internet delle cose, dati e analisi. Questo nesso, ha affermato, consentirà soluzioni per casi d’uso come città intelligenti e vendita al dettaglio, droni, veicoli connessi e autonomi e assistenza sanitaria a distanza.

“L’uso dell’intelligenza artificiale nell’edge computing per un caso d’uso specifico come la vendita al dettaglio intelligente è un esempio di tale nesso: sfruttando le soluzioni di elaborazione dell’edge che si trovano nei negozi e nei punti vendita, dove le esigenze di infrastrutture come l’elaborazione sono disponibili localmente a questi bordi, consente alle applicazioni di vendita al dettaglio come il punto vendita e il controllo dell’inventario di avvicinarsi agli utenti finali”, ha detto Nag a VentureBeat via e-mail. “Inoltre, tecnologie come l’intelligenza artificiale possono aiutare nel riconoscimento dei modelli del comportamento di acquisto dei clienti per favorire ulteriori opportunità di upselling. L’intelligenza artificiale può anche essere utilizzata per identificare modelli di utilizzo per aiutare nel posizionamento strategico dei nodi perimetrali”.

Quindici dipendenti CoCoPie ha più di 10 clienti, tra cui Tencent e Cognizant, e ha recentemente ricevuto una sovvenzione per la ricerca sull’innovazione per le piccole imprese della National Science Foundation per 250.000 dollari. CoCoPie ha affermato che utilizzerà la sovvenzione per “migliorare ulteriormente” le sue tecnologie di ottimizzazione di base.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi