Home / Programmazione / Le piattaforme LOW CODE senza codice possono rappresentare una minaccia per gli sviluppatori nel mondo post-COVID?

Le piattaforme LOW CODE senza codice possono rappresentare una minaccia per gli sviluppatori nel mondo post-COVID?

Le piattaforme senza codice possono rappresentare una minaccia per gli sviluppatori nel mondo post-COVID?

Come le aziende possono attrarre e trattenere i talenti giusti nella scienza dei dati
La pandemia di COVID-19 non ha solo sconvolto le aziende e la loro continuità, ma ha anche sfidato il funzionamento centrale delle aziende. Con le aziende che cercano di creare applicazioni per migliorare i loro processi e migliorare l’esperienza del cliente, molti si affidano a piattaforme low-code o no-code a causa della loro incapacità di assumere programmatori, sviluppatori e ingegneri software esperti per creare applicazioni, in particolare start-up e piccole imprese.

Questa pandemia ha portato a un effetto a catena sulla forza lavoro in cui milioni di impiegati lavorano ora in remoto per mantenere le distanze sociali. Con un minor numero di sviluppatori e programmatori con cui lavorare, molte aziende, comprese quelle più grandi, hanno faticato a finire i progetti entro una scadenza. Ciò ha spinto nuovamente le aziende ad adottare queste semplici piattaforme plug and play che aiutano gli sviluppatori e altri dipendenti ad accelerare i flussi di lavoro.

Inoltre, per rimanere rilevanti in questo panorama competitivo, le aziende stanno usando l’intelligenza artificiale per creare software, il che porta ancora una volta l’urgenza della democratizzazione dello sviluppo di applicazioni, in cui persone non tecniche possono unirsi per costruire applicazioni. Ciò, a sua volta, consente al gruppo tecnico di base di lavorare su progetti più critici che migliorerebbero i profitti delle aziende. Gartner definisce un ruolo – sviluppatore di cittadini – in cui chiunque può creare un’applicazione software per le aziende utilizzando “l’ambiente di sviluppo e runtime sanzionato dall’IT aziendale”.

Parallelamente, molte aziende e operatori sanitari hanno iniziato a sviluppare app per offrire i loro servizi in questa crisi e piattaforme a basso codice con le sue capacità possono essere uno strumento utile per situazioni come questa in cui gli sviluppatori devono migliorare continuamente la propria app. Le piattaforme a basso codice hanno svolto un ruolo importante nel settore della sanità e dell’istruzione, dove ospedali, scuole e università stanno creando app rapide per condividere informazioni e servizi pertinenti con i loro clienti. In effetti, la stima dei dati ha affermato che entro il 2024, circa il 65% dello sviluppo di applicazioni da parte dell’organizzazione sarà realizzato con piattaforme a basso codice, che includerebbe la partecipazione di grandi imprese.

In notizie recenti, AWS ha annunciato il lancio di una piattaforma completamente gestita – Amazon Honeycode – che aiuterebbe le aziende a costruire le proprie applicazioni senza conoscere alcun linguaggio di programmazione. Larry Augustin, vicepresidente di Amazon Web Services, ha dichiarato nel comunicato della società che “i clienti ci hanno detto che la necessità di applicazioni personalizzate supera di gran lunga la capacità degli sviluppatori di crearle. Ora con Amazon Honeycode, quasi tutti possono creare potenti applicazioni Web e mobili personalizzate senza la necessità di scrivere codice ”.

FISSALO
Con così tanti vantaggi in mano, per persone tecniche e non tecniche, per creare applicazioni, si pone una domanda molto seria se le piattaforme a basso codice e senza codice sono il futuro della programmazione? Inoltre, può essere una minaccia per i nostri sviluppatori di software, programmatori e ingegneri specializzati?

Potenziale degli strumenti a basso codice per rivoluzionare il settore della programmazione Post-COVID sostituendo gli sviluppatori?
Nel mezzo di questa crisi in cui le aziende stanno modificando le proprie strategie per lavorare con il boom dell’automazione con l’IA e la forza lavoro ridotta, le piattaforme a basso codice stanno risolvendo molti facili problemi che le aziende stanno affrontando. Sebbene lo sviluppo di applicazioni di classe enterprise su larga scala richieda ancora l’assistenza di sviluppatori di software esperti, strumenti a basso codice e no-code possono facilmente aiutare le piccole imprese e le startup a creare applicazioni aziendali critiche con risorse più ristrette e tempi di immissione sul mercato ridotti. Con queste piattaforme fai-da-te, i dipendenti non devono più scrivere lunghi script di programmazione. Al contrario, possono facilmente integrare questi strumenti nel sistema esistente dell’organizzazione.

È un dato di fatto, Matt Calkins, fondatore e CEO di Appian , una società di sviluppo software, ritiene che questa sia l’era dell’automazione a basso codice, ha dichiarato nel suo post sul blog : “È tanto più importante nella crisi del coronavirus per poter creare rapidamente applicazioni. Abbiamo appena iniziato un nuovo decennio, ma il codice basso è il modo in cui le applicazioni verranno costruite in futuro. È inevitabile Poiché dobbiamo creare applicazioni in modo più efficiente. “

Inoltre, al fine di tenere il passo con lo sviluppo del software moderno, le aziende devono cogliere la velocità e l’agilità, ed è ciò che gli strumenti a basso codice forniscono agli attuali leader aziendali. Concordato da Bernard Marr , un futurista e strategico consulente aziendale e tecnologico per governi e aziende, in un articolo di Forbes , affermò che le aziende che sarebbero state agili per adattare la tecnologia in questa crisi e ripensare le loro strategie di business con la trasformazione digitale sarebbero state all’avanguardia gioco nel mondo post-COVID.

Inoltre, le piattaforme no-code e low-code offrono anche una facile formazione per i dipendenti con cui iniziare a lavorare e, quindi, durante questo blocco in cui le aziende lavorano con una forza lavoro ridotta, questi strumenti possono aiutare a realizzare rapidamente applicazioni di livello aziendale.

Il costo, separatamente, è stato un’altra preoccupazione in questa crisi. Le aziende, anche quelle con i giusti finanziamenti, stanno lottando per stabilizzare le proprie finanze e assumere programmatori e sviluppatori qualificati per creare un team centrale che possa aiutarli nella loro trasformazione digitale. Queste piattaforme fai-da-te affrontano il lavoro di sviluppo delle applicazioni, che quindi riduce notevolmente il costo del reclutamento di talenti. I professionisti analitici senza esperienza di codifica possono anche utilizzare questi strumenti di trascinamento della selezione per creare e automatizzare i flussi di lavoro.

Gli strumenti senza codice sono sempre stati i preferiti dalle startup, e quindi molte startup hanno lavorato allo sviluppo di queste piattaforme per le aziende. CodeNinja.ai con sede a Bangalore è una startup così avanzata che ha creato una piattaforma per consentire ai non sviluppatori di creare applicazioni software utilizzando un’interfaccia grafica utente. Inoltre, ci sono altre società come DataRobot, RapidMiner Studio, Teachable, che forniscono anche strumenti plug and play per la creazione di modelli di intelligenza artificiale. Unendo le forze, molti giganti della tecnologia hanno anche aperto le loro piattaforme per aiutare gli sviluppatori con strumenti pronti per la creazione di applicazioni. Alcuni degli strumenti popolari includono: Creat ML di Apple , Accelerite ShareInsights di AWS , piattaforma AI eKit ML di Google , Salesforce Lightning e Azure Machine Learning di Microsoft.

Oltre alla creazione di applicazioni, gli strumenti low-code e no-code offrono anche la possibilità di personalizzare le app senza alcuno sforzo. Prima di apportare modifiche alle applicazioni, gli sviluppatori dovevano riscrivere l’intero script di codici. Tuttavia, con questi strumenti avanzati, i programmatori possono apportare modifiche modificando il codice sulla piattaforma.

Infatti, all’inizio di quest’anno, il colosso della ricerca Google ha acquisito AppSheet, una piattaforma di sviluppo senza codice, per consentire agli sviluppatori di creare applicazioni. Amit Zavery, vicepresidente della piattaforma applicativa aziendale di Google Cloud, ha dichiarato nel suo post sul blog che le aziende sono alla ricerca di “processi e automazione più veloci” nell’era attuale. Tuttavia, molte aziende non dispongono di risorse per sviluppare velocità ed efficienza nei loro processi aziendali. “Questa acquisizione aiuta le aziende a consentire a milioni di sviluppatori cittadini di creare ed estendere più facilmente le applicazioni senza la necessità di competenze di codifica professionale”.

Tali aspetti hanno evidenziato come queste piattaforme fai-da-te hanno aiutato le aziende a superare questa interruzione colmando il divario delle app e diventando il futuro del lavoro.

In che modo la piattaforma a basso codice AppViewX si sta espandendo rapidamente nello spazio di automazione della rete; Il fondatore Anand Purushothaman rivela
I vantaggi di Low-Code possono sostituire il vero talento dello sviluppo qualificato?
Detto questo, questi strumenti avanzati hanno anche un lato oscuro, che limita le aziende a sostituire completamente i loro abili sviluppatori con piattaforme a basso codice. Sebbene questi strumenti a basso codice o senza codice siano autosufficienti, presentano la limitazione più significativa della capacità minima di personalizzazione nelle applicazioni. Ciò riduce la sua funzionalità, in quanto non consente ai dipendenti di personalizzare le applicazioni in base a requisiti aziendali complessi. Ciò potrebbe comportare sfide per le aziende in questa crisi, che stanno cercando di cambiare costantemente le loro applicazioni aziendali in base alla situazione e costruire modelli efficienti. Pertanto, l’utilizzo di strumenti senza codice limiterà la creatività delle aziende con le applicazioni e le limiterebbe ai confini delle piattaforme.

Inoltre, un’altra preoccupazione fondamentale è la sfida dell’integrazione con soluzioni di terze parti, che può creare un blocco del fornitore. Ciò non solo limita gli sviluppatori a modificare i codici delle applicazioni sottostanti, ma li costringe anche a lavorare su rigide piattaforme di programmazione fornite dalle società venditrici.

La visibilità limitata e il controllo limitato dei codici dell’applicazione sono altre sfide che si presentano con piattaforme low-code e no-code, che a loro volta creano un IT ombra. Jason Wong, analista di Gartner, ha accettato questo : “Se installi uno strumento di sviluppo rapido di applicazioni su un desktop e costruisci app, l’IT non ha alcuna visibilità”.

Questa limitata opzione di personalizzazione del codice comporta nuovamente preoccupazioni per la sicurezza e l’affidabilità tra i leader aziendali. La creazione di un’applicazione da zero con la codifica consente agli sviluppatori di includere sicurezza e privacy dei dati. Tuttavia, con strumenti no-code e low-code, gli utenti non hanno molto controllo sul funzionamento interno dei modelli. Pertanto, non è mai stata una scelta preferita tra gli utenti aziendali per creare applicazioni business-critical. Ed è qui che le aziende dipendono fortemente da programmatori e sviluppatori esperti che possono usare il loro pensiero critico durante la creazione di applicazioni. Secondo il senior director del project management di Virsec , “mentre gli sviluppatori addestrati possono avere diversi livelli di competenza in materia di sicurezza, gli sviluppatori senza codice sono generalmente ignari delle migliori pratiche di sicurezza o dei rischi“.

Inoltre, ciò impedisce anche il processo di apprendimento per gli sviluppatori che non possono più giocare con il codice. Questi aspetti mostrano che sebbene questi strumenti senza codice e con codice basso siano utili per la creazione di applicazioni come ERP, non possono essere utilizzati per applicazioni complesse.

Riassumendo
Indubbiamente, possiamo stabilire che le piattaforme low-code e no-code hanno creato una posizione tra le aziende in questa crisi e colmano anche il gap di talenti che solitamente le startup e le piccole aziende affrontano con gli sviluppatori. Tuttavia, a causa dei suoi limiti importanti, le persone sono ancora ciniche con le app mission-critical delle aziende edili su queste piattaforme fai-da-te.

In alternativa, con l’emergere di queste nuove piattaforme da parte di startup e giganti della tecnologia, ci sarà sicuramente un aumento nell’adozione di piattaforme senza codice tra le imprese. Questo sviluppo potrebbe anche portare a una grave carenza di posti di lavoro degli sviluppatori, che può indurre la disoccupazione tra l’ingegneria del software e la comunità di sviluppo. Pertanto, è difficile capire se questi strumenti di trascinamento della selezione possono sostituire l’ingegneria convenzionale altamente qualificata o se sarebbe solo un aiuto per questi professionisti.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi