Microsoft lancia Power BI Goals per aiutare a gestire la produttività

Al suo vertice sulle applicazioni aziendali virtuali, Microsoft ha annunciato oggi il lancio di Power BI Goals , un set di strumenti in anteprima che consente ai clienti di sfruttare le funzionalità di intelligenza artificiale di Power BI. Microsoft afferma che gli obiettivi sono progettati per consentire agli utenti di prendere decisioni basate sui dati e rimanere in cima al team o agli obiettivi individuali.

Il modo in cui gli obiettivi e gli obiettivi vengono tracciati è cambiato a causa di ambienti di lavoro modificati e team che si adattano rapidamente. Nel moderno ambiente di lavoro, un uso efficace dei dati è essenziale per garantire che le azioni producano risultati misurabili. Un sondaggio di Forrester ha rilevato che tra il 60% e il 73% di tutti i dati all’interno delle aziende non viene mai analizzato per approfondimenti o tendenze più ampie. Il costo opportunità di questi dati inutilizzati è notevole, con un rapporto Veritas che lo fissa a 3,3 trilioni di dollari nel 2020.


Gli obiettivi di Power BI consentono agli utenti di creare scorecard specializzate per delegare attività e misurare i progressi verso obiettivi specifici. I manager possono utilizzare queste scorecard per identificare le aree di miglioramento e collaborare tramite piattaforme come i team Microsoft, nonché agire in modo proattivo con note di check-in.

Goals offre un hub da cui gli utenti possono rimanere aggiornati sulle attività e navigare. La sezione superiore mostra gli obiettivi curati automaticamente da Power BI, inclusi gli obiettivi assegnati e modificati. La sezione finale contiene scorecard di esempio per i nuovi utenti.

Le scorecard in Power BI riuniscono tutti i diversi obiettivi e obiettivi secondari monitorati dai team. Gli utenti possono assegnare i proprietari a un obiettivo e gli obiettivi hanno uno stato per consentire alle parti interessate di sapere se qualcosa è sulla buona strada o è in ritardo. Le scorecard supportano anche dati e note, che possono essere utilizzate per mantenere aggiornati i team in modo proattivo. Inoltre, sono dotati di un riquadro dei dettagli che fornisce lo stato degli obiettivi, i check-in e le cronologie delle note.

Quando gli utenti iniziano da una scorecard vuota, possono aggiungere un obiettivo e iniziare a definire i dati. I proprietari di scorecard possono scegliere se i loro obiettivi e valori sono principalmente basati sui dati. Se un utente desidera definirli direttamente nella scorecard, può digitarli, ma può anche connettersi a un’app o a un report di Power BI. Le scorecard possono persino avere obiettivi che abbracciano report su più aree di lavoro aziendali.

Dopo essere passati a un report, gli utenti possono selezionare gli oggetti visivi desiderati, inclusi filtri specifici e drill-down. Power BI può portare la cronologia completa dei dati nella scorecard ed eseguire una formattazione leggera, oltre a definire lo stato e la data di scadenza.

Oltre all’artefatto della scorecard, Power BI crea un set di dati con uno schema predefinito che viene aggiornato regolarmente. Contiene informazioni su scorecard, obiettivi, valori e note.

Boom della gestione della produttività
Durante la pandemia , poiché gli ordini di rifugi sul posto e la chiusura degli uffici costringevano i dipendenti a lavorare da casa, le aziende sperimentavano o adottavano sempre più strumenti di gestione della produttività. Secondo uno studio di giugno di Gartner, il 26% dei leader delle risorse umane riferisce di aver utilizzato una qualche forma di software o tecnologia per monitorare il lavoro a distanza dall’inizio della crisi sanitaria. È un aumento guidato in parte dalle preoccupazioni per i cali di prestazioni che potrebbero derivare dalle impostazioni del lavoro da casa. Un sondaggio condotto dalla società di reclutamento globale Robert Walters ha rilevato che il 64% delle aziende è preoccupato per la produttività dei dipendenti remoti.

Riflettendo la tendenza, Microsoft CVP Alysa Taylor afferma che le comunità Power Platform e Dynamics 365 ora ammontano a più di 775 gruppi di utenti e 2,85 milioni di membri attivi della comunità. “Anche se le sfide [della pandemia] continuano a risuonare in tutti i settori, dalle interruzioni della catena di approvvigionamento alle restrizioni ricorrenti, la maggior parte delle aziende sta compiendo passi verso la ripresa. Stanno valutando le vulnerabilità e le opportunità nelle loro organizzazioni, mercati e settori e i passaggi necessari per andare avanti nel futuro “.

Il mercato a cui si rivolge Power BI Goals è redditizio. Secondo Research and Markets, il software di gestione delle attività dovrebbe raggiungere un valore collettivo di 4,72 miliardi di dollari entro il 2026, dalla stima attuale di 2,35 miliardi di dollari con un tasso di crescita annuale composto del 12,32%.

In futuro, Microsoft prevede di portare gli obiettivi di Power BI sui dispositivi mobili e di introdurre regole di stato automatizzate, oltre ai “rollup” che determinano il modo in cui gli obiettivi secondari raggiungono gli obiettivi principali. Oltre a ciò, gli obiettivi di Power BI acquisiranno funzionalità di formattazione e oggetti visivi di scorecard in Power BI Desktop, oltre all’integrazione di Power Automate per attivare i flussi di lavoro aziendali quando gli obiettivi cambiano e le gerarchie basate sui modelli di dati di Power BI.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi