Home / Economia / Gatik raccoglie 85 milioni di dollari

Gatik raccoglie 85 milioni di dollari

 
La startup di Robot Truck Gatik raccoglie 85 milioni di dollari nel round di finanziamento guidato da Koch 

Gatik, una startup della Silicon Valley che sta sviluppando un servizio di consegna robotica a percorso fisso autonomo, si è assicurata la sua più grande infusione di denaro fino ad oggi con un round di $ 85 milioni guidato dal braccio di investimento di Koch Industries che l’aiuterà ad espandere le operazioni, aggiungere personale e costruire il suo camion flotta.

 
La società con sede a Palo Alto, in California, che già genera entrate trasportando beni di consumo e generi alimentari in camion robotizzati per Walmart in Arkansas e Louisiana e per i supermercati canadesi Loblaw a Toronto, ha affermato che sta espandendo anche i servizi di consegna per le aziende in Texas. Il piano prevede la gestione di camion autonomi da 20 e 26 piedi fuori dalle strutture che sta allestendo vicino all’aeroporto di Fort Worth come parte della ” Mobility Innovation Zone ” dello stato. 

Con il round di serie B, Gatik ha raccolto $ 114,5 milioni dalla sua fondazione nel 2017 e il nuovo finanziamento “ci posiziona per scalare bene da qui”, afferma il cofondatore e CEO Gautam Narang. “Il modo in cui guardiamo al business, alla tecnologia, alle aziende con cui lavoriamo, abbiamo tutti i componenti chiave in atto”.

 
I servizi di autotrasporto e consegna sono stati l’area in più rapido sviluppo del settore della guida autonoma negli ultimi due anni poiché l’applicazione è considerata un po’ più semplice dei servizi robotaxi e probabilmente genererà maggiori entrate nei prossimi anni. A differenza di concorrenti come TuSimple, che si concentra sullo sviluppo di semirimorchi robotici per l’autotrasporto autostradale a lungo raggio o i piccoli robot per la consegna di generi alimentari e alimentari della startup Nuro, l’obiettivo di Gatik è trasportare merci per le aziende su rotte ripetitive e fisse, con poche variazioni. (Waymo, che sta sviluppando big rig robotici e robotaxi, sta anche testando le cosiddette consegne di medio miglio ai clienti commerciali nella periferia di Phoenix.)

Il round di finanziamento offre alla società strettamente controllata “una pista di almeno due anni e mezzo, tre anni”, ha detto Narang. La società è stata contattata da potenziali partner per diventare pubblica tramite una fusione SPAC, ma non ci sono piani immediati per farlo, ha detto senza elaborare. Il fatto che le entrate di Gatik dai servizi di consegna siano in aumento riduce anche la pressione per quotare le sue azioni o perseguire un round di finanziamento ancora più grande. 

 
“Abbiamo entrate significative in arrivo. L’anno scorso abbiamo realizzato entrate in milioni e quest’anno prevediamo di aumentarle del 400% anno su anno”, ha detto, senza elaborare. 

 
Il braccio di investimento di Koch, Koch Disruptive Technologies, ha guidato il round di finanziamento che includeva gli investitori esistenti Innovation Endeavours, Wittington Ventures, FM Capital, Dynamo Ventures, Trucks VC e Intact Ventures, tra gli altri partecipanti. 

“La tecnologia autonoma di trasformazione di Gatik e il team di livello mondiale stanno definendo lo standard nella logistica B2B a corto raggio affrontando i problemi più importanti che devono affrontare la catena di approvvigionamento di oggi”, ha dichiarato Chase Koch, presidente di Koch Disruptive Technologies, in una nota. “Riteniamo che Gatik sarà il primo a commercializzare la tecnologia autonoma su larga scala per il mercato degli autotrasporti medi nordamericani”.

Gatik sta lavorando con il produttore di camion Isuzu per lanciare una linea di veicoli commerciali autonomi per le consegne entro il 2023 e intende espandere la sua attuale flotta di 20 veicoli a circa 100 unità entro la fine dell’anno, afferma Narang. L’azienda ha compiuto progressi tecnologici significativi nell’ultimo anno, al punto che ora utilizza alcuni camion in Arkansas in modalità completamente senza conducente, senza persone al volante come backup. 

“Queste non sono demo una tantum o run una tantum. Stiamo facendo queste corse ripetutamente su strade pubbliche”, afferma Narang. “Sul fronte della tecnologia siamo a un punto in cui abbiamo convalidato la tecnologia in un mercato e ora l’obiettivo è quello di scalare da qui”.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi