Home / AI tecnologia / Volvo progetta un simulatore di guida utilizzando un motore per videogiochi per addestrare veicoli autonomi

Volvo progetta un simulatore di guida utilizzando un motore per videogiochi per addestrare veicoli autonomi

Un numero sempre maggiore di ricercatori e ingegneri di veicoli autonomi si rivolge ai videogiochi per migliorare le prestazioni e l’affidabilità dei veicoli autonomi. Secondo TNW , Volvo ha iniziato a utilizzare i videogiochi per assistere nello sviluppo di veicoli autonomi e degli algoritmi di intelligenza artificiale che li guideranno .

I videogiochi, l’intelligenza artificiale e le auto hanno una storia interessante insieme. Algoritmi di intelligenza artificiale sono stati utilizzati per automatizzare il comportamento dei veicoli nei giochi di corse automobilistiche e in passato i videogiochi sono stati utilizzati per addestrare sistemi di veicoli autonomi.

Per poter operare in sicurezza nel mondo reale, un veicolo autonomo deve essere addestrato per navigare in sicurezza in un’ampia gamma di eventi e scenari. I veicoli possono essere addestrati su dati del mondo reale o virtuali. Molte aziende, come Waymo, Tesla e Nuro addestrano i loro veicoli in ambienti di test del mondo reale, esponendo i loro modelli di intelligenza artificiale a una serie di scenari che si verificano nel mondo reale. Il presupposto è che man mano che l’IA sperimenta sempre più scenari, diventerà migliore nel gestire gli eventi imprevisti quando opera nel mondo reale. La ricerca sull’efficacia dell’utilizzo di dati di addestramento sintetici come i videogiochi mostra che la messa a punto dei dati sintetici può produrre risultati di addestramento che sono almeno altrettanto buoni dei risultati ottenuti utilizzando solo dati del mondo reale.

Ovviamente, ci sono una serie di problemi di sicurezza che devono essere affrontati durante l’addestramento e il test di un veicolo autonomo nel mondo reale. La formazione di agenti di guida autonoma in un ambiente virtuale è chiaramente più sicura che addestrarli in un ambiente reale. Lo svantaggio dell’utilizzo di ambienti di formazione virtuali è che non sono così accurati. Al fine di affrontare i problemi di precisione associati all’utilizzo di un ambiente di formazione virtuale, Volvo ha impiegato la più recente tecnologia di gioco per progettare un nuovo simulatore di addestramento per i suoi veicoli autonomi.

Volvo ha costruito un dispositivo destinato a essere il “simulatore di guida definitivo”. Il simulatore è dotato di un visore VR, un sedile di guida mobile e un volante che fornisce un feedback tattile. L’ambiente virtuale su cui si basano le interfacce hardware sul motore di gioco Unity. Il simulatore di guida è stato creato per aiutare gli ingegneri Volvo a simulare una varietà di diversi scenari stradali con un alto grado di precisione senza mettere in pericolo nessuno in caso di guasto.

Il nuovo ambiente di allenamento virtuale è altamente realistico, in grado di simulare una varietà di condizioni meteorologiche e di illuminazione diverse. Il sistema può anche testare come un veicolo potrebbe rispondere a pericoli improvvisi come l’apparizione improvvisa di un alce che attraversa la strada. Gli ambienti virtuali sono anche in grado di imitare azioni e comportamenti umani sottili. L’obiettivo è avere un ambiente altamente realistico in cui gli scenari che sono troppo pericolosi o troppo rari per essere testati nella vita reale possano essere testati in modo affidabile.

Oltre alla capacità di testare i componenti dei veicoli autonomi, il sistema può essere utilizzato per testare come gli esseri umani reagiscono a determinati scenari attraverso l’uso del feedback tattile e del sistema VR, consentendo una migliore comprensione delle interazioni uomo-computer con il veicolo.

Il nuovo simulatore di guida di Volvo è solo l’ultimo progetto di una lunga serie di progetti per utilizzare i videogiochi per addestrare modelli di guida AI. Una varietà di ricercatori accademici ha utilizzato giochi come Grand Theft Auto 5 per addestrare la guida autonoma e l’ algoritmo di visione artificiale. Tuttavia, questi modelli di intelligenza artificiale esistevano in uno strano spazio legale, a causa dell’utilizzo di software precedentemente esistente su cui addestrarsi. Molti progetti di ricerca sull’intelligenza artificiale che hanno utilizzato GTA5 sono stati successivamente inviati da Take-Two , la società madre di Rockstar Games, sviluppatore di GTA5, a inviare lettere di cessazione e desistenza. Il nuovo simulatore di guida di Volvo è probabilmente proprietario per evitare problemi legali simili.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi