Got It AI sviluppa l’intelligenza artificiale per identificare e affrontare le allucinazioni di ChatGPT per le applicazioni aziendali
L’azienda afferma che i chatbot AI conversazionali per le basi di conoscenza aziendali non possono permettersi di sbagliare dal 15% al ​​20% delle volte

Got It AI, la società autonoma di intelligenza artificiale conversazionale, ha annunciato una nuova e innovativa intelligenza artificiale “Truth Checker” in grado di identificare quando ChatGPT è allucinato (generando risposte fabbricate) durante la risposta domande degli utenti su un’ampia serie di articoli o knowledge base. Questa innovazione consente di implementare esperienze simili a ChatGPT senza il rischio di fornire risposte errate a utenti o dipendenti. Le aziende possono ora implementare con sicurezza AI conversazionali generative che sfruttano le basi di conoscenza su larga scala come quelle utilizzate per l’assistenza clienti esterna o per le query di supporto degli utenti interni.

Il Truth Checker AI utilizza un sistema di intelligenza artificiale separato e avanzato basato su Large Language Model (LLM) e un dominio di contenuto target (ad esempio un’ampia base di conoscenze o una raccolta di articoli) per addestrarsi autonomamente per un compito: il controllo della verità. ChatGPT o un LLM sottostante come un modello GPT-3.5, fornito con lo stesso contenuto, può quindi essere utilizzato per rispondere alle domande in un dialogo di chat contestuale a più turni. Ogni risposta viene valutata per la veridicità prima di essere presentata all’utente. Ogni volta che viene rilevata una risposta imprecisa, la risposta non viene presentata all’utente. Viene invece fornito un riferimento agli articoli pertinenti che contengono la risposta.

“Abbiamo testato la nostra tecnologia con un set di dati di oltre 1000 articoli su più basi di conoscenza utilizzando conversazioni a più turni con strutture linguistiche complesse come co-riferimento, contesto e cambi di argomento”, ha affermato Chandra Khatri, ex leader del team del Premio Alexa e co- fondatore di Got It AI. “ChatGPT ha prodotto risposte errate per circa il 20% delle query quando ha fornito tutto il contenuto pertinente per la query nel suo spazio di prompt. Il nostro Truth Checker AI è stato in grado di rilevare il 90% delle risposte imprecise, senza l’aiuto umano. Forniremo anche il cliente con una semplice interfaccia utente per l’IA di controllo della verità, per ottimizzarla ulteriormente, identificare le restanti imprecisioni ed eliminare praticamente tutte le risposte imprecise.”

“La nostra tecnologia è un importante passo avanti nell’intelligenza artificiale conversazionale autonoma per domini di contenuti” noti “, come le basi di conoscenza aziendali, rispetto a” domini aperti “come l’intero world wide web”, ha affermato Amol Kelkar, ex architetto di Microsoft Office Online e co-fondatore di Got It AI. “Va oltre l’ingegneria tempestiva, la messa a punto o solo un livello di interfaccia utente. È un modello proprietario che ci consente di fornire AI conversazionale scalabile, accurata e fluida per i clienti che intendono sfruttare LLM generativi. Verifica della verità delle risposte generate in modo conveniente, è la capacità chiave che colma il divario tra un sistema di ricerca e sviluppo e un sistema pronto per l’impresa.”

Iscrizioni alla beta privata

Got It AI’s Truth Checker AI viene reso disponibile all’interno del suo prodotto ArticleBot, che sfrutta Davinci-3, un LLM generativo GPT-3.5 di OpenAI. Ci si aspetta che OpenAI renda ChatGPT e il tanto atteso GPT-4 sempre migliori con il suo Reinforcement Learning Human Feedback e altri approcci. Tuttavia, alcune imprecisioni continueranno a esistere in qualsiasi chatbot generativo basato su LLM, in particolare dato il contenuto di destinazione specifico e il contenuto che viene aggiornato regolarmente. ArticleBot di Got It AI con Truth Checker AI supporterà gli ultimi LLM generativi disponibili.

Per semplificare la valutazione del prodotto, Got It AI consente ai clienti di fornire semplicemente una base di conoscenza o una serie di articoli. ArticleBot non richiede alcuna configurazione per addestrarsi sul contenuto di destinazione e gli utenti possono iniziare a testarlo in pochi minuti. È ideale per l’assistenza clienti AI conversazionale di livello aziendale, l’help desk e le applicazioni di assistenza agli agenti. Got It AI sta accettando richieste sulla sua beta chiusa per ArticleBot con il Truth Checker AI integrato su  www.got-it.ai/articlebot o contattando direttamente il co-fondatore David Chu  david@got-it.ai .

Richieste dei media : Contatta Peter Brooks all’indirizzo peterjbrooks@msn.com


Informazioni su Got It AI : fondata nel 2019 quando i modelli Transformers e Large Language sono stati introdotti per la prima volta nell’ecosistema AI da Google (BERT), OpenAI (GPT) e altri, Got It AI è stata la prima azienda a iniziare a sviluppare un agente virtuale autonomo e piattaforma chatbot per la gestione della Customer Experience. Oggi sfrutta gli LLM generativi nei suoi prodotti AutoFlows™ e Articlebot™.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi