Home / chatbot / La chatbot per le FAQ

La chatbot per le FAQ

Come siamo passati dalla creazione di pagine FAQ in chatbot, anche per aziende senza pagine di FAQ.
La startup Faqbot è stat avviata perché si è scoperto qualcosa sulle FAQ o sulle pagine delle domande frequenti.

Suonano noiose, ma ogni sito ha probabilmente una di queste pagine. Contengono le domande più frequenti che le persone hanno su un’azienda o un prodotto. Ciò sembra utile per i clienti, tuttavia il concetto ha un grosso problema: le persone preferiscono chiamare direttamente una società invece di andare alla sezione delle FAQ di un sito web.

Le persone leggono contenuti sui siti web, ma spesso non vanno nella pagina delle FAQ perché sono difficili da cercare e leggere. Inoltre, sono spesso troppo lunghi e la loro formattazione e l’esperienza dell’utente tendono a essere gravemente carenti.

Così si è deciso di creare uno strumento che raccolga una pagina delle FAQ e la trasformi facilmente in un chatbot.

L’idea sembra semplice, eppure è rimasta impressa. Oggi ci sono 25 aziende che hanno trasformato la loro pagina delle FAQ in un bot.

Tuttavia, dopo aver risolto il problema delle pagine delle FAQ, si è deciso di spingere ulteriormente e creare Faqbot in una piattaforma SaaS completa su cui chiunque possa  creare chatbase di domande frequenti anche per la canalizzazione di vendita.

“Le vendite si aggiungono alle domande frequenti e le domande frequenti si uniscono alle vendite”
Le aziende oggi sono disponibili in tutte le forme e dimensioni, ma condividono tutti qualcosa in comune: hanno bisogno di guadagnare entrate e quindi di fare vendite. Le vendite sono molto importanti, sono il fulcro di ciò che fanno le aziende.

Immagina di fare shopping online e stai cercando di acquistare una maglietta su un determinato negozio online. Ti piace molto questa t-shirt, ma ti piacerebbe davvero averla in giallo. Eppure non vedi quel colore da nessuna parte.

In genere è necessario contattare il negozio o il negozio online. Ciò significherebbe navigare su una pagina di contatto difficile da trovare, o persino chiamare il numero di telefono di quel webshop. Un’esperienza senza fronzoli.

Quindi, perché non tutti i webshop hanno un chatbot in grado di rispondere a domande comuni proprio lì? Il cliente non avrebbe nemmeno bisogno di fare clic su un’altra finestra.

Nel 2018, perché non puoi chiedere ad un robot che risponde se questa maglietta esiste anche in giallo? Ciò genera inutili interventi di assistenza ai clienti e opportunità di vendita potenzialmente mancate.

 

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi