Google acquista Siemplify nella prima fase di investimento informatico

Una volta integrata in Google Cloud, la piattaforma di Siemplify fungerà da base per uno sviluppo più approfondito della sicurezza in Google
 
Google di Alphabet ha confermato il 4 gennaio l’acquisizione dello specialista israeliano di orchestrazione, automazione e risposta (SOAR) Siemplify , che costituisce la base per il suo investimento a lungo termine nella sicurezza informatica, come precedentemente promesso nell’agosto 2021 .


I termini finanziari dell’accordo non sono stati resi noti formalmente, ma è stato ampiamente riportato che Siemplify è stato venduto per circa 500 milioni di dollari (369 milioni di sterline / 441 milioni di euro).

Google prevede di integrare la piattaforma di Siemplify nel servizio Google Cloud Chronicle , a sua volta un prodotto del laboratorio “moonshot” di Alphabet X, per costruire una base più solida per la sua proposta di servizi di sicurezza informatica.

Ha affermato che l’unificazione delle funzionalità SOAR con il set di strumenti di analisi della sicurezza di Chronicle è stato un importante passo avanti in una visione più ampia per costruire un “flusso di lavoro delle operazioni di sicurezza intuitivo ed efficiente attorno alla telemetria di sicurezza su scala mondiale” che realizza l’obiettivo di un “moderno stack di gestione delle minacce” che “consente ai clienti di andare oltre i tipici eventi di sicurezza e gestione delle informazioni [SIEM] e gli strumenti di rilevamento e risposta estesi [XDR]”. Spera che questo aiuti i clienti a rilevare e rispondere meglio alle minacce informatiche in modo rapido e su vasta scala.

“In un momento in cui gli attacchi informatici stanno crescendo rapidamente sia in frequenza che in sofisticatezza, non c’è mai stato un momento migliore per riunire queste due società”, ha scritto il vicepresidente e direttore generale di Google Cloud Security, Sunil Potti.

“Entrambi condividiamo la convinzione che gli analisti della sicurezza debbano essere in grado di risolvere più incidenti con maggiore complessità, richiedendo meno sforzo e conoscenze meno specializzate. Con Siemplify, cambieremo le regole su come le organizzazioni cercano, rilevano e rispondono alle minacce”.

Il CEO di Siemplify, Amos Stern, ha aggiunto: “Siamo entusiasti di unirci a Google Cloud e sfruttare il successo che abbiamo avuto nel mercato aiutando le aziende ad affrontare le crescenti minacce alla sicurezza. Insieme alla ricca analisi di sicurezza e all’intelligence sulle minacce di Chronicle, possiamo davvero aiutare i professionisti della sicurezza a trasformare il centro operativo di sicurezza [SOC] per difendersi dalle minacce odierne”.

Con clienti che includono organizzazioni di servizi finanziari globali e grandi produttori, Siemplify ha anche trovato un pubblico pronto di utenti tra i fornitori di servizi di sicurezza gestiti (MSSP), come Longwall Security con sede a Oxford , che annovera tra i propri clienti artisti del calibro della compagnia assicurativa Aviva, e la catena di supermercati Co-op.

Longwall ha incorporato Siemplify nella propria offerta per automatizzare il lavoro umile di valutazione e gestione della raffica di incidenti ed eventi di sicurezza che i clienti devono affrontare ogni giorno, lasciando gli esperti informatici umani liberi di dare la caccia alle minacce e rispondere agli incidenti. Ha detto che questo gli ha permesso di “superare alcuni dei suoi maggiori concorrenti”, anche senza il proprio SOC.

L’anno scorso, Siemplify ha effettuato investimenti sostanziali nella sua attività nel Regno Unito in risposta a un aumento del 75% della sua base di clienti locali, ampliando sia il suo team sul campo che la sua comunità di partner di canale .

 

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi