SafeGuard Cyber ​​raccoglie 45 milioni di dollari per combattere i rischi per la sicurezza informatica utilizzando l’intelligenza artificiale

SafeGuard Cyber , una piattaforma cloud progettata per proteggere le risorse dalle minacce alla sicurezza informatica e dai fattori di rischio, ha annunciato oggi di aver raccolto 45 milioni di dollari in un mix di azioni e debiti. Ciò porta il totale raccolto di SafeGuard a oltre $ 69 milioni e verrà utilizzato per espandere le proprie capacità aziendali e tecnologiche, afferma la società.

In un sondaggio Deloitte del 2017 , solo il 42% degli intervistati considerava le proprie istituzioni estremamente o molto efficaci nella gestione del rischio per la sicurezza informatica. La pandemia non ha certo fatto nulla per alleviare queste preoccupazioni. Nonostante l’aumento degli investimenti nella sicurezza IT effettuati dalle aziende nel 2020 per affrontare le sfide dell’IT distribuito e del lavoro da casa, quasi l’80% dei lavoratori IT senior e dei leader della sicurezza IT ritiene che le proprie organizzazioni non dispongano di difese sufficienti contro gli attacchi informatici, secondo IDG.

SafeGuard Cyber, fondata nel 2014, sviluppa prodotti che identificano i rischi nei canali di comunicazione come social media, app di chat e piattaforme di collaborazione, come Slack, LinkedIn e WhatsApp. SafeGuard Cyber ​​aiuta anche le aziende ad agire e afferma di poter proteggere individui di alto profilo o mirati da furti di account, spearphishing, contenuti dannosi, minacce di violenza e disinformazione, nonché connessioni con cattivi attori. Inoltre, SafeGuard afferma di poter proteggere gli account aziendali e dei dipendenti dalle minacce in entrata, inclusa la rappresentazione del marchio, fornendo al contempo visibilità sui potenziali vettori di minacce.

“L’ingegneria sociale è stata tradizionalmente svolta all’interno delle e-mail, ma da allora si è evoluta per incorporare un approccio più mirato e di attacco soft attraverso i canali di social media, collaborazione e chat mobile in cui le difese di sicurezza tradizionali semplicemente non rilevano e bloccano tali attacchi”, cofondatore e Lo ha detto il CEO Jim Zuffoletti a VentureBeat via e-mail. “Gli aggressori ora si rendono anche conto che gli attacchi di massa hanno un basso tasso di conversione e che la pesca subacquea mirata, sebbene richieda più tempo, ha una percentuale di successo molto più alta. Dal punto di vista di un criminale informatico, l’ingegneria sociale è il mezzo perfetto per fornire un’ampia gamma di exploit dannosi, come il ransomware che crittografa i dati aziendali o gli attacchi incentrati sullo spionaggio informatico “.

Secondo un rapporto MicroFocus del 2017, entro il 2026 verranno generati fino a 463 miliardi di gigabyte di dati ogni giorno. Per accogliere il prossimo afflusso, le organizzazioni stanno iniziando a trasformare i modelli operativi attraverso l’adozione dell’IA per ottimizzare, migliorare e automatizzare minacce e rischi. capacità di visibilità, rilevamento e risposta, afferma Zuffoletti.

A tal fine, SafeGuard Cyber ​​sfrutta un motore basato sull’intelligenza artificiale chiamato Threat Cortex che rileva e mette in luce i rischi su diverse superfici di attacco. Threat Cortex effettua ricerche nel dark e nel deep web per individuare aggressori ed eventi a rischio, avvisando automaticamente i membri del team IT quando si verifica un’anomalia. Utilizzando SafeGuard Cyber, gli amministratori possono mettere in quarantena i dati non autorizzati che lasciano un’organizzazione o un account specifico. Consente loro di bloccare e riportare gli account compromessi a uno stato precedente e senza compromessi.

“ThreatCortex consente la trasparenza nei modelli [di apprendimento automatico], offre analisi dei dati e gestisce le funzionalità e gli elementi costitutivi della programmazione in linguaggio naturale come regole configurabili che vengono utilizzate per il punteggio dall’apprendimento automatico”, ha spiegato un portavoce di SafeGuard Cyber. “Poiché supportiamo diversi tipi di modelli nella piattaforma che vanno da quelli preconfigurati a quelli altamente configurabili, è possibile evitare la necessità di” creare “modelli per ogni cliente.”

Dal punto di vista della conformità dell’equazione, SafeGuard Cyber ​​offre uno strumento che utilizza l’intelligenza artificiale per avvisare dipendenti, clienti e partner se le loro comunicazioni digitali rischiano di violare normative come la Financial Industry Regulatory Authority e la Financial Conduct Authority. La piattaforma segnala le parti interessate sulle valutazioni del rischio in tempo reale, prioritarie da algoritmi di apprendimento automatico. Inoltre acquisisce i record in modo autonomo con audit trail e archivia i contenuti e i metadati, comprese le conservazioni legali.

Il mercato globale della gestione del rischio è stato valutato a $ 6,25 miliardi nel 2018 e si prevede che raggiungerà $ 18,5 miliardi entro il 2026, secondo Allied Market Research. SafeGuard Cyber ​​ha rivali in RiskLens , RiskIQ , Privacera e Aclaimant , una piattaforma di gestione dei rischi e della sicurezza basata sui dati per il luogo di lavoro. C’è anche LogicGate, che ha raccolto $ 24,75 milioni a dicembre 2019 per aiutare ad automatizzare i processi di governance, rischio e conformità aziendale.

Nonostante la concorrenza, SafeGuard Cyber, con sede a Charlottesville, Virginia, che conta 78 dipendenti, afferma che i suoi prodotti hanno registrato una crescita “enorme” nel 2020, poiché le aziende si sono rivolte sempre più ai canali digitali durante la pandemia. L’azienda annovera tra i suoi clienti alcuni dei più grandi nomi dei servizi finanziari, farmaceutici e sanitari, dell’istruzione, della tecnologia, del governo, dello sport, dei media e dell’intrattenimento, afferma Zuffoletti. Attualmente l’azienda gestisce oltre 500.000 account utente e aziendali.

Per un cliente farmaceutico, la piattaforma di SafeGuard Cyber ​​sta registrando note di chiamata di testo dalle interazioni con il servizio clienti. SafeGuard Cyber ​​afferma che ciò ha consentito al cliente di ottenere produttività e approfondimenti analitici, soddisfacendo i suoi obiettivi di trasformazione digitale.

“SafeGuard Cyber ​​ha ottenuto una copertura di supervisione del 100% del reporting delle note di chiamata a testo libero, basato sull’apprendimento automatico linguistico. I risultati iniziali hanno indicato che questi controlli erano garantiti, poiché il sistema ha segnalato oltre 200 significative violazioni delle politiche aziendali per le indagini solo nei primi mesi di funzionamento “, ha detto il portavoce. “Oggi SafeGuard Cyber ​​monitora fino a 100.000 record di chiamate al giorno, in più lingue, con una percentuale di falsi positivi inferiore all’1%. Di conseguenza, l’azienda è riuscita a ridurre i costi di revisione manuale di 3 milioni di dollari al mese “.

NightDragon ha guidato il round di crescita strategica di SafeGuard Cyber ​​annunciato oggi, con la partecipazione di Cisco Investments e del precedente investitore AllegisCyber.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi