Home / Economia / Granulate raccoglie 30 milioni di dollari per l’IA intelligenza artificiale che ottimizza i carichi di lavoro del server

Granulate raccoglie 30 milioni di dollari per l’IA intelligenza artificiale che ottimizza i carichi di lavoro del server

Come l’open banking sta guidando un’enorme innovazione
Scopri come le fintech e le FI lungimiranti stanno accelerando i prodotti finanziari personalizzati attraverso API ricche di dati.

Granulate , una startup che sviluppa una piattaforma che ottimizza l’infrastruttura informatica, ha annunciato oggi di aver raccolto $ 30 milioni, portando il totale raccolto a $ 45,6 milioni. La società afferma che l’infusione di denaro l’aiuterà a sviluppare prodotti che riducono il tempo impiegato dagli ingegneri per ottimizzare le prestazioni dei sistemi aziendali, liberandoli per perseguire progetti potenzialmente più creativi, di impatto e stimolanti.

Applicare l’IA alle operazioni del data center non è un’idea nuova: IDC prevede che il 50% delle risorse IT nei data center verrà eseguito in modo autonomo utilizzando la funzionalità AI incorporata entro il 2022. A tal fine, Concertio, che ha recentemente raccolto $ 4,2 milioni , fornisce l’ottimizzazione del sistema basata sull’intelligenza artificiale strumenti per aumentare le prestazioni di hardware e software. Facebook ha affermato di utilizzare internamente l’IA per accelerare le ricerche per le impostazioni ottimali del server . E IBM offre uno strumento chiamato Data Center Advisor con Watson che calcola i punteggi di integrità del data center e anticipa possibili problemi o guasti.

Ma la soluzione di Granulate utilizza agenti software che possono essere installati su qualsiasi server Linux in data center o ambienti cloud, comprese le macchine virtuali. Questi agenti basati sull’intelligenza artificiale si adattano ai sistemi operativi e ai kernel, assegnando la priorità ai thread tenendo conto della fase di elaborazione di ciascuna richiesta e utilizzando uno stack di rete che consente il parallelismo. Granulate analizza i modelli e le dimensioni di utilizzo per personalizzare le allocazioni e la memoria per ogni app, creando autonomamente le priorità di controllo della congestione tra le connessioni per ottimizzare il throughput per il carico di lavoro corrente.

La suite di Granulate, che funziona con strumenti di monitoraggio esistenti come Prometheus, AppDynamics, New Relic, Datadog, Dynatrace ed Elastic, è installata in dozzine di ambienti di produzione e decine di migliaia di server, inclusi quelli di proprietà di Coralogix e AppsFlyer. L’azienda afferma di essere più performante della maggior parte, migliorando il throughput delle macchine fino a 5 volte e portando a un risparmio sui costi di elaborazione fino al 60% e una riduzione del 40% della latenza.

Startapp, una piattaforma dati mobile con oltre 1,5 miliardi di utenti attivi mensili e 800.000 app partner, riferisce che Granulate ha ottenuto una riduzione del 30% della latenza media e una riduzione dell’utilizzo del processore del 25%, ottenendo una riduzione dei costi di elaborazione del 33%. Un altro cliente, la società di tecnologia pubblicitaria Bigabid, afferma di essere riuscita a ridurre i costi di elaborazione del 60% entro 15 minuti dall’implementazione di Granulate.

A ottobre, nell’ambito di una nuova partnership con Microsoft Azure, Granulate ha lanciato una soluzione di ottimizzazione continua in tempo reale per il cloud di Azure e gli ambienti ibridi nel Microsoft Azure Marketplace. All’inizio dell’anno, Granulate ha annunciato il supporto per i contratti software-as-a-service in AWS Marketplace, consentendo ai clienti di Amazon Web Services di pagare anticipatamente Granulate in base ai livelli di utilizzo previsti attraverso contratti della durata massima di due anni.

Granulate afferma che negli ultimi 10 mesi, i suoi 21 clienti hanno risparmiato oltre 3 miliardi di ore di utilizzo del core, con il numero di core CPU in gestione che è aumentato di oltre 10 volte fino a oltre 300.000 core. Si prevede che le entrate del 2021 raggiungeranno i 5 milioni di dollari, da 1 milione di dollari a 2 milioni di dollari nel 2020.

“La pandemia ha creato per noi una grande opportunità di mercato, poiché aziende di tutte le forme e dimensioni hanno iniziato a implementare soluzioni in grado di ridurre i costi. La nostra esclusiva soluzione di ottimizzazione consente alle aziende di ottenere una significativa riduzione dei costi di elaborazione e un miglioramento delle prestazioni su qualsiasi infrastruttura o ambiente con il minimo sforzo o modifiche al codice “, ha dichiarato a VentureBeat tramite e-mail il CEO Asaf Ezra, cofondatore di Granulate nel 2018 con Tal Saig. “Non vediamo l’ora di continuare ad aiutare i clienti di tutte le dimensioni e settori mentre sviluppiamo nuove soluzioni per promuovere ulteriori miglioramenti nell’efficienza dei computer”.

Il round di serie B di Granulate è stato condotto da Red Dot Capital Partners con la partecipazione di Insight Partners, TLV Partners e Hetz Ventures. Dawn Capital si è unita anche come nuovo investitore.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi