Elementary raccoglie 30 milioni di dollari per l’intelligenza artificiale che automatizza le ispezioni fisiche dei prodotti 

Anche se potrebbe non essere il primo esempio che viene in mente quando si pensa alle applicazioni di intelligenza artificiale, i sistemi di intelligenza artificiale sono sempre più utilizzati nel settore manifatturiero. Negli stabilimenti industriali e nei magazzini, l’intelligenza artificiale ha il potenziale per migliorare l’efficienza delle apparecchiature e i rendimenti di produzione, nonché i tempi di attività e la coerenza. Secondo un sondaggio del 2021 di The Manufacturer , il 65% dei leader nel settore manifatturiero sta lavorando per pilotare l’IA. Si prevede che l’implementazione nei soli magazzini raggiungerà un tasso di crescita annuo composto del 57,2% nei prossimi cinque anni.

Tuttavia, molti ostacoli si frappongono a implementazioni produttive di successo dell’IA. Sia l’assunzione che il mantenimento dei tecnologi dell’IA rimangono difficili per le aziende, oltre ad affrontare i problemi tecnologici associati ai sistemi di intelligenza artificiale. Ad esempio, in un recente rapporto , l’82% dei dirigenti dei dati ha dichiarato a Precisely che la scarsa qualità dei dati stava mettendo a rischio i progetti basati sui dati nell’azienda, compresi i progetti di intelligenza artificiale.

 
Negli ultimi anni, sono emerse piattaforme progettate per astrarre la complessità dell’IA applicata alla produzione man mano che cresce la consapevolezza della tecnologia. Uno di questi è Elementary , che utilizza l’intelligenza artificiale per consentire ai clienti di ispezionare i manufatti fino alle singole parti e assiemi. La società afferma che l’interesse per la sua soluzione in particolare è aumentato a un ritmo accelerato man mano che la carenza di manodopera peggiora. Come molti come 2,1 milioni di posti di lavoro di produzione potrebbero andare vacanti fino al 2030, secondo uno studio pubblicato da Deloitte e The Institute Manufacturing.

IA elementare
Elementary è stata fondata nel 2017 da Arye Barnehama, che in precedenza aveva lanciato e venduto la società di tecnologia indossabile Melon a Daqri, una startup di realtà aumentata industriale. La piattaforma e l’hardware senza codice di Elementary consentono ai clienti di creare routine e addestrare modelli di intelligenza artificiale per ispezionare i prodotti per il controllo della qualità etichettando i dati attraverso una dashboard.

 
Elementary descrive il suo prodotto come una soluzione tecnologica “full stack”, con tutto, dai controlli del motore a un’API che mantiene gli ispettori umani nel ciclo per tracciare e addestrare i modelli nel tempo. La piattaforma di visione artificiale dell’azienda per la qualità e l’ispezione nella produzione può imparare a svolgere attività monotone e sfruttare telecamere RGB, sensori di profondità e intelligenza artificiale per percepire il mondo, consentendo loro di imparare dai processi che osservano.

Partner elementari con aziende come Rapid Robotics, una startup che fornisce prodotti di automazione pronti all’uso per i produttori, per fornire soluzioni di automazione chiavi in ​​mano ai produttori. Barnehama afferma che la combinazione dei prodotti Elementary e Rapid consente ai clienti di raggiungere maggiori livelli di autonomia senza sacrificare la qualità.

 

“Elementary esegue casi d’uso dalle ispezioni cosmetiche (assicurandosi che i prodotti finiti siano accettabili per il consumatore finale) al rilevamento dei difetti (assicurandosi che non siano presenti problemi critici in un prodotto) al rilevamento di materiali estranei (assicurandosi che non siano presenti materiali o oggetti estranei) alla verifica dell’etichetta (assicurandosi che l’etichetta giusta sia sul prodotto giusto)”, ha spiegato Barnehama a VentureBeat via e-mail. “[I] produttori possono utilizzare la piattaforma per una visione globale dei loro rendimenti di produzione, dei loro difetti più comuni e dei rapporti completi per guidare approfondimenti e miglioramenti alla linea di produzione.”

Crescita nell’automazione
Il successo di Elementary – l’azienda ha raccolto oggi 30 milioni di dollari in un round di finanziamento di serie B guidato da Tiger Global – riflette la crescente domanda di tecnologie AI nelle industrie fisiche. Barnehama stima che oltre il 10% di tutti i ruoli aperti nel settore manifatturiero sia correlato alla qualità o all’ispezione, il che lo rende uno dei tipi più difficili da ricoprire.

 
Tra le altre startup, Landing AI sta sviluppando tecnologie basate sulla visione artificiale per vari tipi di automazione della produzione. Cogniac e Seebo sono altri nuovi arrivati ​​nel settore, così come giganti della tecnologia come Google, che offre un prodotto di ispezione visiva che individua – e mira a correggere – i difetti prima che i prodotti vengano spediti.

La natura senza codice della piattaforma di Elementary combacia con un’altra tendenza: la crescita di strumenti che consentono ai non sviluppatori di creare software tramite dashboard visivi invece della programmazione tradizionale. Un rapporto di OutSystems mostra che il 41% delle organizzazioni utilizzava uno strumento a basso o senza codice nel 2019/2020, rispetto al 34% nel 2018/2019. E se la tendenza attuale regge, il mercato del low e no-code potrebbe salire da $ 13,3 miliardi a $ 17,7 miliardi nel 2021 a tra $ 58,8 miliardi e $ 125,4 miliardi nel 2027.

 “Durante la pandemia, la produzione e la logistica hanno subito gravi carenze di manodopera… Poiché le aziende cercano di continuare ad automatizzare senza dover fare affidamento su talenti ingegneristici costosi e difficili da trovare, la nostra attività è cresciuta perché siamo in grado di fornire loro senza -code AI soluzioni”, ha detto Barnehama. “Non solo permettiamo loro di automatizzare un’attività per la quale non riescono a trovare abbastanza manodopera – garanzia di qualità – ma rendiamo il nostro sistema facile da usare, eliminando la necessità di esperti di visione artificiale che sono ancora più difficili da trovare oggi”.

Anche Fika Ventures, Fathom Capital, Riot VC e Toyota Ventures hanno partecipato alla serie B di Elementary da 50 persone. Porta il totale dell’azienda a oltre $ 47,5 milioni.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi