Home / APP Ai / Gli allarmi di inondazione AI di Google ora coprono tutta l’India e si sono estesi al Bangladesh

Gli allarmi di inondazione AI di Google ora coprono tutta l’India e si sono estesi al Bangladesh

Gli avvisi di inondazione AI di Google ora coprono tutta l’India e si sono estesi al Bangladesh
Gli allarmi di inondazione sono ora disponibili per 240 milioni di persone

Google afferma che il suo servizio di previsione delle inondazioni, che utilizza l’apprendimento automatico per identificare le aree di terreno soggette a inondazioni e avvisare gli utenti prima dell’arrivo delle acque, ora copre tutta l’India e si è esteso anche a parti del Bangladesh.

Il gigante della ricerca ha lanciato lo strumento nel 2018 per la regione indiana di Patna, ma afferma che sta lentamente aumentando la copertura in coordinamento con il governo locale. A giugno, ha raggiunto il traguardo della copertura di tutte le aree più colpite dalle inondazioni dell’India. L’azienda afferma che questo significa che circa 200 milioni di persone in India e 40 milioni di persone in Bangladesh possono ora ricevere avvisi dal suo sistema di previsione delle inondazioni.

Oltre ad espandere la copertura, Google sta testando previsioni più accurate e ha aggiornato il modo in cui i suoi avvisi vengono visualizzati sui dispositivi degli utenti. La società afferma di aver inviato oltre 30 milioni di notifiche agli utenti con dispositivi Android.

Google è da tempo interessata a fornire avvisi su disastri naturali ed emergenze nazionali come inondazioni, incendi e terremoti. Molti di questi vengono gestiti tramite il suo programma di avvisi pubblici . Proprio il mese scorso, l’azienda ha lanciato un nuovo servizio che trasforma i dispositivi Android in una rete di sismometri , sfruttando gli accelerometri all’interno di telefoni e tablet per rilevare le vibrazioni dei terremoti e inviare avvisi agli utenti.

Nel caso della previsione delle inondazioni, tuttavia, Google non utilizza le informazioni dai dispositivi dei clienti. Invece, si basa su un mix di dati storici e contemporanei su precipitazioni, livelli di fiumi e simulazioni di inondazioni, utilizzando l’apprendimento automatico per creare nuovi modelli di previsione.

Google afferma che sta sperimentando nuovi modelli in grado di fornire avvisi ancora più accurati. Il suo ultimo modello di previsione può “raddoppiare i tempi di consegna” del sistema precedente, afferma la società, fornendo allo stesso tempo alle persone informazioni sulla profondità delle inondazioni. “In più del 90% dei casi, le nostre previsioni forniranno il livello dell’acqua corretto con un margine di errore di 15 centimetri”, affermano i ricercatori di Google.

Uno studio sulle previsioni di Google nel bacino del fiume Gange-Brahmaputra condotto con scienziati di Yale ha rilevato che il 70% delle persone che hanno ricevuto un avviso di alluvione lo ha fatto prima che arrivassero le acque di inondazione e il 65% delle famiglie che hanno ricevuto un avviso ha agito. “Anche in un’area che soffre di bassa alfabetizzazione, istruzione limitata e alta povertà, la maggioranza dei cittadini agisce in base alle informazioni che riceve”, scrivono i ricercatori. “Quindi, i primi allarmi valgono sicuramente lo sforzo.”

Hanno notato che i problemi con l’utilizzo degli avvisi per smartphone persistevano. I problemi principali sono semplicemente la mancanza di accesso agli smartphone e la mancanza di fiducia riguardo agli avvertimenti tecnologici. Gli intervistati con cui i ricercatori hanno parlato hanno affermato di preferire ricevere avvisi dai leader locali e che condividerli tramite altoparlanti e telefonate era ancora desiderabile.

Google dice che sta esaminando questi problemi e ha avviato una collaborazione con la Federazione internazionale delle società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa. Spera di condividere le sue previsioni di alluvione con queste organizzazioni che potranno poi diffondere le informazioni attraverso le proprie reti.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi