Home / Economia / L’AI intelligenza artificiale applicata all’edilizia e al mondo delle costruzioni

L’AI intelligenza artificiale applicata all’edilizia e al mondo delle costruzioni

The Slow Revolution – Cinque tendenze tecnologiche nell’edilizia 2020

Si prevede che ci sarà una grande carenza di forza lavoro nel settore edile, con 1 lavoratore assunto ogni 77 secondi entro il 2021 solo nel Regno Unito [1]. Le inefficienze possono essere trovate in quasi ogni area dell’ecosistema edile, a partire dalla progettazione fino all’implementazione. Queste inefficienze non solo si traducono in un aumento dei costi, ma anche in impatti ambientali come spreco di materiali, allocazione inefficiente dello spazio o aumento dell’inquinamento. Molti processi di progettazione edile attualmente eseguiti manualmente possono essere automatizzati grazie ai progressi dell’intelligenza artificiale e del machine learning.

Tuttavia, nonostante l’enorme potenziale che queste nuove tecnologie apportano al settore delle costruzioni, la sua crescita è stata più lenta del previsto, con una crescita di circa l’1% anno su anno rispetto a settori come quello manifatturiero, con una crescita molto più rapida del 3,6% [2] . Il lento tasso di crescita delle costruzioni può essere in parte attribuito alla mancanza di innovazione. Molte altre industrie hanno abbracciato il cambiamento tecnologico, mentre l’industria delle costruzioni è rimasta indietro. Tuttavia, i recenti sviluppi nella tecnologia AI significano che ora ci sono molteplici opportunità in cui questa può essere utilizzata per aiutare i progressi tecnologici e le innovazioni nel settore delle costruzioni. Questo articolo approfondirà 5 tecnologie di intelligenza artificiale che probabilmente sconvolgeranno il settore delle costruzioni nel prossimo decennio.

1.Generative Design

Il design generativo è un processo che consente ai progettisti di esplorare centinaia di migliaia di possibili progetti in pochi minuti. Funziona fornendo all’algoritmo una serie di parametri chiave come: costo, peso, emissioni di CO2, spreco di materiale, spazio totale e produzione di vari progetti con rispettivi punteggi su ciascuno dei parametri. Ciò consente ai progettisti di identificare rapidamente il design più ottimale in base agli obiettivi del progetto. La progettazione generativa accelererà notevolmente il processo di progettazione consentendo agli architetti di considerare centinaia di possibili soluzioni in pochi minuti. I progetti finali dovrebbero anche essere più precisi, efficienti e accurati, con conseguente minore spreco di materiale, emissioni di CO2 e impatto ambientale complessivo.

L’intelligenza artificiale viene anche sfruttata nella pianificazione e nel monitoraggio dei progetti al fine di aiutare i processi di gestione del progetto, ad esempio per valutare la produttività, la probabilità di un superamento del progetto o del budget. Ciò può essere fatto principalmente utilizzando la tecnologia di visione artificiale in cui i droni o le telecamere di sorveglianza sono in grado di acquisire scansioni 3D del cantiere. Queste scansioni vengono quindi confrontate con i progressi previsti nel progetto in un dato momento e la produttività del sito può quindi essere determinata, contrassegnando le aree del sito che sono in ritardo e le RFI che sono in sospeso, consentendo così gli ordini di modifica essere fatto. In questo modo, l’uso efficace dell’IA nella pianificazione del progetto migliorerà notevolmente l’efficienza dei cantieri, poiché i potenziali problemi vengono segnalati prima che diventino un problema e la bassa produttività viene rilevata in anticipo. Si prevede che i miglioramenti della produttività raggiungeranno il 50% [2].

  1. Robotica e costruzione autonoma fuori sede

La robotica nell’edilizia è un’area con un enorme potenziale di invenzione, portando l’automazione a molti processi che possono essere laboriosi da eseguire per gli esseri umani. Ciò include processi quali: trasporto di materiali, manodopera ad alto rischio, manutenzione predittiva e costruzione fuori sede.

La costruzione fuori sede è un’area che attualmente sta ricevendo la massima attenzione, per il suo potenziale sia per accelerare che per ridurre i rischi nei processi di costruzione. Ciò avviene tramite robot che assemblano strutture specifiche fuori sede, prima di trasportarle autonomamente in loco per una facile installazione. Le applicazioni più comuni sono attualmente utilizzate nella costruzione di pavimenti e pareti, con le opportunità presentate che portano al “mercato della robotica da costruzione” attualmente in crescita di quasi il 10% ogni anno [3]. È probabile che questa crescita aumenti ulteriormente gli investimenti e quindi è probabile che assisteremo a un’ulteriore crescita significativa in quest’area nel prossimo decennio.

  1. Carenza di manodopera e assegnazione del personale

La pandemia ha portato alla riduzione del personale nei cantieri e alla comparsa di carenze di manodopera. Poiché la produttività e la sicurezza sono entrambe fondamentali, l’uso dell’IA e dell’analisi dei dati può essere la soluzione per mantenere un numero sicuro di personale in loco mantenendo allo stesso tempo la produttività. L’intelligenza artificiale è in grado di valutare i requisiti di manodopera di un sito e distribuire il personale in un sito per massimizzare l’efficienza, sia che ciò avvenga affidando le persone più esperte a lavori più impegnativi o dando la priorità al lavoro nelle aree in ritardo del sito. Limitare l’impatto della carenza di manodopera ridurrà anche i costi del lavoro poiché il numero del personale viene analizzato e ridotto a seconda delle esigenze del lavoro.

  1. Post costruzione e manutenzione predittiva

Le opportunità per l’IA nel settore delle costruzioni non finiscono quando finisce la costruzione. L’intelligenza artificiale può essere utilizzata in fase di post-costruzione tramite Building Information Modeling (BIM) e gemelli digitali. Ciò fornisce flussi continui di dati, consentendo un’ispezione e una previsione autonome di potenziali problemi. Il BIM è una rappresentazione digitale delle caratteristiche fisiche e funzionali di un edificio. Questi possono fornire dati sulle condizioni di varie parti di una struttura. Grazie ai sensori IoT i sistemi di intelligenza artificiale possono analizzare continuamente lo stato delle strutture in atto e prevedere danni o usura e segnalarli per la manutenzione da fornire. Ciò consente di fornire in autonomia l’ispezione post-costruzione, la manutenzione da eseguire in modo efficiente e nei momenti in cui è richiesta.

Se sei responsabile di garantire l’innovazione nel settore delle costruzioni, ci sono molte opportunità da considerare. L’intelligenza artificiale e le tecnologie di apprendimento automatico sono sulla buona strada per rivoluzionare il settore delle costruzioni entro il prossimo decennio e le aziende che sono in prima linea in questa trasformazione saranno quelle che sopravviveranno. Se non sai da dove iniziare a cercare aiuto da una delle società di consulenza AI che saprà guidarti nel processo di reinvenzione del tuo business con l’Intelligenza Artificiale.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi