NeuReality e IBM si alleano per sviluppare piattaforme di inferenza AI NeuReality, una società di semiconduttori con sede in Israele che sviluppa tecnologia di inferenza AI ad alte prestazioni, ha firmato un accordo con IBM per sviluppare la tecnologia.

 
“Dai dati alla conoscenza”. In che modo l’organizzazione dei dati mediante LC:NC può ridurre drasticamente la complessità tecnica della derivazione della conoscenza dai dati._ 

 
La tecnologia mira a fornire miglioramenti dei costi e del consumo energetico per i casi d’uso di inferenza del deep learning, hanno affermato le società. Questo sviluppo segue l’emergere di NeuReality dallo stealth all’inizio di febbraio con un seed round da $ 8 milioni per accelerare i carichi di lavoro dell’IA su larga scala.

L’inferenza dell’intelligenza artificiale è un’area di interesse crescente per le aziende, perché è la parte dell’intelligenza artificiale in cui le reti neurali vengono effettivamente applicate in applicazioni reali e producono risultati. IBM e NeuReality affermano che la loro partnership consentirà l’implementazione di visione artificiale, sistemi di raccomandazione, elaborazione del linguaggio naturale e altri casi d’uso dell’intelligenza artificiale in settori critici come finanza, assicurazioni, sanità, produzione e città intelligenti. Sostengono inoltre che l’accordo accelererà le implementazioni nei casi d’uso dell’IA in continua crescita di oggi, che sono già implementati nei data center cloud pubblici e privati.

 
NeuReality ha concorrenza in Cast AI , un’azienda tecnologica che offre una piattaforma che “consente agli sviluppatori di distribuire, gestire e ottimizzare i costi applicazioni in più cloud contemporaneamente”. Alcuni altri concorrenti includono Comet.ml , Upright Project , OctoML , Deci e DeepCube . Tuttavia, questa partnership con IBM vedrà NeuReality diventare il primo prodotto a semiconduttore per start-up membro dell’IBM Research AI Hardware Center e licenziatario dei Digital AI Core a bassa precisione e ad alte prestazioni del Centro.

VentureBeat si è connesso via e-mail con Moshe Tanach, CEO e co-fondatore di NeuReality, per avere una visione più ampia sulla direzione di questa partnership.

Offrire una nuova realtà ai data center e alle soluzioni di elaborazione near edge
L’accordo di NeuReality con IBM include la cooperazione su NR1, la prima implementazione ASIC Server-on-a-Chip di NeuReality della sua architettura incentrata sull’intelligenza artificiale. NR1 è un dispositivo ad alte prestazioni, completamente lineare, scalabile e collegato alla rete che fornisce servizi di elaborazione del carico di lavoro AI, afferma NeuReality. In termini più semplici, l’offerta NR1 si rivolge ai data center cloud e aziendali, insieme a carrier, operatori di telecomunicazioni e altre soluzioni di elaborazione near edge, consentendo loro di implementare casi d’uso di intelligenza artificiale in modo più efficiente. NR1 si basa sulla piattaforma prototipo NR1-P basata su FPGA di prima generazione di NeuReality introdotta all’inizio di quest’anno.

 
In linea con la visione di NeuReality di rendere l’intelligenza artificiale accessibile a tutti, questa tecnologia rimuoverà i colli di bottiglia del sistema delle soluzioni odierne e fornirà vantaggi in termini di costi e consumo energetico per i sistemi e i servizi di inferenza, ha affermato la società. La collaborazione con IBM garantirà che la piattaforma NR1-P basata su FPGA già disponibile di Neurality supporti l’integrazione del software e la convalida a livello di sistema prima della disponibilità della piattaforma di produzione NR1 il prossimo anno, hanno affermato le società.

“La disponibilità della piattaforma FPGA NR1-P oggi ci consente di sviluppare i requisiti di IBM e di testarli prima del tapeout di NR1 Server-on-a-Chip. Essere in grado di sviluppare, testare e ottimizzare complesse funzionalità distribuite del data center, come Kubernetes, networking e sicurezza prima della produzione è l’unico modo per offrire alta qualità ai nostri clienti. Sono estremamente orgoglioso del nostro team di ingegneri che fornirà una nuova realtà ai data center e alle soluzioni near edge. Questa nuova realtà consentirà a molti nuovi settori di implementare casi d’uso dell’IA in modo più efficiente che mai”, ha aggiunto Tanach.

Un indicatore del continuo slancio di NeuReality
Secondo il Dr. Mukesh Khare, Vice President of Hybrid Cloud Research presso IBM Research , “Alla luce della visione di IBM di fornire i più avanzati sistemi e servizi di Hybrid Cloud e AI ai nostri clienti, collaborando con NeuReality, che porta un dirompente AI- approccio centrico al tavolo, è il tipo di collaborazione di settore che stiamo cercando. La partnership con NeuReality dovrebbe portare a un’infrastruttura AI più snella e accessibile, che ha il potenziale per migliorare la vita delle persone”.

 
Come parte dell’accordo, IBM diventa un partner di progettazione di NeuReality e lavorerà sui requisiti del prodotto per il chip NR1, il sistema e l’SDK che saranno implementati nella prossima revisione dell’architettura. Insieme, le due società valuteranno i prodotti NeuReality da utilizzare nell’Hybrid Cloud di IBM, inclusi casi d’uso di intelligenza artificiale, flussi di sistema, virtualizzazione, networking, sicurezza e altro ancora.

Dopo l’ annuncio di NeuReality della sua architettura AI-centrica prima nel suo genere a febbraio e la sua collaborazione con Xilinx per consegnare sul mercato le sue nuove piattaforme NR1-P basate su FPGA AI-centriche a settembre, questo accordo con IBM segna il la traiettoria ascendente dell’azienda e lo slancio continuo.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi