Home / Economia / Hailo raccoglie 136 milioni di dollari

Hailo raccoglie 136 milioni di dollari

La startup di chip AI edge Hailo ottiene $ 136 milioni

Hailo , una startup che sviluppa chip acceleratori di intelligenza artificiale per dispositivi edge, ha annunciato oggi di aver raccolto $ 136 milioni in un round di finanziamento di serie C guidato da Poalim Equity e dall’imprenditore Gil Agmon, con la partecipazione di ABB Technology Ventures, Latitude Ventures, OurCrowd, Carasso Motors, Comasco , Shlomo Group, Talcar Corporation e Automotive Equipment. Il capitale porta il totale di Hailo raccolto a $ 224 milioni e il CEO Orr Danon afferma che l’azienda destinerà i fondi alla produzione di massa dei suoi attuali chip e allo sviluppo di hardware di prossima generazione in mercati nuovi ed esistenti.

I chip AI edge stanno diventando di moda quando le aziende iniziano a rendersi conto dei vantaggi dell’elaborazione localizzata. Deloitte stima che nel 2020 siano stati venduti in tutto il mondo oltre 750 milioni di chip AI edge – chip o parti di chip che eseguono o accelerano attività di machine learning sul dispositivo. Questo numero, che rappresenta 2,6 miliardi di dollari di entrate, è più del doppio dei 300 milioni di chip AI che l’azienda prevedeva di vendere nel 2017, un tasso di crescita annuale composto del 36% su tre anni.


Il processore Hailo-8 di Hailo presenta un’architettura che apparentemente consuma meno energia rispetto ai chip AI rivali, incorporando RAM, controllo software e un design che dissipa il calore. Sotto il cofano di Hailo-8, le risorse tra cui memoria, controllo e blocchi di calcolo sono distribuite in tutto il chip e il software di Hailo analizza i requisiti di ciascun algoritmo di intelligenza artificiale e alloca i moduli appropriati.

“Ho fondato Hailo nel 2017 insieme ai colleghi dell’unità tecnologica d’élite delle forze di difesa israeliane. Mentre lavoravo con il mio cofondatore Rami Feig sulle soluzioni di sicurezza informatica per l’Internet delle cose, un termine meno noto – “apprendimento profondo” – continuava a spuntare durante la nostra ricerca”, ha detto Danon a VentureBeat. “Alla fine, abbiamo riunito Avi Baum, un esperto di machine learning, e Hadar Zeitlin, un guru della mobilità intelligente, per sviluppare una nuova soluzione di deep learning che mirava a risolvere le carenze dell’architettura dei computer obsoleta al fine di consentire ai dispositivi intelligenti di funzionare di più in modo efficace ed efficiente ai margini. Dopo la sfortunata scomparsa di Rami [nel 2018], Avi, Hadar e io abbiamo portato avanti la sua visione di creare il rivoluzionario processore di Hailo”.

AI al limite
” Edge AI ” descrive le architetture in cui i modelli AI vengono elaborati localmente, su hardware ai margini di una rete. Poiché le configurazioni di edge AI in genere richiedono solo un microprocessore e sensori, non una connessione Internet, possono elaborare i dati e fare previsioni in tempo reale o quasi.
Il valore aziendale dell’IA perimetrale potrebbe essere sostanziale. Secondo Markets and Markets, si prevede che il mercato dell’intelligenza artificiale perimetrale crescerà da $ 590 milioni nel 2020 a $ 1,83 miliardi entro il 2026. È particolarmente probabile che le aziende sanitarie, manifatturiere e al dettaglio digitali espandano il loro uso dell’edge computing a causa della capacità della tecnologia di migliorare i tempi di risposta e risparmiare larghezza di banda consentendo un’analisi dei dati meno vincolata.

“La vendita al dettaglio intelligente, ad esempio, richiede centinaia di telecamere in negozio, dove i dati devono essere elaborati localmente, in modo rapido ed efficiente con una latenza minima. Le città intelligenti richiedono un output simile da una moltitudine di telecamere e sensori, altrimenti le attività critiche di gestione della città come il miglioramento del flusso di trasporto saranno molto più difficili da raggiungere”, ha continuato Danon. “Per tutti questi settori e altri ancora, il chip AI di Hailo è in grado di elaborare flussi di dati a piena risoluzione in tempo reale, consentendo alle telecamere di rilevare oggetti da distanze maggiori. Il processore è anche in grado di elaborare più flussi di telecamere su un singolo dispositivo, rendendolo più conveniente”.

 

L’Hailo-8 è in grado di effettuare 26 tera-operazioni al secondo (TOP), che corrispondono a 2,8 TOP per watt. In un test condotto da Hailo, l’Hailo-8 ha superato hardware come Xavier AGX di Nvidia, Myriad-X di Intel e i moduli TPU Edge di Google su diversi benchmark di segmentazione semantica AI e rilevamento di oggetti. Con una risoluzione dell’immagine di 224 x 224 pixel per pollice, il chip ha elaborato 672 fotogrammi al secondo rispetto ai 656 fotogrammi dello Xavier AGX e ha utilizzato 1,67 watt (equivalenti a 2,8 TOP per watt) rispetto ai 32 watt del chip Nvidia (0,14 TOP per watt) .


Hailo ha recentemente annunciato il lancio dei suoi moduli di accelerazione ad alta AI M.2 e Mini PCIe, basati sul chip Hailo-8. Foxconn e Socionext sono due dei primi clienti dichiarati pubblicamente dopo NEC, Macnica e ABB Technology: la piattaforma di edge computing BOXIedge di Foxconn presenta il modulo M.2 di Hailo. In precedenza, Hailo ha affermato che sta lavorando per integrare i suoi chip in prodotti di OEM e aziende automobilistiche di livello 1 in settori come i sistemi avanzati di assistenza alla guida e settori come la robotica, la medicina e le città e le case intelligenti.

Secondo Danon, Hailo, che conta più di 160 dipendenti, ha raddoppiato la sua base di clienti fino a raggiungere i 100 clienti nei primi due trimestri del 2021 e ha ampliato la sua presenza a livello globale, aprendo uffici a Tokyo, Taipei, Monaco e Silicon Valley in California.

“L’IA, in particolare l’AI at the edge, continuerà a guidare l’innovazione in tutti i settori nei prossimi anni… Man mano che le aziende cercano soluzioni che garantiscano che i loro dispositivi siano più potenti, versatili, reattivi e sicuri, il cloud continuerà a cedere il passo all’edge in i prossimi anni. Anche se un modello ibrido sarà sicuramente al centro della scena, coloro che riusciranno a implementare l’IA ai margini otterranno un vantaggio su tutta la linea”, ha affermato Danon.

Hailo ha rivali in Deep Vision , Alexera , Sima.ai ,  AIStorm , Quadric e  Flex Logix , che stanno sviluppando allo stesso modo chip personalizzati per i carichi di lavoro di intelligenza artificiale. Mobileye, la società di Tel Aviv  acquisita da Intel per 15,3 miliardi  di dollari a marzo 2017, offre anche una soluzione di elaborazione di visione artificiale per AV nella sua linea di prodotti EyeQ. Baidu ha  presentato lo scorso luglio Kunlun, un chip per l’edge computing su dispositivi e nel cloud tramite datacenter. E Arm  ha presentato  due nuovi chip di edge computing AI a febbraio.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi