Home / Società / L’IA intelligenza artificiale potrà davvero sostituire gli insegnanti un giorno? Il caso Cinese

L’IA intelligenza artificiale potrà davvero sostituire gli insegnanti un giorno? Il caso Cinese


La Cina sta guadagnando un vantaggio nel campo dell’intelligenza artificiale nell’istruzione

Le ambizioni della Cina nell’intelligenza artificiale sono chiare, dalle startup per il riconoscimento facciale all’assistenza sanitaria e all’istruzione. Un regime totalitario (se così possiamo chiamarlo) potrebbe effettivamente avere vantaggi nella rapidità di integrazione dell’IA nella società.
Il sistema cinese è più ottimizzato per l’IA
I principi del socialismo producono anche interessanti esperimenti collettivi in ​​progetti di IA con una scala che sarebbe difficile da attuare in Occidente. Tuttavia, sono molto colpito dai progressi compiuti dalla Cina per l’IA nell’istruzione.
È solo questione di tempo prima che l’IA riformuli il modo in cui il mondo impara e la Cina potrebbe essere il leader.
Decine di milioni di studenti usano una qualche forma di intelligenza artificiale – sotto forma di programmi di tutoraggio come Squirrel e piattaforme di apprendimento digitale come 17ZuoYe, riporta la Technology Review del MIT.
L’intelligenza artificiale diventerà insegnanti migliori degli umani
La Cina sta facendo alcune cose molto innovative qui, abbracciando l’IA come un supplemento e un sostituto per gli insegnanti umani – e il risultato dell’esperimento di intelligenza artificiale del paese potrebbe influenzare il futuro dell’istruzione su scala globale.
Dagli algoritmi che curano le lezioni di tutoraggio ai sistemi di sorveglianza che monitorano i progressi in classe , decine di milioni di studenti cinesi attualmente fanno affidamento su una sorta di IA per aiutarli ad apprendere. Che cosa significa questo per istituti di istruzione e curricula obsoleti? Possiamo eventualmente usare l’IA per cambiare il paradigma di come ogni studente impara in modo diverso?
La personalizzazione degli studi è il santo graal dell’IA nell’educazione, ma ciò potrebbe richiedere decenni per essere implementato.
Alcuni analisti ritengono che i robot potrebbero iniziare a sostituire gli insegnanti entro il 2027 , non molto lontano da ora.
La Cina ha più start-up che affrontano l’IA nell’istruzione
La Silicon Valley ha identificato l’IA come uno strumento educativo degno, ma gli avversari temono che possa perpetuare l’uso globale dell’apprendimento e dei test standardizzati. In effetti, sembra che la Silicon Valley sia molto indietro rispetto agli esperimenti cinesi che sono più audaci nelle prove nelle scuole elementari e nelle prove isolate.
Anche il numero e la varietà di start-up e app cinesi che incidono sull’istruzione è molto maggiore nel servire la popolazione cinese che deve imparare l’inglese tra le altre cose.
La Cina è più ambiziosa con l’IA in classe
Ciò che è chiaro è che la Cina vuole portare l’IA all’interno dell’aula per migliorare l’efficacia del suo sistema educativo.
Il governo cinese ha trasformato l’ educazione abilitata all’IA in una strategia nazionale, parte di una tabella di marcia per lo sviluppo dell’IA che mira a rendere il paese un centro globale di innovazione dell’IA entro il 2030, secondo un piano governativo pubblicato dal Consiglio di Stato cinese nel luglio 2017.
Gli esperti concordano sul fatto che l’IA sarà importante nell’educazione del 21 ° secolo – ma come? Mentre gli accademici hanno confuso le migliori pratiche, la Cina non ha atteso in giro. Negli ultimi anni, gli investimenti del paese in insegnamento e apprendimento abilitati all’intelligenza artificiale sono esplosi. Ciò che la Cina ha sono le startup e l’adattabilità del governo per sfidare queste startup in situazioni di vita reale.
Il sistema educativo cinese è più facile da automatizzare
La Cina ha anche test molto standard che tutti gli studenti devono completare per qualificarsi per il livello successivo e quindi l’integrazione dell’IA per “automatizzare” alcune parti di quel curriculum è più semplice.
Alcuni analisti ritengono che l’IA e i robot avranno difficoltà ad automatizzare aspetti più “umani” di servizi come l’assistenza infermieristica, l’insegnamento e così via, ma per molti elementi dell’aula, la Cina sta dimostrando che questo non sembra essere il caso – anche un insegnante può e sarà automatizzato e non solo aumentato dall’intelligenza artificiale. Cioè, nella seconda metà del 21 ° secolo, ci sarà probabilmente un movimento in cui gli insegnanti non saranno richiesti come lo sono oggi.
Le esigenze uniche poste agli insegnanti della scuola primaria e secondaria rendono queste posizioni diverse rispetto a molti altri lavori a rischio di automazione. Tutti gli studenti apprendono in modo diverso e un buon insegnante deve tentare di impartire lezioni in modo che risuoni con ogni bambino in classe.
Ma nel mondo reale, l’IA può aiutare a fare questo meglio di un singolo insegnante umano, specialmente quando i dati sono collettivi e si verifica la sorveglianza con l’IA.
La Cina è leader mondiale negli investimenti nell’istruzione AI
Secondo un recente studio, la Cina ha aperto la strada a oltre 1 miliardo di dollari investiti a livello globale lo scorso anno nell’istruzione AI . Il rapporto, della società di ricerche di mercato HolonIQ, esamina l’evoluzione dell’intelligenza artificiale dal K-12 attraverso l’istruzione superiore e l’apprendimento professionale e aziendale per adulti.
L’intelligenza artificiale potrebbe effettivamente aiutare il pianeta a garantire a tutti nel mondo pari accesso a un’istruzione di qualità. Obiettivi specifici includono l’istruzione primaria e secondaria completamente gratuita, l’accesso a strutture di istruzione aggiornate e l’istruzione di insegnanti qualificati.
L’intelligenza artificiale nell’istruzione potrebbe rafforzare le comunità rurali e remote
Molti di questi insegnanti potrebbero effettivamente essere basati sull’intelligenza artificiale, ad esempio per lavorare in regioni rurali remote in cui l’accesso a insegnanti qualificati è difficile.
Come futurista, quello che vedo è che la Cina sta avanzando nell’intelligenza artificiale nell’istruzione e probabilmente anche nell’intelligenza artificiale legata all’assistenza sanitaria.
I primi esperimenti con l’istruzione AI stanno producendo i tipi di benefici educativi a lungo termine che la Cina spera. Potrebbero diventare un modo standard di insegnare nella nazione – e alla fine, anche oltre i suoi confini .
È molto probabile che si tratti di una tecnologia che la Cina sarà in grado di esportare in tutto il mondo, localizzata in diverse regioni in modi specifici.
Non dovremmo essere ingenui, l’intelligenza artificiale avrà un impatto su tutti i domini, settori e servizi là fuori. Lo scetticismo tra gli educatori alla fine diminuirà man mano che l’IA migliora sempre di più.
La formazione dell’IA nell’istruzione richiederà solo pochi decenni
Questo processo non dovrebbe richiedere troppo tempo se si considerano alcuni decenni di formazione a lungo per gli insegnanti di domani. Il pregiudizio umano è sempre che le persone hanno bisogno che le persone facciano le cose più umane, ma cosa succederebbe se vivessimo presto in un mondo in cui ciò non è più vero?
Dagli infermieri agli insegnanti, nessuno è veramente al sicuro da come l’IA si sta evolvendo. Quei lavori sono incredibili e subiranno carenze di competenze, cioè fino a quando l’IA non automatizzerà molti dei compiti che essi stessi hanno svolto una volta. Anche se è difficile immaginare un mondo simile, devi solo visitare alcune scuole in Cina per crederci.
Anche la Silicon Valley è fortemente interessata, ma ora significativamente dietro la Cina. L’istruzione è emersa come uno dei verticali più caldi per l’applicazione dell’IA in Cina. Secondo la società di ricerche di mercato IT Juzi, si colloca al terzo posto dopo la medicina e le automobili tra i settori che hanno visto la maggior parte dei cambiamenti causati dall’intelligenza artificiale.
La Cina avrà la maggior parte dei dati sui suoi cittadini
Se stiamo entrando in una fredda guerra tecnologica, il vantaggio della Cina nell’intelligenza artificiale nell’istruzione è significativo per i futuri cittadini globali del mondo. I progressi della Cina nella creazione di uno stato di sorveglianza alimentato dall’intelligenza artificiale rendono anche il suo sistema più efficiente per il tipo di studenti e talenti che desidera produrre.
Gli insegnanti digitali non avrebbero bisogno di giorni liberi e non sarebbero mai in ritardo per il lavoro. Gli amministratori potrebbero caricare qualsiasi modifica ai curricula su un’intera flotta di istruttori di intelligenza artificiale e i sistemi non commetterebbero mai errori. Dobbiamo presumere che questo sarà il mondo, poiché la riduzione dei costi e l’automazione colpiscono anche servizi come l’istruzione.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi